Cerca

Ecco il progetto di Fini: patrimoniale subito

La riforma del presidente della Camera? mettere le mani nelle tasche degli italiani. E attacca Berlusconi: "Burattinaio"

Ecco il progetto di Fini: patrimoniale subito
Silvio Berlusconi è "diventato il burattino principale" del teatrino politico italiano. Ancora una volta è durissimo il giudizio che il presidente della Camera, Gianfranco Fini dà sul premier, a poche ore dal Consiglio dei ministri che si è tenuto mercoledì 2 novembre e dall'inizio, tra qualche ora, del G20 a Cannes. Se il governo non ha varato un decreto, ha affermato Fini ospite alla trasmissione Agorà su RaiTre, la colpa "non è del Quirinale" ma del fatto che "Berlusconi difende i suoi interessi" e "dalla sua incapacità di governare". Fini ha detto che "la situazione italiana è talmente grave per la credibilità del nostro esecutivo, che anche un provvedimento efficace o dignitoso brucia i suoi effetti. Le vicende degli ultimi mesi, i comportamenti incomprensibili agli occhi del mondo hanno fatto si che il Presidente del Consiglio non sia creduto. Mi spiegate in quale altro Paese del mondo può accadere che un ministro dell'economia e il presidente del consiglio non si parlino? Il problema è la credibilità del presidente del Consigli".

Sì alla Patrimoniale
"Nel Pdl non si rendono conto  di quanto ingiusto sia dire che non si può mettere una tassa patrimoniale, come continua a dire il presidente del Consiglio,   perchè questa colpirebbe i loro elettori di riferimento. Ma il Pdl   non è un club di milionari". Lo ha detto il presidente della Camera   Gianfranco Fini, parlando della crisi economica e del dibattito sulle   misure per fronteggiarla, concludendo a Firenze il primo congresso   regionale di Futuro e libertà.   A proposito delle polemiche su questo tema e su altre proposte   in ballo per rilanciare la vita economica del Paese, Fini ha   osservato: "L'Italia merita di più di questo nel momento in cui siamo  chiamati a fare sforzi comuni. Merita di più della divisione tra gli   amici di Berlusconi e chi vuole abbattere Berlusconi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corto lirazza

    05 Novembre 2011 - 10:10

    ...questo qui a pensare di poter disporre delle misere e sudate economie di tanta povera genete, lui che non sa fare nulla e non ha mai lavorato?

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    04 Novembre 2011 - 12:12

    Fini, l'unica cosa che ti è rimasta è l'arte oratoria,che per avanzamento della sclerosi fra non molto ti abbandonerà come la maggior parte dei tuoi elettori. Sono tanto pentito di averti dato il mio consenso elettorale sin dal mio primo voto,perché credevo nella tua serietà. Non avrei mai creduto, che un giorno saresti diventato amico dei tuoi nemici e anche burattino dei comunisti!

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    04 Novembre 2011 - 12:12

    Fini, l'unica cosa che ti è rimasta è l'arte oratoria,che per avanzamento della sclerosi fra non molto ti abbandonerà come la maggior parte dei tuoi elettori. Sono tanto pentito di averti dato il mio consenso elettorale sin dal mio primo voto,perché credevo nella tua serietà. Non avrei mai creduto, che un giorno saresti diventato amico dei tuoi nemici e anche burattino dei comunisti!

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    04 Novembre 2011 - 12:12

    Fini, un piccolo uomo dal basso QI ed enorme presunzione, traditore e costituzionalmente inaffidabile, attaccato alle poltrone da una vita: la pulce che insediatasi sul dorso dell'elefante crede di esser lei a sollevar polvere avanzando lungo il sentiero. la miglior definizione? Inutile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog