Cerca

E' Umberto Bossi super show: Fini? Rabbia di chi non conta

Il Senatùr torna sulla polemica relativa alla pensione della moglie: "Gianfranco? Solo un momento d'ira, altro che campagna elettorale"

E' Umberto Bossi super show: Fini? Rabbia di chi non conta
Dopo la pax siglata tra Silvio Berlusconi e l'Europa - che ha promosso il pacchetto proposto nella notte tra mercoledì e giovedì - parla Umberto Bossi, il leader leghista che con la difesa a oltranza delle pensioni ha fatto seriamente traballare il governo (e che riserva strepitosi colpi bassi all'ultimo avversario, Gianfranco Fini). "Con l'Europa ci siamo impegnati, mica potevamo spaccarla - ha spiegato -. E dall'Unione europea è arrivato un giudizio positivo". Così il leader del Carroccio parlando con i giornalisti all'aeroporto di Ciampino. Poi la bordata contro l'amico (?) Giulio Tremonti. Bossi rivendica il fatto che "ci siamo riuniti per fare questa lettera...e Tremonti si è defilato. Sono suo amico - ha aggiunto sornione -, ma Berlusconi ha i voti per fare il federalismo, e questo non l'ho dimenticato".

Nel Bossi show c'è poi spazio per riparlare della rissa alla Camera di mercoledì. Secondo il Senatùr il clima da saloon non deriva dall'avvio di fatto della campgna elettorale, ma da "un momento di rabbia". Senza citare esplicitamente il presidente della Camera, Bossi riserva una colpo da applausi a Gianfranco Fini: "E' un momento di rabbia, non è la campagna elettorale. E' la rabbia di chi non conta più niente", ha sentenziato. La polemica era nata dopo le dichiarazioni di Fini a Ballarò sulla pensione della moglie del ministro delle Riforme. E sulle pensioni il leader del Carroccio ribadisce: "Uno ci va con le leggi che ci sono". Soddisfazione, comunque, per il fatto che nella lettera all’Unione europea, al contrario di quanto scrivono i giornalisti che "potrebbero per questo essere denunciati", "non è cambiato nulla".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Dennis98

    27 Ottobre 2011 - 22:10

    A Libero siete dei fenomeni,o meglio,siete liberi agguinzagliati,fate le battaglie contro pensioni,mortificando anche chi ha 40 anni di contributi,poi se Fini parla della pensione della moglie di Bossi che percepisce da quando aveva 39 anni ,...lui si deve dimettere,...se a percepire la stessa pensione era la moglie di Bersani,allora applicavate il metodo...Boffo....codesta signora,percepisce anche un finanziamento di circa 800.000 euro per la sua scuola privata,.."la bosina".se i risultati sono quelli...del....Trota....e della Gelmini con i neutrini ....fate voi...ovvio che di questo voi non ne parlate!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    27 Ottobre 2011 - 21:09

    Che non gli piaccia che si sappia, é normale. F a parte della casta che lui vorrebbe eliminare. Tra le pensioni baby, la moglie di Bossi che ha aperto una scuola privata con fondi pubblici. Gelminiiii !!! Che voglia mandare al diavolo Fini, faccia pure ma la moglie ha preso la pensione baby non senior. Le cose non cambiano. Ma chi cavolo lo ha nominato Ministro?

    Report

    Rispondi

  • ropalmie

    27 Ottobre 2011 - 19:07

    Abbiamo ammirato Bossi nel difendere le pensioni di anzianità ed evitando cosi un ennesimo soppruso ai danni della gente ha lavorato veramente per anni e che vive di poco. Bravo Umberto. Poi abbiamo visto una carica istituzionale, Fini, andare in una TV di stato per denigrare la moglie di Umberto e poi passare a Silvio Berlusconi. Dovrebbe dimettersi ma non lo farà perchè la pagnotta se la guarda bene anche lui.

    Report

    Rispondi

  • micael44

    27 Ottobre 2011 - 18:06

    Egregio,se lei cerca la coerenza in politica e non ha ancora capito quali debbano essere i requisiti per fare politica, o ha la testa dura (senza offesa) o vive su un altro pianeta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog