Cerca

Domani Berlusconi in aula Venerdì il voto di fiducia

Il premier riferirà alla Camera: farà leva sulla crisi economica e spiegherà che non serve un nuovo governo. Oggi Fini sale al Colle

Domani Berlusconi in aula Venerdì il voto di fiducia
Una mattinata di lavoro e riflessione. Dopo la débacle di ieri alla Camera (leggi il commento di Fausto Carioti), Silvio Berlusconi riferirà in Aula, venerdì chiederà la fiducia. Con i suoi più stretti collaboratori, ha limato il discorso che farà in Aula. Dalla prime indiscrezioni emerghe che Silvio Berlusconi  pensa di far leva sulla crisi economica per spiegare che non ci si può permettere ora di fare un nuovo governo. Una crisi in questo  momento sarebbe da irresponsabili, avrebbe detto in sintesi il   presidente del Consiglio a chi lo ha sentito in queste ultime ore. Facile prevedere quello che Berlusconi dira alla Camera: "Andare alle elezioni nel bel mezzo di questa crisi economica mondiale - ha sottolineato davanti ai vertici del Pdl e della Lega - è da veri irresponsabili". L'Italia, ha aggiunto, ha bisogno di un governo che vari il decreto per lo sviluppo e faccia le riforme necessarie. Questo il succo del suo intervento. Sul fronte politico, invece, il Cavaliere è sicuro che una nuova fiducia risolverebbe parte dei suoi problemi: di fronte ad un nuovo voto, ha argomentato il premier, nessuno, né le opposizioni, né il Qurinale, potranno dire che non ho i numeri per governare.

La decisione Al vertice di maggioranza della tarda serata di ieri il premier avrebbe già indicato i punti  fondamentali su cui chiederà la fiducia in Parlamento. In   particolare, il presidente del Consiglio traccerà una sorta di "road   map" da qui alla fine della legislatura. Nell’ordine il leader del Pdl,  raccontano, annuncerà il decreto sviluppo per superare l’emergenza   economica del momento per poi assicurare che entro il 2013 saranno   attuate le riforme promesse: fisco e giustizia e, quelle   istituzionali, compresa la legge elettorale.   Si tratterà, insomma, di un programma di fine legislatura che   stavolta dovrà avere l’imprimatur di tutti. Un modo, quindi, per   mettere con le spalle al muro soprattuto i malpancistì di turno. 

Le opposizioni Ed è stato braccio di ferro fra opposizioni e maggioranza sulla presenza del premier in Aula alla Camera. Alla Conferenza dei capigruppo sarebbe infatti giunta la proposta del governo circa la presenza di Silvio Berlusconi in Aula a Montecitorio per poi porre la fiducia. Secca la presa di posizione delle opposizioni, che avrebbero invece chiesto il blocco dei lavori e confermato la richiesta di dimissioni dell'esecutivo. Come 'pompiere' si è mosso il presidente della Camera, che avrebbe incontrato esponenti di maggioranza, prima, e della minoranza poi, per cercare una mediazione.

Fini al Colle
Nel pomeriggio Gianfranco Fini salirà al Quirinale. p
er spiegare come sia diventato difficile, vista la situazione in cui versa la maggioranza, garantire il normale andamento dei lavori parlamentari. Della decisione di andare al Quirinale se ne è parlato nel corso della conferenza dei capigruppo di Montecitorio che si è appena conclusa alla Camera




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    13 Ottobre 2011 - 11:11

    No, Tubini; me lo dica lei. Ma con dati, atti pubblici, riscontri oggettivi, non con sparate alla alvit, per sentito dire, per partito preso, perché lo ha detto Berlusconi.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    13 Ottobre 2011 - 08:08

    anche quello hai fatto, ma allora siamo davanti al genio dei geni, come mai il partitino non ti ha eletto segretario al posto dei vari scratini tipo franceschiello, veltronsky, bersanosky? Uno come te, e perlopiù talebano, avrebbe dovuto dirigere il popolino dei figli di stalin, sicuramente li avresti portati al governo stabilmente. Vuoi vedere che sei anche uno di coloro che dirigono le cooperative rosse, o sei stato il direttore "nascosto" dell'unità, giornalino da wc in mancanza di carta igienica; eri forse tu che scrivevi i pezzi alla con cita e tarzan? Certo che tutto il sapere per postare su questo giornalaccio di fascisti è sprecato, dovrebbero farti direttore del falso quotidiano o di repubblichetta. Perchè continui a sparare cag@@e qui, torna al paesello e porta a spasso la pantegana. PS La gentile Signora che ha "forato" la corazzata cartonistica del falso quotidiano, sta distribuendo gli indirizzi dei postanti, con relative password, la tua e' fra i primi. Preoccupati.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    13 Ottobre 2011 - 08:08

    Il Cav. andrà in aula a parlare a chi? la cosiddetta opposizione non sarà presente e i suoi Giuda aspetteranno che finisca per pugnalarlo alle spalle! Intanto Napolitano e Fini sogghigneranno vedendo l'annaspare di uno che ha contro tutto e tutti! E noi italiani, deficienti, auspichiamo che ci sia una coalizione di forze per salvare questa barchetta chiamata italia???????? Meglio espatriare!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • VFeltri

    13 Ottobre 2011 - 00:12

    io, a differenza tua, non sono un tifoso ultras da stadio. Ho senso critico, voto dove credo sia giusto votare a differenza tua che, a prescindere, voti la squadra del cuore. ti giro la domanda, come ci si sente ad essere inculati da chi si ha eletto? spero almeno che si sia usata la vaselina anche se io penso che si sia utilizzata sabbia e limone :-) Auguri e buoni bruciori di deretano. sempre con affetto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog