Cerca

La Lega: Ora governo tecnico Bossi vuole fare opposizione

Il Carroccio sostiene il governo di transizione guidato da Alfano. Ma medita di passare all'opposizione per recuperare voti

La Lega: Ora governo tecnico Bossi vuole fare opposizione
Umberto Bossi nelle sue previsioni aveva sbagliato solo una cosa: credere che la maggioranza alla Camera avrebbe trovato i numeri. "Non succederà nulla", aveva annunciato il Senatùr. Ma, se per l'opposizione questa differenza è tutt'altro che sottile, per il Carroccio la sostanza non cambia. Il problema per il leader della Lega era prima e rimane tuttora il futuro. Voto più voto meno, come si può andare avanti così, aggrappandosi ad assenti o astenuti? Ma all'interrogativo il Senatùr ha trovato la risposta. Voto subito? Non più. La strada è quella di un governo  tecnico.

Bossi cade in piedi - Certo non è il governo tecnico la soluzione che la Lega ha indicato nelle ultime ore: la prima scelta, ma soprattutto quella dichiarata, è quella di un governo guidato da Angelino Alfano, segretario del Pdl. "E sennò chi? Il segretario del Pd?", risponde sibillino Bossi.  Ma, anche se così non fosse e si verificasse l'ipotesi di un governo Monti (o chi per esso), Bossi cadrebbe in piedi. Il governo tecnico sarebbe per la Lega come un banco di prova perché darebbe la possibilità al partito di recuperare i voti persi e di calmare i dissidi interni.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guido.blarzino

    08 Novembre 2011 - 21:09

    Io non metto in dubbio il fiuto e l'astuzia di Bossi. Ma ha voluto conciliare partito di governo e di lotta. Bertinotti docet

    Report

    Rispondi

  • europol

    08 Novembre 2011 - 18:06

    Ma che vuole cambiare questa testa vuota,che se non fosse per Berlusconi,vorrei vedere come farebbe a fare il ministro,lui con la sua terza media inferiore e quel testone vuoto di maroni.Vero che Alfano e la persona giusta al posto giusto,intelligente,onesto,capace e si fa capire quando parla.Purtroppo come già accennato in una mia lettera che ho inviato alla sua posta elettronica,il Presidente è accerchiato di un po di immondizia che deve essere scrostata immediatamente.Presidente BERLUSCONI NON SI DIMETTA.

    Report

    Rispondi

  • fustigor

    08 Novembre 2011 - 18:06

    A questo punto credo non sia imagginabile alcuna "uscita" onorevole ma solo una fine "miserevole" come quella (per sua fortuna, non cruenta) dell'amico Gheddafi. Alla faccia dei suoi sostenitori , il Pompetta (come da etichetta DAGOSPIA) darà veramente esempio di grandi doti di "statista"- AD ASTRA PER ASPERA,Fustigor

    Report

    Rispondi

  • m.nicolini

    08 Novembre 2011 - 17:05

    Cari sinistri adesso sarete contenti avete fatto fuori l uomo non il partito adsso viene il bello vogliamo vedere con quali voti governerete alla camera ma sopra tutto al senato adesso tocca a voi dare risposte agli italiani in merito come pensionii liberalizazioni ecc ecc o metterete ancora tasse come di solito avete sempre fatto?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog