Cerca

Silvio: "Dopo di me solo il voto"

Berlusconi: "Dobbiamo prendere atto di non avere la maggioranza che credevamo di avere. Ma ora dobbiamo preoccuparci dell'Italia"

Silvio: "Dopo di me solo il voto"
Silvio Berlusconi riconosce che "il governo non ha più la maggioranza che credevamo di avere. Dobbiamo prendere atto di questa situazione". Così il Cavaliere in un intervento telefonico al Tg5 dopo aver concordato al Quirinale un passo indietro dopo l'approvazione delle misure anti-crisi che l'Europa ci impone. La crisi di governo ha seguito il deludente esito del voto alla Camera sul Rendiconto dello Stato. "Dobbiamo preoccuparci della situazione italiana e del fatto che i mercati non credono  che l'Italia sia in grado di farcela. Dobbiamo dimostrare al mercato che facciamo sul serio, è la prima cosa. La cosa più importante è fare il bene del Paese", ha continuato Berlusconi. Poi una battuta sui futuri scenari politici: "Dopo il varo della legge di stabilità ci saranno le mie dimissioni in modo che il capo dello Stato possa aprire le consultazioni e decidere sul futuro: non spetta a me" decidere cosa dovrà succedere, "ma io vedo solo la possibilità di nuove elezioni" perché "la Camera dei deputati è paralizzata. In Senato, invece, il centrodestra ha ancora la maggioranza".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mardur1972

    09 Novembre 2011 - 09:09

    ma poi ne copia le battute. Dopo di me... A silvio HAI PERSO! Quando si perde...non si decide...si va a fanc*** Quello che succede spettera a chi gioca ancora la partita non tu. RITIRATI NEGLI SPOGNIATOI E SPARISCI DAI CO****NI

    Report

    Rispondi

  • PartitoDemagogico

    08 Novembre 2011 - 21:09

    solo in da fidel castro o in cina si viene governati da gente che si mette li da sola. A votare subito. Certo questo al PD non piace per niente perche' si troverebbe a governare la prossima primavera in questo pessimo periodo economico, finendo ulteriormente nel baratro. Meglio per loro metter li quattro pagliacci finche' le acque non si calmano o da crocifiggere. Ma in democrazia i governi li sceglgono il popolo.

    Report

    Rispondi

blog