Cerca

Retroscena radicale: il Pd prega l'Udc

Il retroscena svelato dal segretario Staderini. E anche il centrodestra corteggia i pannelliani

Retroscena radicale: il Pd prega l'Udc
Come mai si accorgono solo ora che i Radicali sono altro da loro? Perché gli anatemi arrivano adesso, dopo che da un oltre un anno le truppe di Pannella si sono autosospese dal gruppo democratico e spesso prendono posizioni diverse rispetto al Pd? Secondo Mario Staderini, segretario dei Radicali italiani, «la tempistica è sospetta». L’obiettivo del Pd, dice, è un altro: «Vogliono far fuori i Radicali per poter fare l’accordo con l’Udc. Cercano di metterci in cattiva luce di fronte al popolo democratico, che su molti temi sta con noi, perché la nostra presenza è di ostacolo a un accordo con l’Udc».

Il giorno dopo l’ennesimo strappo con il Partito democratico a Torre Argentina, quartier generale dei Radicali, è un giorno come un altro. Non fosse per un carabiniere che arriva perché si è sparsa voce che potrebbero finire nel bersaglio degli indignados. Rita Bernardini è a Cremona, dove ha visitato il carcere. Staderini è impegnato in una conferenza stampa. Maurizio Turco, uno dei cinque deputati che, entrando in Aula mentre il resto dell’opposizione stava fuori, ha fatto infuriare i vertici democratici, è al lavoro. «Cosa faremo ora? Continueremo la nostra lotta», spiega Turco, «mentre aspettiamo di capire qual è la loro, di lotta. Abbiamo proposto al Pd iniziative, battaglie di ogni tipo. Ma loro sono presi solo da una cosa: mandare via Berlusconi. E proprio con quelli, Fli e Udc, che l’hanno mantenuto in vita per anni. Senza contare i 4 dell’Idv e 2 del Pd che in questo momento tengono in piedi il governo Berlusconi. E poi il problema siamo noi... Ma è chiaro, è più facile prendersela coi Radicali».

Dal Pdl, intanto, arrivano messaggi di attenzione nei loro confronti. Massimo Baldini, senatore del Pdl, definisce il comportamento dei Radiali in Aula uno dei  «fatti politicamente più rilevanti» e invita il suo partito a «riaprire» con loro «un dialogo e riprendere un cammino comune nell’interesse del Paese». Elio Belcastro, sottosegretario all’Ambiente di Noi Sud, apre all’amnistia, annunciando iniziative nei prossimi giorni per riportare il tema all’attenzione del Parlamento. Attenzioni che al momento, però, cadono nel vuoto. «Noi siamo all’opposizione», risponde Turco. Certo, il futuro non è scritto. «Alle prossime elezioni vedremo quali saranno le condizioni». Ma per ora non se ne parla. 

di Elisa Calessi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brunero48

    17 Ottobre 2011 - 20:08

    Non ho mai votato radicale e non condivido molte posizioni dei radicali su svariati argomenti. Ma riconosco loro una coerenza che il PD e altri partiti non hanno. Avranno tanti difetti ma Pannella e la Bonino sono anni luce di caratura superiore ai vari Dalema, Veltroni, Bersani, Rosy Bindi, Gasparri, La Russa, Fini e Company.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    16 Ottobre 2011 - 22:10

    Considerata 'servizio pubblico' . Vota la sfiducia a Berlusconi ma lo salva. Quando dalle battaglie tipo divorzio, aborto si passa a interessi di cassetta non c'é più cambiamento dalle radici e i radicali (cui aderii in passato) diventano un partito inutile e non piu' un movimento riformatore su grandi temi. Certo in passato é stato con Berlusconi ma i suoi elementi migliori dagli stracci sul sedere sono diventati ricchi (e allora?) e non li vedo proprio in un partito conservatore, l'opposto di quello che hanno predicato.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    16 Ottobre 2011 - 20:08

    Pannella,un pergionaggio politico di oltre 80 anni, fisicamente malandato a causa dei suoi storici digiuni e della sete per dimostrare contro tutti gli abusi cui sono sottoposti da decenni gli italiani, è stato pesantemente offeso sia nello spirito che nel fisico spintonato da questa accozzaglia di pseudi politici per il sol fatto che costui non è in linea politica con il PD. Se questa è la famosa democrazia che vende il PD e la Sinistra oltre all'It.dVao. non possono poi dire come ha detto Bersani ma perchè è successo questo ?- Allora, è vero che la sinistra è la madre della viltà incivile con cui tratta tutti coloro che non sono in linea politica con loro. Questi politici sono rimasti così com'erano i loro padri quando scrivevano sui muri d'Italia Cossiga col K e chiedevano l'impiccagione ddegli allora ministri da Fanfani a Moro. Pannella, ancora una volta, ha dimostrato il vero volto del PD.

    Report

    Rispondi

  • deni_98

    16 Ottobre 2011 - 16:04

    E il solito discorso,Pannella è da mesi che non mangia,e stai dietro a Berlusconi ,qualche briciola ci scappa!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog