Cerca

Dispetti tra Cavaliere e Tremonti Cinguettio con la Brambilla

La cronaca dalla Camera del vicedirettore di Libero Franco Bechis: dalla distanza di Giulio alle mentine di Michela Vittoria

Dispetti tra Cavaliere e Tremonti Cinguettio con la Brambilla
Silvio Berlusconi è entrato in Aula e ha cominciato a parlare. Il suo più che un discorso per conquistare la sfiducia sarà una "sfida" ai frondisti: provate a mandare a casa il governo, assumetevene la responsabilità. Ecco perché, in una Camera svuotata dall'opposizione, sarà fondamentale cogliere le reazioni, anche quelle nascoste, della maggioranza, tra leghisti e malpancisti del Pdl.


Seguite la diretta minuto per minuto da Montecitorio di Franco Bechis

11: 56
L'aula si e' sciolta. la fiducia si voterà domani. Nel cortile di Montecitorio si fanno i conteggi. Berlusconi si dice sicuro di avere fra 317 e 320 voti. Incontro Piero Testoni. Era uno dei 4 che sul rendiconto hanno fatto finire sotto il governo. giura di non averlo fatto apposta: "mi ha difeso anche Denis Verdini, perche' sa che ero stato io a rallentare aula su primo voto sul Def per farlo entrare e votare. Non sembrava si dovesse rivotare subito. avevo la vescica che scoppiava.. dovevo andare in bagno..." ah... il Pd deve essere sceso dall'Aventino. Ecco Giuseppe Fioroni. Ma si', e' quasi ora di pranzo e la fame inizia a farsi sentire... e il ristorante di Montecitorio anche a prezzi rialzati e' un affarone... Buon appetito a tutti!

12: 45 Silvio cinguetta senza sosta con la Brambilla. alle sue spalle arriva Nicola Cosentino. deve dirgli qualcosa di importante, perche' non attende la fine del cinguettio. bussa ruvidamente alla schiena di Berlusconi. Silvio non gradisce il cinguettio interruptus, e liquida gelido Cosentino. Riprende cinguettio... Uff, di nuovo interruptus!!! Chi e'? Paolo Romani. ma non aveva un altro momento? No. e' importante. Silvio si rassegna e ascolta..

12: 31 Unico vero applauso dell'aula per Rita Bernardini, la pattuglietta radicale non è andata sull'Aventino. Stoccatona a Fini! Ricorda che quando parlava Giorgio Almirante tutti uscivano per disprezzo come oggi verso Berlusconi. In aula restavano all'epoca solo i radicali. il contrario dei finiani. Silvio replica ora, ma non ha voce. Ringrazia solo

12: 29   Emozione! Parla Scilipoti. vuole fare una riflessione a titolo personale. Parla di storia del debito pubblico e difende Berluaconi come nessuno dei suoi ha fatto. Fini gli toglie la parola...

12: 13  E' tornato Frattini. ma il suo posto vicino a Silvio è occupato dalla Brambilla, che non ha alcuna intenzione di spostarsi. Frattini lascia e riesce. Silvio fa correre un braccio dietro le spalle della Brambilla. Dall'altra si avvicina a Silvio Stefania Prestigiacomo. gli sussurra a lungo nell'orecchio. poi lo stringe a un braccio. lui guarda verso l'alto, petto in fuori. sembra il ritratto di Benito Mussolini... La Brambilla sembra incuriosita, si stringe a Silvio per sentire.

12:03 Silvio chiama a se' Maria Vittoria Brambilla... le sussurra qualcosa in un orecchio... ah, ecco... Ne aveva bisogno... Una mentina, una mentina! La Brambilla provvede. E' troppo per Tremonti: da minuti spera che Silvio lo guardi, gli dica qualcosa... si faccia piu' vicino. Ma niente, al premier verra' il torcicollo ma verso Tremonti non si gira. E ora gli preferisce pure la Brambilla che si e' trasferita al posto di Frattini, stretta al suo leader. troppo, davvero troppo per Tremonti, che si alza e se ne va impettito nel auo abito grigio cenere. Lo ferma la Gelmini. pare furiosa. Giulio si fa piccolo piccolo, prova a svicolare. lei gli chiude l'uscita bloccandolo con un braccio... lui sembra promettere qualcosa. lei lo lascia andare...

11: 57 Parlano altri peones. E' il loro momento. Nunzia De Girolamo non ce la fa più. esce e corre sull'Aventino. Boccata di ossigeno con il suo Boccia. Tornera'. Ha lasciato la borsa incustodita sul banco. Notizia: Letta si e' appisolato. Altra notizia: Renato Brunetta deve essersi slogato un pollice. e' un'ora esatta che messaggia sul telefonino. esausto lo ha abbandonato sul banco. Ora gli da' il cambio Franco Frattini con il suo telefonino. poi si alza, prende la 24 ore nera e se e va: non lo vedremo piu'. il neo ministro Anna Maria Bernini batte rapidissima una e mail sul suo i-pad

11: 51 Altri interventi di deputati che nessuno conosce. uno attacca Fini, che alza lo sguardo dai suoi fogli. Berlusconi lo applaude sull'attacco a Fini. Tremonti si e' rifugiato fra Bossi e Calderoli. Devono essere gli unici a capire il suo umorismo, perche' ridono. pero' Bossi si stufa subito. all'ennesima battuta di Tremonti si alza e se ne va al braccio della watussa della Lega, Francesca Martini, ex hostess e oggi sottosegretario. Con Bossi che si alza Tremonti si stringe piu' vicino a Berlusconi, che si volta dall'altra..

11:44 Nei banchi del governo sotto Berlusconi siede Gianni Letta. Legge un foglietto uguale a quello in mano a Silvio. Leggendolo diventa paonazzo in volto. si alza di scatto, si volta e con il ditino indica a Silvio una frase. Silvio fa cenno di avere capito... chissà che c'è scritto..


11:40 Parla Carolina Lussana della Lega. quel poco di aula si sta svuotando. Amedeo Laboccetta sta sempre in piedi sul banco, sembra una piccola vedetta da libro Cuore. E' sola e smarrita nel suo banco, Nunzia De Girolamo. Maledetto Aventino del Pd! Il suo Francesco Boccia non è in Aula. lei prova ad attaccare bottone con il bel marco reguzzoni della Lega, ma lui sfugge.

11:35 
Corsaro che chiede scusa per l'incidente e attacca Fini per i suoi cavilli. Applausi. Fini non lo ascolta nemmeno. Legge un foglietto e chiacchera con il suo dirigente di Montecitorio: il dr. La Sorella. sembra un gioco di parole, ma il dr. La Sorella è il fratello di Carmen La Sorella. Ps. Corsaro parla piu' di Berlusconi. L'aula si sta addormentando. Cita un articolo di Stefano Cappellini e non ne azzecca una. Compreso definirlo ex giovane collaboratore di Liberazione e ora collaboratore del Riformista. Di questo era direttore. ma ora scrive sul Messaggero, da cui ha preso l'articolo citato..

11: 26 Nei banchi del governo ci sono tutte e 6 le ministre. I maschietti sono solo 7. Nitto Palma e Romani sono nei banchi del popolo. Anche Maroni.Ssilvio ha finito. Si siede. Non ha detto un granché'... Un compitino abbastanza prevedibile. Parla Corsaro mentre si spengono gli applausi: sono lunghi e tanti, ma nell'aula semivuota risuonano un po' spettrali.



11:20
- Nei banchi del governo qualche novità. Giulio Tremonti non siede più a fianco del premier. Ci sono Umberto Bossi e Franco Frattini. Tremonti ha trovato rifugio fra Bossi e La Russa. Si tocca nervosamente occhialetti, prova a fare lo spiritoso con La Russa, che lo zittisce... Silvio dice che elezioni non sono soluzione a mali del Paese. Applaudono. Tremonti più che battere le mani batte le dita stancamente tenendo le mani attaccate allo scranno. ahia... Silvio smonta il governo tecnico. Nessun applauso. Brutto segnale

11:15 - Aula spettrale. tutti fuori. Bersani era a comprarsi sigari in tabaccheria. unico presente Gianfranco Fini. Una sfinge. Silvio dice che i governi non li fa la casta, ma il popolo e che quando cadono bisogna andare alle elezioni. Grandi applausi. Ma anche nei banchi maggioranza ci  sono molti vuoti..


11:o8
- Zitti, parla Silvio

11:05 - Davanti al palazzo altre telecamere. ci sono quelle di formigli mi fermano e chiedono: secondo lei che farà Scajola? Rispondo che forse è' meglio chiederlo a lui. Sta passando alle spalle delle tv. quelli scattano "ministro, ministro"... Ah, che nostalgia per Scajola... ma lui sa che ministro non è  più... una signora urla " Claudio, sei tutti noi!". Poi la signora vede me e si fa minacciosa, urla ad altri: "Eccolo, Eccolo, questo  quel bastardo che in tv difende sempre Berlusconi! damoje addosso..."

10.58 - Cielo plumbeo su Roma a pochi minuti dal discorso sulla fiducia di Silvio Berlusconi. da una via dietro palazzo Chigi esce Aldo Brancher e scappa nel suo ufficio in piazza S. Lorenzo in lucina. arriva in un corteo di auto blu (3) Roberto Calderoli. Ne ha una sola e 3 uomini di scorta il nuovo ministro della Giustizia Nitto Palma. Arriva di fretta anche Francesco Pionati, che entra dal retro del palazzo. fuori ci sono due deputati inseguiti da telecamere e fotografi. Sono Saro e Sardelli. non se li filava nessuno. Ma ora sono due malpancisti, quasi eroi.. ah, arriva in smart blu anche Guido Crosetto. due vecchiette litigano per lui, una fa roteare minacciosamente il bastone... altri flash.. ah, è Aurelio Misiti, malpancista di giornata... fra poco si inizia, meglio entrare.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Klotilde

    14 Ottobre 2011 - 07:07

    La credevo,come lei sottolinea spesso nelle varie trasmissioni a cui partecipa,un giornalista economico,ma ora.......prima le zeppe di Emma,terreno scivoloso in casa Berlusconi(padre e figli vivono arrampicati sui tacchi)ed ora questa cronaca 'rosa' dal Parlamento sempre più convincono che lei è indispensabile al gossip,come mai non scrive su Chi? Se fosse un modo per far passare come semplice 'quisquiglia' la presenza del capo a Montecitorio per chiedere la'ennesima fiducia per creder ancorae al suo carisma,offende gli Italiani intelligenti ai quali voi di Libero vi annoverate,anche noi sappiamo pensare,i quotidiani li leggiamo per informarci no per farci indottrinare! E poi di Porro ne basta uno ed avanza pure.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    13 Ottobre 2011 - 18:06

    ecco, ci mancava qualcuno che riesumasse Capoccione.

    Report

    Rispondi

  • libero42

    13 Ottobre 2011 - 17:05

    Finalmente ho capito la funzione della Brambilla nel governo, passare le mentine a Silvio! Perché per il resto, a parte forse prestazioni non confessabili, non ho visto nessuna iniziativa utile al turismo italiano

    Report

    Rispondi

  • libero42

    13 Ottobre 2011 - 16:04

    Per un attimo pensavo di leggere il Male, Bellssima cronaca di una maggioranza coesa... nel preservare le poltrone fino al raggiungimento del sospirato vitalizio. Pagato da noi, naturalmente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog