Cerca

Maroni stacca la spina al Cav "Non accanirti, è inutile"

Il ministro dell'Interno paragona il governo a un malato terminale: la maggioranza non c'è. Per la Lega nessuna alternativa al voto

Maroni stacca la spina al Cav "Non accanirti, è inutile"
"Inutile accanirsi, la maggioranza non c'è più". Anche il ministro dell'Interno Bobo Maroni stacca la spina e paragona il governo a un malato terminale. A un certo punto bisogna guardare in faccia la realtà piuttosto che andare avanti con un accanimento che porta comunque alla fine. "Non siamo disponibili a maggioranze diverse da quelle uscite dalla urne", dice Maroni a Che tempo che fa di Fabio Fazio. "Le alleanze si fanno prima altrimenti sarebbe come stravolgere le regole. Se il governo case si va a votare. Una nuova legge elettorale si può fare in tre settimane: a me piaceva molto il Mattarellum". Una decisione quella di parlare in televisione, proprio nella trasmissione di Fabio Fazio, che sembra dettata dalla necessità di parlare alla gente perché il rischio è di "finire sotto le maciere", di essere travolti insieme a Berlusconi.


Maroni fa sapere che in caso di nuovo governo tecnico, allargato all'Udc, il Carroccio resterà all'opposizione: per la Lega non c'è nessuna alternativa al voto. Maroni è sicuro che, se anche si riuscisse a incassare il voto sul rendiconto non ci sono più i numeri. Possiamo resistere al massimo dieci giorni". E, immaginando di parlare direttamente al premier, ha detto: "L'unica strada possibile è che scelga tu il successore e a spianare la strada verso le elezxioni. Se continui questa sfida e cadi, la tua fine sarà ingloriosa".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beylerbey

    08 Novembre 2011 - 09:09

    Egregio Niktesia, guardi che io parlavo di sostanza,la dietrologia non mi interessa affatto. Credo lei abbia interpretato il mio post che, al contrario, è solo da leggere.Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • niktesla

    07 Novembre 2011 - 21:09

    Io invece noto con dispiacere che il Prof. Ciannosecco ha una Fede incrollabile nella Santa Causa... Beato Lui! Peccato, però, e complimentoni per aver decrittato così argutamente il mio Nick... Quanto a Beylerbey mi spiace dovergli dire che le sue argomentazioni dietrologiche non mi intrigano: conta la sostanza! Cordialità e saluti a entrambi.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    07 Novembre 2011 - 19:07

    Noto con piacere che ti senti parte in causa.Se sei stato un ex elettore di Berlusconi e adesso gli auguri un suicidio,questo è coerente con il tuo nick,sei come la corrente....alternata,non sei stabile.

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    07 Novembre 2011 - 19:07

    Gardini si sarebbe suicidato per lei? Oppure "lo hanno suicidato"? Ma ha proprio ragione il Sig. Ciannosecco, saper leggere non vuol dire comprendere appieno il significato dello scritto. Piccola annotazione: Gardini fu trovato a circa 2,5 metri dalla pistola che avrebbe usato per il suicidio. Particolare inizialmente riportato ma poi decisamente smentito dagli inquirenti.E il motivo era ed è molto semplice: l'uomo dava fastidio,molto fastidio. E provi un poco a indovinare a CHI dava fastidio? Dai, un piccolo sforzo e ce la può fare.....attendo di leggerla. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog