Cerca

La carezza e la fregatura al Colle

Berlusconi si complimenta con Napolitano ma dice no a governo tecnico o governissimo. Con buona pace di Quirinale (e Fini)

La carezza e la fregatura al Colle
La carezza di Silvio Berlusconi al presidente Napolitano potrebbe nascondere la beffa (per il Colle, naturalmente): nel suo discorso di fiducia alla Camera, il premier parla di un "comportamento ineccepibile del presidente della Repubblica", che "non ha fatto politica". Carezze, appunto, che lascerebbero prevedere unità d'intenti tra Palazzo Chigi e Quirinale. Ma non può non sfuggire il no secco del presidente del Consiglio a governissimi o governi tecnici. Se apre uno spiraglio a Napolitano, dunque, Berlusconi gli chiude un portone in faccia. Perché se, come detto dal premier, il Colle non ha fatto politica, è pur vero che nelle ultime settimane ha tessuto le trame istituzionali alla ricerca di una maggioranza alternativa, se possibile più stabile, di quella attuale. Una trama istituzionale cui ha provato ad appigliarsi, buon ultimo, il presidente della Camera Gianfranco Fini. Lui sì più politico che formale nella sua visita al Colle di mercoledì pomeriggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol1

    14 Ottobre 2011 - 07:07

    Evidentemente Scalfaro ha fatto scuola - la 2° volta non si lascia fregare.

    Report

    Rispondi

  • marcopcnn

    13 Ottobre 2011 - 23:11

    I riferimenti di Berlusconi a Napolitano rappresentano un raro esempio della peggiore Ipocrisia. Per una volta Sivio s'impone di contenersi e prova, con scarsi risultati e scarsissima credibilità, a lodare l'operato del Presidente della Repubblica. A mio parere Berlusconi non merita un Presidente del calibro di Napolitano. Oltre 15 anni fa criticai aspramente l'operato di Scalfaro ma ora debbo ricredermi. Oscar aveva capito che non si può opporre al totale disprezzo di Berlusconi per le regole la "Superiorità Morale". Non ci si libera dei despoti in punta di fioretto e Napolitano dovrebbe ricordarsi che la Costituzione gli affida un compito primario. La difesa della Costituzione. Silvio disprezza ogni giorno il 99% dei dettami costituzionali ma è prontissimo, quando gli fa comodo, ad aggrapparsi a quel misero uno per cento che gli consente di restare aggrappato alla poltrona e sperare ancora di stravolgere l'ordinamento giudiziaro a suo uso e consumo. SCIOGLIERE LE CAMERE SUBITO !

    Report

    Rispondi

  • milleottocentosedici

    13 Ottobre 2011 - 22:10

    bravi fessi: ma quale colle? il "pdc a tempo perso" sta fregando noi; ed anche voi.

    Report

    Rispondi

  • ginevra17

    13 Ottobre 2011 - 17:05

    .politiche industriali... aiuto... ... premetto d’essere italiana ... ma... vorrei fare una considerazione...il centro...il sud italia... è in tale maniera... messo male... in quanto... da sempre assistito... dallo stato... non pensa... che questo fu un errore strategico... soprattutto per questioni di mentalità....oramai...acquisite sull’assistenzialismo ... favoritismi e tanto altro... il che è veramente duro a morire... per intanto... i medesimi abitanti... non hanno capacità imprenditoriali...innovative.... non sfruttano a pieno le risorse... enormi delle loro regioni... quindi... se avesse ragione la lega?.... non sarebbe male meditare su quelle scelte scellerate...... grazie...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog