Cerca

I futuristi commissariano Italo... ed è tutta colpa delle donne

Fli nomina due vice-coordinatori nazionali: Granata e Toto. L'obiettivo? Marcare stretto Bocchino, al centro di troppi scandali

I futuristi commissariano Italo... ed è tutta colpa delle donne
Futuro e Libertà si riorganizza. La sgangherata formazione politica nata alla vigilia del voto di fiducia dello scorso 14 dicembre, guidata dal presidente della Camera Gianfranco Fini, mette mano al suo organigramma. Di tasselli da spostare, dopo la diaspora che ha colpito il partito fin dal giorno successivo alla sua formazione, ne sono rimasti pochi. Con quel che resta l'obiettivo, incredibile ma vero, sembra essere quello di tenere a bada il vicepresidente e numero uno in pectore, il pasdaran duro e puro del movimento: Italo Bocchino, alias il vicepresidente.

Le nomine -
Ma che è successo in Fli? E' successo che martedì, un fatto passato decisamente in sordina, le agenzie stampa hanno rilanciato la notizia: Fabio Granata e Daniele Toto sono stati nominati vice coordinatori nazionali di Futuro e Libertà per l'Italia. La firma della nomina - recitava un'Adnkronos diffusa in serata - condivisa dai vertici del partito, "è avvenuta oggi da parte del coordinatore nazionale del partito Robero Menia". Ma che cosa significano queste nomine? Significano che i futuristi, di Italo Bocchino - che ha in mano le redini del partito ancor più di quanto le abbia Fini, impegnato dal suo ruolo teoricamente super partes a Montecitorio - non ne possono più: Italo viene commissariato.

Scelta (anche) politica - La scelta ha una precisa connotazione politica. Gli scenari, come è noto, sono nebulosi: il governo reggerà oppure no? Voto o non voto, e quando? Governissimo? Alleanze elettorali, e con chi? In attesa di capire che ne sarà della politica e del palazzo, hanno pensato i futuristi, meglio ingabbiare Italo e i suoi colpi di testa (verbali e non solo). La doppia nomina risponde infatti a una logia ben precisa. Un vice-coordinatore (Granata) rappresenta l'ala più intransigente dei futuristi; l'atro (Toto) è espressione della frangia più moderata. Il ruolo preponderante di Italo si sgonfia, schiacciato tra due muri.

La colpa delle donne - I motivi della scelta, oltre alle logiche politiche, rispecchiano però anche i maldipiancia - parola molto in voga oggi, tra Pdl e Lega - dei militanti. Diversi esponenti di Fli, infatti, non sono più disposti a tollerare le marachelle di Bocchino. Negli ultimi mesi è stato travolto dallo scandalo Mara Carfagna, con cui ebbe una relazione extra-coniugale. Gabriella Buontempo, ex moglie di Italo, parlando al Corriere della Sera (anche dei giorni del tradimento), dipinse un ritratto di Bocchino sconcertante: pieno di sé, arrogante, sempre a correre dietro alle donne.

Italo commissariato - Quindi spuntò l'Ape Regina, quella Sabina Began da sempre vicinissima al 'nemico giurato' Silvio Berlusconi con cui la scorsa estate Bocchino si è accompagnato senza nemmeno nascondersi troppo. E giù un diluvio di polemiche: ma come, Italo, vai in giro con la donna che dice di amare il Cavaliere, vai in giro con la donna che in una grottesca intervista a SkyTg24 spiazzò tutti affermando: "Il bunga bunga sono io?". Pare troppo, anche perché si scopre che Italo, per scorrazzare con l'Ape Regina, si servì anche di un'auto blu. Ultimissime le voci subito smentite (e false) sulle fotografie che lo ritrarrebbero con il trans Manila. Balla, quest'ultima, ma il clamore che suscita Italo è un po' troppo. Meglio commissariarlo, hanno pensato i futuristi. Il primo passo è stata la nomina di Granata e Toto, che adesso lo marcheranno stretto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    20 Ottobre 2011 - 08:08

    certo che con l'età che ti ritrovi, komunista nato, becero diventato, si e' capito finalmente che hai gli stessi gusti di Marrazzo. Non tediarti molto che all'interno del partitino siete in tanti, fate schiera. La dimostrazione di quanto piccolo sei, e' che i tuoi postati offendono sempre qualcuno che non la pensa come te, tipico dei sinistri piu' beceri. Ciannosecco, che ti conosce di nome, ti paragona alla specie piu' ributtante del globo, io la uso per pescare. Torna sui banchi di scuola e fatti insegnare l'educazione.

    Report

    Rispondi

  • tenerif47

    20 Ottobre 2011 - 03:03

    Ho la sensazione che Bocchino sia andato con la Began per carpire qualcosa su Berlusconi..... che Fini sia il peggior presidente della camera di tutti i tempi è cosa nota.. non è capace e ne di capire che è circondato da persone che non valgono nulla e che lo stanno prendendo per il .......... Granata Bocchino ecc.... figurati se gli affido il paese.. quello non è capace neanche di sapere dove si trovsa.....

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    19 Ottobre 2011 - 21:09

    Forse il Gianfry è geloso anche dell'Ital(iucci)o che, sembra, ha più donne di lui ? Deve essere dura credersi il primo, unico e migliore e poi invidiare di quelli che hanno e fanno di più (sarebbe come dire quasi tutti). Ma una visita da uno strizza cervelli non gli è mai stata consigliata ? A forza di fregare donne di altri, di ambire a posti di altri, a tentare di demolire chi ha più di lui, in termini generali, andrà a finire che dovrà tenere specchi oscurati, non fosse mai che s'ingelosisca anche dell'immagine riflessa. Povera destra in che mani è finita ! Neppure Toulouse Lautrec avrebbe potuto dipingerla, che nei postriboli frequentati dall'artista non sarebbe stata ammessa, per evidente oscenità.

    Report

    Rispondi

  • titina

    19 Ottobre 2011 - 20:08

    quei cattivacci invidiosi (delle sue numerose beccate ) gli hanno messo il guinzaglio e la museruola .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog