Cerca

Casini equilibrista misterioso: Pier Ferdi, che hai in mente?

Continua a chiudere al partito Democratico, critica Berlusconi ma poi offre un assist al Pdl. Quali sono i progetti del leader Udc?

Casini equilibrista misterioso: Pier Ferdi, che hai in mente?
L'ago della bilancia è Pier Ferdinando Casini. Il leader centrista gongola, entusiasta della cosapevolezza del suo ruolo. Lo tirano per la giacchetta da tutte le parti. A destra, perché potrebbe rafforzare (e salvare) la maggioranza, e a sinistra, perché senza il suo sostegno - e i suoi voti - il baraccone della sinistra rischia di procedere ancor più lento di quanto faccia oggi. Pier Ferdi è un equilibrista. Uno straordinario funambolo. Un incantatore di serpenti: nessuno capisce quello che vuole fare.

'Niet' al Pd - Gli ultimi indizi, infatti, sono contraddittori. Il più recente è l'ennesima chiusura al Partito Democratico, arrivata giovedì. Dopo le nuove, ennesime fusa di Pier Luigi Bersani, Casini ha ribadito: "Il terzo polo e il centrosinistra sono entità diverse, che hanno ritenuto opportuno segnalare insieme il disagio del Paese". Punto e basta: entrambi i partiti disertano Montecitorio, ma non perché siano più vicini di quanto siano sempre stati. Contestualmente, il leader dell'Udc ha fornito un assist al Pdl, che però desidererebbe senza il Cavaliere: "La strategia di Berlusconi è puntare al voto nel 2012 e poi non ricandidare metà dei parlamentari che voteranno per lui. Uomo avvisato, mezzo salvato...".

Fuori dalla Camera - Peccato però che prima della carezza sia arrivato un pugno. Casini, oltre ad essersi unito al coro "dimissioni, dimissioni" che ha seugito la debacle alla Camera sul rendiconto, si è unito a tutte le altre forze di opposizione - Pd, Idv e Fli - nel disertare Montecitorio durante il discorso del premier. E la 'diserzione' è proseguita fino alla seconda chiama del voto di fiducia. Uno schiaffo al governo, da cui tiene le distanze, un gesto plateale che francamente da Casini di solito non ci si aspetta. Anche perché le indiscrezioni di Palazzo riferiscono spesso di un suo riavvicinamento al Pdl, in un centrodestra allargato ma senza Gianfranco Fini, a patto che il governo di transizione non sia un Berlusconi-bis ma segni l'esordio di Gianni Letta come premier.

E sul rendiconto... - A rendere il quadro ancora più complesso, inoltre, quello che ha scoperto il nostro Franco Bechis. I tabulati dell'incredibile votazione alla Camera sul Rendiconto, in cui è stato bocciato l'articolo 1, riportano che il leader dell'Udc risultava presente in aula, ma quando ha visto che per il governo si metteva male, ha preferito non esprimere il suo 'no' per salvare il governo. Il pareggio poi ha vanificato l'azione di Pier Ferdi, ma lui intanto ci aveva provato. La domanda, dunque, è sempre più lecita: che cosa ha in mente Casini? Da che parte sta?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    23 Novembre 2011 - 18:06

    ...Progetti.?..solo i soliti "Casini". Persona inaffidabile e assolutamente non credibile.

    Report

    Rispondi

  • lyon66

    15 Novembre 2011 - 01:01

    Il vero problema della politica non è tanto chi di che partito: finchè bazzicheranno i dinosauri (inseriti a destra, sinistra, centro, varie minoranze) ex pci, dc, pri, psi, pli, ecc., saremmo sempre messi così. Onestamente, col senno del poi rischierei con Renzi e Tosi per un semplice motivo: sono veramente stanco di tutti per i giochetti, legami di vecchia data e scambi. Da oltre "4o anni e non 20" i nostri politici hanno fatto i loro giochetti, negli ultimi anni abbiamo avuto crisi mondiali per le speculazioni americane ed europee (il resto sono arabi e terzo mondo) e adesso saremo schiavi della Francia e Germania attraverso Monti. Tutti diranno sissignore perchè così sarà e se non falliremo come stato falliremo come privati, industrie, famiglie..... A sto punto, fallire per fallire preferisco dar fiducia ai giovani sperando siano più onesti e patriottici.

    Report

    Rispondi

  • carria

    14 Ottobre 2011 - 16:04

    vorrebbe quello che non avra mai

    Report

    Rispondi

  • diesonne

    14 Ottobre 2011 - 16:04

    casini medita sul signicato dei tuoi nomi di battesimo-personaggi gloriosi-leggi la prima lettera di s.Pietro-quanta ispirazione ti suggerira' per agire di conseguenza,anche la seconda non è da meno-anche s.ferdinando non ' da meno,il significato del nome è tutto un programma(coraggioso nella lotta per la pace)-auguri --meditate genti,meditate!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog