Cerca

Alfano resiste: "Silvio non si tocca"

Il segretario del Pdl lancia un messaggio chiaro a Scajola e Pisanu e all'Udc: nessuna alternativa al Cav. E Bossi con lui: "Dove vanno senza il premier?"

Alfano resiste: "Silvio non si tocca"
Alfano stoppa i frondisti Pisanu e Scajola che chiedono un passo indietro al premier e lancia un messaggio chiaro anche a  Casini: non c'è alternativa a Berlusconi. "La condizione che mi viene posta" dall'Udc è accantonate Berlusconi e noi siano pronti. E' una condizione impraticabile e ingiusta. Io lavoro all'aggregazione di moderati senza condizioni capestro". Lo ha detto il segretaro del Pdl Angelino Alfano nel corso del suo intervento a Saint Vincent. "Chi mi chiede ogni giorno di accantonare Berlusconi - ha spiegato Alfano - abbia le idee chiare se non le ha avute fin qui, altrimenti abbia l'onestà di dire tutto il contrario, che non condivide il mio diniego. Dico con con grande chiarezza che lavoro per un percorso di aggregazione delle forze moderate senza condizioni-capestro che vedrebbero un sentimento di ingiustizia alimentarsi dentro il Pdl. La nostra é una posizione molto netta molto chiara". Ha aggiunto inoltre che il PdL non intende tornare indietro sul bipolarismo, "una condizione di democrazia trasparente in cui chi vince governa e chi perde va all'opposizione". E sulla legge elettorale bisogna "restituire ai cittadini il diritto di scelta del parlamentare, ma anche del premier". "Vogliamo restituire - ha aggiunto il segretario del Pdl Alfano - il diritto di scelta del parlamentare, unendolo al diritto di scelta del premier, perché se noi togliamo ai cittadini il diritto di scelta del premier, nel momento in cui diamo loro il diritto di scelta del parlamentare, truffiamo i cittadini". Per Alfano "entrambe le cose vanno fatte, stabiliremo come, troveremo la formula migliore". Su punto dell'intoccabilità di Berlusconi, anche Umberto Bossi è irremovibile. Rivolto ai frondisti, ha detto: "Può essere tutto, ma senza Berlusconi, dove vanno? Chi li piglia i voti. Scajola?" La replica dell'Udc è arrivata a stretto giro: "Non esiste l'ipotesi di una collaborazione credibile tra chio oggi legittimamente sostiene questo governo e chi, invece, come noi, lo ritiene fallimentare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vgrossi

    10 Ottobre 2011 - 22:10

    3.a)scrive " Per le intercettazioni le ho fornito dei dati, li contesti se ci riesce. E non insulti!" Le ho detto enne volte che non contesto i Suoi dati, non mi importa. Le ho chiesto enne volte di rammentarmi altre INCHIESTE in cui, dato che come Lei asserisce, 100.000 intercettazioni sono una attività investigativa normale, è stata fatta una azione PARAGONABILE. Se me ne scova un numero, avrà ragione, ma se non ce ne sono ? se non ce ne sono dove sta la normalità della investigazione ? 3.b) Lei ha fatto finta di non capire che in USA si fanno 5 milioni di intercettazioni e NON che sono 5 milioni le utenze intercettate. Come Le ho scritto più volte, i warrant emessi sono circa 1700/anno, e le UTENZE sono circa 200.000, e le intercettazioni 5 Milioni/anno, ossia 25 per UTENZA. Ma Lei dice che 100.000 su una ventina di persone sono la normalità. Senza insultarLa, ma dia le risposte, o si ritenga insultato violentemente. Veda, non sono colto e profondo quanto Lei, ma risponda !

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    10 Ottobre 2011 - 22:10

    1)lo spread è legato alla probabilità percentuale di default, mica alle chiacchiere. E' un calcolo matematico. La p.di d. è legata a molti fattori, ed è una cosa nei casi "Grecia" (default convenzionale> 20%) e nei casi a BASSA probabilità.In questi secondi conta non la stabilità dello stato, ma del sistema bancario, e la PROBABILITA' che lo Stato rifinanzi le banche. La Spagna HA FATTO FALLIRE le banche mal messe, lo sapeva ? Le dice nulla questo ? semplicemente che il RISCHIO è SPARITO, perchè lo Stato ha PAGATO. Ha capito, finalmente ?ha capito cosa c' entra B. eccetera ? MENO DI ZERO. Chiuda BPM e guadagnera 150 punti, ma BPM non è fradicia (ancora) come le casse di risparmio che la Spagna ha chiuso. Chiaro ? Detto questo la Spagna è "sparita" dalle notizie perchè Z. è sparito, e si aspetta un governo di cdx. 2)se ha letto i miei post in merito, io sono il primo che attende le misure per la crescita, ed ho spesso detto cosa intendo: dismissioni NO TASSE !!! 3) continua ...

    Report

    Rispondi

  • cioccolataio

    10 Ottobre 2011 - 17:05

    Ma a me talvolta passa un post su tre, quindi le avevo risposto. Spero questo passi. Le rispondo con ordine: a luglio la Spagna aveva uno spread cento punti sopra al nostro, oggi e' sotto a noi, e questo e' un fatto. Lei dice perche' Zapatero ha preannunciato elezioni e dimissioni e quindi probabilmente cambiera' il Governo. Verosimile e corretto, ma sono pronto a scommettere con lei che se Berlusconi oggi dicesse quello che ha detto Zapatero il nostro spread calerebbe di un centinaio di punti. Infatti non si tratta di governi di destra o di sinistra, ma di governi che hanno fallito e che riconoscono, o meno, di averlo fatto e quindi c'e' un cambio o no. Resta il fatto che stiamo ancora tutti aspettando le misure per la crescita e Cicchitto (chiaramente mandato avanti da Berlusconi, in un modo, se permette, un po' vigliacco) ci parla di condono: alla faccia del caciocavallo avrebbe detto Toto'. Per le intercettazioni le ho fornito dei dati, li contesti se ci riesce. E non insulti!

    Report

    Rispondi

  • calibio26

    10 Ottobre 2011 - 17:05

    Con chi ci si accorda per cambiare se sono in 10 a comandare?Nelle democrazie,quando ci sono le crisi,tutte lavorano per il bene comune.L'italia no,anzi fanno di tutto per aggravare la crisi e tutto un abbaiare alla luna,nessun programma viene presentato,perchè se lo descrivono vengono infilzati come traditori che lavorae nemici del popolo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti