Cerca

Draghi detta la linea a Monti: scrive lui l'agenda di governo

Incontro tra il presidente della Bce e il possibile prossimo premier a Palazzo Giustiniani: ribadite le richieste della Ue

Draghi detta la linea a Monti: scrive lui l'agenda di governo
E' durato circa un'ora l'incontro tra il neo-presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, e il neo-senatore a vita, Mario Monti, indiziato numero uno per la guida del governo tecnico caldeggiato da Giorgio Napolitano e che dovrebbe essere istituito dopo la formalizzazione delle dimissioni di Silvio Berlusconi. Il faccia a faccia tra i due, a Palazzo Giustiniani, può essere inquadrato come una sorta di versione 'orale' della lettera che l'Eurotower ci spedì lo scorso agosto per imporci l'agenda di governo con cui quietare la crisi economica e le pesanti ripercussioni che ha avuto su Piazza Affari, le Borse europee e i nostri titoli di Stato. Mario Draghi, ex presidente di Bankitalia, forte del suo nuovo ruolo continentale detta la linea del governo di Mario Monti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vgrossi

    12 Novembre 2011 - 23:11

    la questione è chiara: i mercati hanno dichiarato che l' Euro vale 1/3 meno del suo valore dichiarato. Ora questo terzo o lo pagano TUTTI i paesi euro, germania compresa, svalutando l' Euro, o si cerca di scaricarlo sui paesi "spendaccioni", PIIGS. Ma, per quanta "austerità" sia possa IMPORRE ai PIIGS, i denari non bastano: dove trovi 500 MILIARDI in Italia ? quindi si continua a "tamponare" senza decidersi, FACENDO FINTA di fare, massacrando i PIIGS ma senza affrontare il nucleo del problema, ossia 1 Euro=1.15 dollari O MENO. La BCE non emetterà il denaro necessario. Quindi l' Euro, a medio (o breve) termine si spezzerà, i PIIGS usciranno ed emetteranno la loro svalutata moneta, insieme CERTAMENTE alla Spagna e molto probabilmente alla Francia. L' Euro resterà Germania, Olanda, Finlandia, Slovenia, forse Belgio. Se tutto va bene torneremo alle cosa vere, Schengen, sennò al MEC o addirittura alla CECA. E tu discetta di Monti e Draghi, e continua a contemplarti l' ombelico ...

    Report

    Rispondi

  • spalella

    12 Novembre 2011 - 20:08

    Che Draghi ''detti'' le regole mi sembra stano, certo Monti non ha bisogno di nessuno che gli insegni. Magari è stato un chiarimento tra due pari che hanno responsabilità ed incarichi diversi ma che devono convergere su un problema quasi comune. Insomma il problema è USCIRE DALLA CRISI RIFORMANDO QUESTO STATO COLABRODO, uno stato ingiusto, uno stato dei privilegi, E SPERO PROPRIO CHE MONTI CI RIESCA.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    12 Novembre 2011 - 19:07

    approfittate del momento delle sinistre che ballano e passate in fretta misure piu' dure contro i mantenuti statali , le sinistre quando capiranno cosa e' successo e dovranno andare a lavorare sul serio si rivolteranno contro ma ormai sara' gia' tardi perche' avremo gia' risparmiato un sacco di soldi licenziandoli in tronco in massa e riducendo drasticamente gli stipendi che rubano agli altri Italiani (e a i tedeschi). Il debito pubblico ringraziera' , tutta l'Italia che produce ringraziera'. coraggio e buon lavoro.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    12 Novembre 2011 - 19:07

    mi raccomando non dimenticatevi dei parassiti statali, 20% in meno sullo stipendio subito (fate cosi': fate fare proposte di trasferimenti impossibili e aspettare 10minuti per la risposta , poi giu' coi tagli di stipendio, immediatamente) ci sara' da fare piccole modifiche al dispositivo, non sara' un problema. Un'altra cosa: mettere l'obbligo di identificare chi rilascia interviste televisive: se sono impiegati statali che strillano allora usare i licenziamenti istantanei per giusta causa. e via, un parassita in meno e noi risparmiamo un sacco di soldi (lo stipendio, la pensione a vita: basta uno solo licenziato e gia' vedremo i benefici) vediamo se la aggiustiamo questa nostra Italia bella. coraggio Monti, coraggio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog