Cerca

Bossi, pernacchia a Napolitano e Monti

Il Senatùr respinge il governo tecnico con lo sfottò. Poi sulle pensioni: "Se le toccano facciamo scoppiare una guerriglia"

Bossi, pernacchia a Napolitano e Monti
Umberto Bossi forza nove. Il Senatùr parla chiarissimo: "Facciamo scoppiare la rivoluzione, di sicuro". Così ha risposto a chi gli chiedeva cosa farà se la riforma delle pensioni dovesse essere tra le misure anticirisi inserite nel decreto legge che verrà varato dal Consiglio dei Ministri mercoledì sera. Quindi, se il concetto non fosse ancora abbastanza chiaro, ossi mostra il dito medio e aggiunge: "Se togliamo le pensioni ai lavoratori che hanno sempre lavorato per dare i soldi a Roma - ribadisce - scoppia la rivoluzione".

La pernacchia a Monti - Poi nel mirino del leader del Carroccio ci finisce anche l'economista Mario Monti, papabile traghettatore di un governo tecnico caldeggiato da opposizioni e presidente della Repubblica. Ai cronisti che lo incalzavano su questa eventualità, Bossi ha risposto con uno dei gesti a lui più cari: la pernacchia. Per Giorgio Napolitano, invece, ha toni più concilianti. Sull'appello alla coesione e alle larghe intese lanciato martedì sera ha spiegato: "Va bene, ma bisogna vedere quello che signific". Poi una battuta su Silvio Berlusconi. Deve fare un passo indietro?, chiedevano i giornalisti. "Berlusconi non lo fa - ha risposto il Senatùr -. Inutile chiedere, tanto quello non lo fa". E a chi gli chiedeva se un passo indietro del Cavaliere fosse necessario, il leghista ha risposto con un laconico "no comment".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • michelangelobellomo

    02 Novembre 2011 - 22:10

    E' vergognoso che un Ministro spernacchi e mostri il dito medio come un cafone , sono indignato che una persona del genere ci rappresenti . Non riesco a comprendere la politica di Berlusconi che si fa "dettare le leggi" dalla lega Nord. Svegliati Silvio!!!

    Report

    Rispondi

  • michelangelobellomo

    02 Novembre 2011 - 22:10

    E' vergognoso che un Ministro spernacchi e mostri il dito medio come un cafone , sono indignato che una persona del genere ci rappresenti . Non riesco a comprendere la politica di Berlusconi che si fa "dettare le leggi" dalla lega Nord. Svegliati Silvio!!!

    Report

    Rispondi

  • diegocante

    02 Novembre 2011 - 22:10

    Visto il dito medio si può essere un pochino volgari. CALCI IN CULO e fora dai bal per un ministro che ormai è alla frutta e, come un pupazzo osceno, sa solo mostrare il medio, dire parolacce e fare le pernacchie. Orami non lo fanno nemmeno più i bambini alle elementari. E' rimasto solo, solo con il suo fallimento. Facciamo in modo che resti il SUO di fallimento e non diventi anche il nostro.

    Report

    Rispondi

  • Ruedi

    02 Novembre 2011 - 21:09

    ...Appunto, se le opposizioni la smettessero, le pernacchie non ci fossero state...., il Senatur é da condividere, perché sono le opposizioni a rovinare il Paese non Berlusconi col suo leggimo Governo, perché alle opposizione non basta la recente fiducia a questo Governo??? A mio avviso gli italiani, questo non lo capiranno mai!!! È l'insistere su questa posizione che le opposizione creano ulteriori veleni, dovrebbero capirlo e finalmente cominciare a lavorare iniseme per il bene dell'Italia!!! Inoltre penso che i problemi dell'Italia non lo risolverebbe Mario Monti,....e solo la sua eventuale disponibilità, mi lascia molto perplesso...!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog