Cerca

Ok alla legge di stabilità. Diretta di Franco Bechis

I commenti-sms del vicedirettore di Libero all'ultimo atto di Berlusconi premier, il voto a Montecitorio sul ddl stabilità

Ok alla legge di stabilità. Diretta di Franco Bechis
Alla Camera l'ultimo voto per Silvio Berlusconi: è stato approvato con 380 'sì' il ddl stabilità che contiene il maxiemendamento con le misure anti-crisi che ci chiede l'Europa. Poi il Cavaliere si recherà al Colle, dove si è già radunata una folla di sciacalli, per formalizzare le sue dimissioni. Quindi scatteranno le ore più convulse della recente storia politica italiana. Governo Monti? Quali ministri? Solo tecnici o anche politici? E che programma? Patrimoniale sì o patrimoniale no? Per il momento ci limitiamo alla diretta sms dall'aula del vicedirettore di Libero, Franco Bechis.


La diretta sms

19.26 - A raccogliere gli insulti di Di Pietro anche i microfoni del Tg1. Non credo andranno in onda. (La Piazzetta Loreto di Di Pietro: guarda il video del comizietto improvvisato dal pasdaran dell'Italia dei Valori su LiberoTv)

19.23 - Davanti a Palazzo Chigi Di Pietro chiama B. il piduista e i ministri i "gerarchetti". Ecco la solidarieta'nazionale...

19.12 - Con le ultime nomine Napolitano è in grado di influenzare la Corte. Obiettivo: non ammettere referendum elettorali. Sono un ostacolo per Monti.

19.10 - E ora so che Cesare Mirabelli è in pole position su giustizia, e che clima Corte Costituzionale potrebbe cambiare...

19.06 - E almeno una cosa chiara ho: sono tutti incazzati con Franceschini, che ha bombardato il governo Monti a tradimento...

19.05
- So che Gianni Letta sarebbe stato ottimo ministro o sottosegretario. Ma non lo sarà.

19.03 - Adesso so ad esempio che Monti non era un tifoso della patrimoniale, ma la farà.

18.21 - Ho trovato un testimone diretto degli incontri di ieri di Van Rompuy. Dice che ha avvertito che senza soluzione lunedì maxi vendita Btp.

18.04 - Nicola Cosentino riunisce i fedelissimi. Uno di loro ride: "Monti può mettere tutti i tecnici che vuole. Poi deve passare di qui.."

18.03 - La Rossi, una delle Petacci di Silvio, sta ripercorrendo le immagini di questi anni con Luca Telese.

17. 59 - Scajola marcia parlando fitto fitto con Bocchino.

17. 42 - Santo Versace ha fatto il secondo passo: è andato con Francesco Rutelli che lo ha accolto a braccia aperte.

17.40 - In aula passo d'addio di Scilipoti. insulta la truppa di Monti: mercenari e delinquenti..

17.37 - Cicchitto ha aperto sulla tassazione dei "grandi patrimoni". E' la maginot concordata fra Berlusconi e Monti. Il governo c'è..

17.35 -
L'aula intanto sembra una arena, altro che governissimo! Franceschini fa un intervento incendiario.

17.31 -
Cicchitto è perfino moderato al confronto. nel suo intervento ha pronunciato la parola chiave sul debito pubblico.

17.29
- A Casini si avvicina Verdini. Devono parlare. Casini mi guarda: "Davanti a te non mi fido". Giuro: "Sono riservato". Mi prendo un vaffa...

16.53 - Ho parlato con Rutelli. Dice che è delicato parlare di patrimoniale. Frena sui tempi: governo in carica lunedì o martedì.

16.46
- Rutelli contestato dagli indignados. Loro non sanno ma ha tre paginette con il programma per Monti.

16.40 - Ecco Barbato, Idv. Si era dimenticato che c'era il voto. Arriva di corsa con il trolley.

16.32 - Lo slogan più gettonato: più carta igienica nelle scuole, meno cessi in parlamento.

16.28 - Camera, ultimo voto per Berlusconi. Fuori bandiere degli indignados. Slogan cosi cosi'

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    12 Novembre 2011 - 21:09

    Dopo averlo tradotto in dialetto lumbard. Ma come si é potuto andare avanti con la Lega? Gli economisti hanno fatto sommari conti: le devolution hanno rappresentato una fetta enorme di spesa. Quello che é mancato negli ultimi 20 anni: annullare la parte della Costituzione (con legge costituzionale) sul decentramento che era giustificato nel 1946 dove si era sotto il terrore che potesse ricostituirsi un partito fascista o analogo. Di più, con l'informatica, si possono trasmettere ai centri decisori, in una frazione di secondo tutti i documenti che tempo addietro impiegavano giorni di spostamenti (se arrivavano). Si sono invece moltiplicati uffici, prebende e connubi locali tra amministrazione/politica e poteri economici.

    Report

    Rispondi

  • nerbustrella

    12 Novembre 2011 - 19:07

    il popolo è femmina ,ama farsi fottere.

    Report

    Rispondi

  • nehopienele

    12 Novembre 2011 - 19:07

    Ma perche' andare subito a nuove elezioni? Facciamo un nuovo "governicchio" con gente si competente, ma non in grado di gestire uno stato !! Dietro le quinte c'e' il fatto che i "nuovi assunti" al parlamento non perderebbero il il vitalizio con un governicchio !! Luridi bastardi politici !! Ma quando andate a casa a fare i magüt ?? Voi siete la rovina dell'Italia, con benefits, auto blu, aerei blu, parrucchieri blu, ristoranti blu, biglietti treno blu, centri benessere blu, palestre blu, e tutto il resto di agevolazioni blu !! Anch'io ho un'auto blu, ma me la sono pagata !! Föra di bal !!! Nuove elezioni !!! (con meta' parlamentari, con 12.000 di stipendio ma senza alcun privilegio (soprattutto consulenze a parenti e amici))

    Report

    Rispondi

  • a.trunfio

    12 Novembre 2011 - 19:07

    LEGGETE QUANTO SCRIVEVA IL 24 OTTOBRE 2002 DI MONTI, COMMISSARIO EUROPEO !! Listen, Mario Europe's competition policy needs clearer guidelines and better administration Oct 24th 2002 | from the print edition MANY American businessmen have regarded Mario Monti as the corporate equivalent of Saddam Hussein ever since he dared last year to block Jack Welch's audacious bid to merge Honeywell into GE. Though fears that Europe's chief trustbuster would provoke a trade war over merger policy have subsided, not least because merging is currently so unfashionable, those businessmen feel that European competition policy is in urgent need of, ahem, “regime change”

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog