Cerca

Libero Referendum: "Silvio, tieni duro"

Il 98% dei lettori chiede di non mollare. Video di Belpietro

Libero Referendum: "Silvio, tieni duro"
Novantotto lettori di Libero su cento chiedono a Silvio Berlusconi di restare. Migliaia di lettori, da Nord a Sud, hanno risposto al referendum sul Cavaliere lanciato venerdì dal direttore Maurizio Belpietro. Avevamo chiesto se il premier deve andare a casa, cedere il passo a un tecnico oppure andare verso le elezioni.  Avevamo deciso di accettare solo lettere e fax per evitare che qualche furbetto votasse due volte. Dalle prime ore del mattino di venerdì ai nostri fax sono arrivate moltissime lettere. Come scriveva il direttore Maurizio Belpietro nel suo editoriale di oggi, 5 novembre, "la stima non è facile, ma diciamo che oltre il novanta per cento di chi ha scritto ritiene che Silvio non debba fare proprio nessun passo indietro. Altro che dimettersi e passare la mano a un professore nominato dall'alto. Macché valigie o sostituti". E questo "novanta per cento", con le adesioni raccolte nelle ultime ore, è diventato il 96 per cento.


Certo, qualche centinaio di lettori chiede al premier di andarsene, di lasciare il campo a nuove facce, ma si tratta di una minoranza perché la maggior parte di lettere e fax scritte da voi invita Silvio Berlusconi a continuare. Molti, anche tra quelli che gli chiedono di non mollare, non gli lesinano critiche, evidenziano gli errori commessi dal Cavaliere e dalla sua maggioranza ma preferiscono dire l'ultima parola a fine mandato. E se anche non avesse più i numeri per andare avanti, la maggioranza preferisce il voto al governo tecnico. 







Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Augusto Giacomini

    12 Novembre 2011 - 00:12

    a voi favorevoli? mavalàmavalà

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    08 Novembre 2011 - 15:03

    Non deve assolutamente cedere. Cadremmo nel baratro più nero .

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Novembre 2011 - 13:01

    Non fare l'ingenuo,gli ultimi fatti stanno a dimostrare che la politica in Italia è fatta di tradimenti,di mancanza della parola data,praticamente senza il senso dell'onore.E tu con una maggioranza risicata,ti levi metaforicamente le mutande e ti offri all'opposizione che preannuncia ostruzione ad oltranza?Siamo seri,con una opposizione come questa,la peggiore degli ultimi 1500 anni,non esiste dialogo.

    Report

    Rispondi

  • roby64

    08 Novembre 2011 - 13:01

    Cosa ha fatto l'opposizione? Se quando c'è da votare qualcosa di importante invece del dibattito parlamentare la maggioranza sceglie il blindatissimo voto di fiducia,ne converrai con me che c'è poco da proporre!!!Dal 2008 il governo ha chiesto la fiducia 45 volte e non su temi di poco conto..decreti su fisco,scuola,sicurezza,universita',scudo fiscale,milleproroghe,manovre,federalismo,ominibus,sviluppo,per non parlare poi i vari lodi e legittimo impedimento.Cosa vuoi proporre o dibattere quando forte di una grande maggioranza il governo si blinda e non lascia possibilita' di repliche?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog