Cerca

Tonino torna col Pd: asse antiCav

Il leader Idv: "Appoggio totale alle riforme, prima di votare la fiducia a Monti vogliamo nomi, programmi e durata". Bersani ride

7
Tonino torna col Pd: asse antiCav
Si ricostituisce il fronte anti-Cav, anche se Berlusconi non sarà più premier. Antonio Di Pietro ha ceduto alle lusinghe del Pd e di Pier Luigi Bersani e alla fine pare, dopo un lungo tira e molla, aver detto sì a Mario Monti. Anche se a una condizione. Nessuna fiducia al buio al governo tecnico, ma "a Monti come persona ed economista dò e darò tutto l'appoggio possibile di un partito vero che vuole che faccia riforme e ridia credibilità all'istituzione". Così l'uomo di Montenero di Bisaccia rivolta la frittata e si mangia, in un batter d'occhio, quanto ribadito in questi giorni. Il leader Idv ha in ogni caso cercato di smarcarsi, o perlomeno di mantenere un minimo di autonomia di movimenti: "L'Idv non può dare la fiducia al buio, prima di conoscere chi sono i componenti del governo, qual è la coalizione che l'appoggia ed il programma. Mi pare che sia una cosa ovvia in democrazia". Ma un'altra frase svela, di fatto, il probabile ricongiungimento tra Italia dei Valori e Partito democratico: "Se è vero come è vero che i mercati non possono aspettare, Monti potrà fare quegli interventi di urgenza che vogliamo sapere nel merito quali sono e non devono essere macelleria sociale. Però ci deve essere chiarezza sui tempi entro cui andare alle elezioni con una nuova legge elettorale". Una condizione facilmente superabile: l'importante è ricompattare l'opposizione che vuol diventare maggioranza.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    12 Novembre 2011 - 15:03

    cosa ti hanno promesso per questa fiducia? Come anche tu ti sei fatto comprare? O forse sei uno dei responsabili del PD? Ma i responsabili non erano quelli che erano comprati?.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    12 Novembre 2011 - 01:01

    Bravo Dipietro. Lo dico da elettore di Dx. I giochi del PDL non mi piacciono, mi sembrano giochi SPORCHI. Le riforme il PDL non le ha fatte pur avendo tutto il tempo ed il modo per farle, e ora si vorrebbe farle fare ad un NULLA come Alfano o peggio un Dini ? le rifome le può fare solo Monti, e solo se la schifezza che siede in parlamento voterà a favore, e chiuqnue faccia giochi sporchi DOVREMO CANCELLARLO ALLE PROX ELEZIONI.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    11 Novembre 2011 - 23:11

    Pensare che la Consulta costituzionale in tutta questa schifezza in atto non si fa nemmeno sentire. A cosa servono istituzioni che dovrebbero controllare le altre quando invece fanno finta di niente e lasciano fare il peggio del peggio? Il popolo sovrano? La Democrazia? Che robba è? Per loro vale il motto "io non c'ero e se c'ero dormivo!" Ma andate tutti quanti a f.....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media