Cerca

Piazza scatenata col governo Lanci di uova su Montecitorio

I manifestanti a Roma reagiscono a loro modo alla fiducia al premier. Verdura contro il Parlamento

Piazza scatenata col governo Lanci di uova su Montecitorio
Se alla notizia della fiducia a Berlusconi, i deputati Pdl hanno esultato e gli aventiniani dell'oppoiszione hanno abbassato il capo in segno di sconfitta, fuori da Monetcitorio le reazioni sono state molto più violente. Gli indignati, che già da stamane stavano mettendo a ferro e fuoco la capitale, incendiando auto e cassonetti, hanno fatto esplodere la loro rabbia alla notizia dell'esito del voto in Parlamento favorevole al premier. I manifestanti hanno infatti cominciato un lancio di uova contro la sede di Montecitorio, al grido di "Vergogna!". Un po' come facevano i futuristi di Marinetti, che lanciavano uova quando lo spettacolo non era gradito. Avevano fatto lo stesso stamattina anche gli indignati a Milano che, marciando nel cuore del capoluogo lombardo, avevano scagliato ortaggi, uova e spazzatura contro la sede della banca Goldman Sachs. E meno male che la manifestazione degli indignati doveva essere pacifica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cioccolataio

    15 Ottobre 2011 - 16:04

    Magari! Vorrei ricordarle comunque che chi aveva 20 anni nel 1968 oggi e' molto vicino alla pensione. Qui stiamo parlando della "generazione perduta", cioe' quella che ha meno di 40 anni. Le colpe sono di tutti, della sinistra per non essere stata capace di dialogare per stilare un nuovo contratto di lavoro che desse magari un po' meno, ma a tutti, e la destra, che essendo stata di piu' al potere e, soprattutto, con piu' forza, non ha fatto assolutamente nulla per le nuove generazioni, anzi ha premiato e tende a premiare i vecchi. Quello che dico, senza affatto essere d'accordo sulle violenze, e' che e' facile urlare e stigmatizzare quella minoranza che commette violenze, ma non ci si puo' dimenticare che e' solo l'avanguardia di un malessere profondo, per cui non stiamo facendo nulla. Aspetti e vedra', sono purtroppo un facile profeta.

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    15 Ottobre 2011 - 10:10

    Sacrosanto quello che scrive , i suoi post sono intelligenti e pungenti . Guido

    Report

    Rispondi

  • DUKE PURPLE

    15 Ottobre 2011 - 10:10

    Presto vieni qui, ma su, non fare così, ma non li vedi quanti altri bambini che sono tutti come te, che stanno in fila per tre, che sono bravi e che non piangono mai è il primo giorno però domani ti abituerai e ti sembrerà una cosa normale fare la fila per tre, risponder sempre di si e comportarti da persona civile Vi insegnerò la morale, a recitar le preghiere, ad amar la patria e la bandiera noi siamo un popolo di eroi e di grandi inventori e discendiamo dagli antichi Romani E questa stufa che c'è basta appena per me perciò smettetela di protestare e non fate rumore, quando arriva il direttore tutti in piedi e battete le mani Sei già abbastanza grande, sei già abbastanza forte, ora farò di te un vero uomo ti insegnerò a sparare, ti insegnerò l'onore, ti insegnerò ad ammazzare i cattivi e sempre in fila per tre, marciate tutti con me e ricordatevi i libri di storia noi siamo i buoni e perciò abbiamo sempre ragione, andiamo dritti verso la gloria Ora sei un uomo e devi cooperare, mettiti in fila senza protestare e se fai il bravo ti faremo avere un posto fisso e la promozione e poi ricordati che devi conservare l'integrità del nucleo familiare firma il contratto, non farti pregare se vuoi far parte delle persone serie Ora che sei padrone delle tue azioni, ora che sai prendere decisioni, ora che sei in grado di fare le tue scelte ed hai davanti a te tutte le strade aperte prendi la strada giusta e non sgarrare se no poi te ne facciamo pentire mettiti in fila e non ti allarmare perchè ognuno avrà la sua giusta razione A qualche cosa devi pur rinunciare in cambio di tutta la libertà che ti abbiamo fatto avere perciò adesso non recriminare mettiti in fila e torna a lavorare e se proprio non trovi niente da fare, non fare la vittima se ti devi sacrificare, perché in nome del progresso della nazione, in fondo in fondo puoi sempre emigrare

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    15 Ottobre 2011 - 10:10

    Questi signori,come in tutte le altre manifestazioni,credono soltanto nella loro "democrazia".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog