Cerca

Cav: "Sventato golpe burocratico". Videocommento Belpietro

Berlusconi: "Non avendo idee valide, la sinistra ricorra a trucchetti. Ma l'agguato è fallito. Decreto sviluppo in una settimana"

Cav: "Sventato golpe burocratico". Videocommento Belpietro
"Non avendo idee valide, la sinistra ricorre a trucchetti. Hanno tentato un golpe burcratico". Così Silvio Berlusconi ai microfoni di Studio Aperto il giorno successivo al voto di fiducia a Montecitorio. "Io sono stato un buon profeta e anche questo agguato della sinistra è fallito: noi abbiamo vinto, loro hanno perso e hanno perso proprio male.Si sono esposti a una gran brutta figura davanti agli italiani  - incalza il presidente del Consiglio -: Bersani, Casini, Di Pietro e Fini hanno sbagliato i calcoli, hanno messo in atto trucchi del più   bieco parlamentarismo e hanno dato una immagine del loro modo di intendere la politica davvero grottesca, che è tutto meno che fare   l'interesse degli italiani", ha ribadito i concetti espressi a caldo dopo il voto di venerdì. "Hanno tentato di far cadere il governo con un cavillo burocratico e non avendo idee politiche valide, hanno messo in atto un  trucchetto e tentato un golpe burocratico ma noi siamo stati coesi e abbiamo respinto l’attacco. Hanno cercato di vincere con l’imbroglio, noi abbiamo seguito la strada maestra della democrazia, contando i voti, e abbiamo vinto ottenendo la fiducia per la 51ma volta", ha sottolineato.


"Subito il decreto sviluppo" - Il premier ha poi spiegato che il decreto con le misure per lo sviluppo e la crescita dovrebbe essere pronto entro la prossima settimane. Berlusconi è convinto che il governo arrivarà al termine della legislatura (anche se il ricorso alla urne a primavera sembra un'ipotesi sempre più probabile) e che nel frattempo l'esecutivo completerà "il programma di cambiamenti per ammodernare l’Italia, con l’approvazione di riforme importanti come l’architettura istituzionale dello Stato, il fisco e la giustizia". Poi una battuta contro l'offensiva orchestrata da toghe e media nei suoi confronti. Spiegando l'intenzione di proseguire nel piano riformista, Berlusconi ha sottolineato che "purtorppo ogni giorno c'è chi tenta di mettere in discussione, con offensive mediatiche e giudiziarie, il governo che è stato scelto dagli italiani".

"Sintesi dei provvedimenti" - "Avviso che stiamo preparando una sintesi di tutti i provvedimenti che il governo ha varato negli ultimi tre anni di lavoro - ha poi aggiunto il Cavaliere -. Spero di poterlo inviare a tutte le famiglie italiane che si accorgeranno così di quanto infondate siano le accuse dell'opposizione che dice che siamo incapaci di operare e non siamo idonei al governo del Paese. Nessun governo in Europa, in un periodo di crisi globale come questo, ha fatto tanto e con così brillanti risultati come siamo riusciti a fare noi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    16 Ottobre 2011 - 09:09

    Sei peggio dei sinistri, sei un buffone che non ha neppure la dignità di una ritirata da ogni incarico, dalle dimissioni che uniche ti darebbero almeno la parvenza di una qualche forma di decoro.

    Report

    Rispondi

  • dalca54

    15 Ottobre 2011 - 19:07

    Come e quanto ci hai illuso, hai pensato solo ate stesso. Vai a casa e goditi soldi e gnocca.

    Report

    Rispondi

  • rebarbaro

    15 Ottobre 2011 - 17:05

    Non a quella gente povera ma a quella povera gente dico che la legge elettorale sarà migliorata a favore della destra Berlusconiana o di altri che gli succederanno, che la destra governerà sempre di più, che per la rabbia le belve di Satana della sinistra si scanneranno a vicenda (gioco di cani), che magistratura e scuola saranno travolte dalla cultura di destra - la sola reale e vera - e che questa costituzione, come mostro di aliens, sarà un nebuloso ricordo nella repubblica presidenziale degli stati confederati dell'Italia gloriosa e vera. Quella dei Santi, degli Artisti e degli Eletti che da Pitagora a Virgilio, da Virgilio a Dante e da Dante a Berlusconi la bontà e laTradizione non sono mai venute meno nella terra d'Italia. Ditelo ai giornaletti amici corrierepubblicunitecceterecc...

    Report

    Rispondi

  • gigigi

    15 Ottobre 2011 - 16:04

    Al nostro caro Presidente,vorrei portare a conoscenza,di un fatto che ha originato la mattinata al mercato rionale qui a Roma,di mia moglie e la mia nipotina. Orbene,al momento di pagare per un acquisto ha chiesto ripetutamente lo scontrino,che il venditore ha dichiarato non esserle dovuto. Quando,abbastanza risentita per la risposta,si e' avvicinata ad un gruppo di 6 vigili urbani,posizionati a ca.20 mt.,esponendo il caso,si e' sentita rispondere, che al mercato NON ERA OBBLIGATORIO RILASCIARE LO SCONTRINO! Dopo essersi allontanata dal gruppetto,senza molta convinzione per la risposta ricevuta e dopo che erano trascorsi circa 10 minuti,si e' vista raggiungere da un vigile,abbastanza trafelato,che consegnandole lo scontrino di cui sopra, asseriva ESSERE CADUTO SOTTO IL BANCONE!!! In parole povere, "avallava" la tesi del venditore,che in un primo tempo non aveva voluto consegnarlo all'acquirente. A questo punto,con questo tipo di evasione/evasori,dove vorremmo avviarci qui,in Italia????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog