Cerca

La manovra lacrime e sangue: Ci toccano Ici e patrimoniale

Ora dopo ora si fa più chiaro il piano di Monti per risanare i conti: tasse e poi la riforma delle pensioni

La manovra lacrime e sangue: Ci toccano Ici e patrimoniale
Non lacrime e sangue come ha detto lo stesso Monti, ma molti sacrifici. Si va dilineando, in questi giorni di febbrili consultazioni che l'intenzione di Mario Monti è di fare un piano di riforme per la crescita e l'equità sociale. Dall'altro cil ontrollo dei conti e della finanza pubblica. In programma c'è la riforma delle pensioni (ma su questo punto la Lega ha già detto che farà opposizione), il ritorno all'Ici ma con la rivalutazione delle rendite catastali. Ma nel suo menu c'è anche la liberalizzazioni delle professioni (i tempi sono indicati nella lettera inviata da Berlusconi all'Europa). Monti intende introdurre la patrimoniale sui grandi patrimoni (anche se il Pdl dice no), intervenire su telecomunicazioni, trasporti, assicurazioni, servizi postali, rete di carburanti. E ancora: le dismissioni, le privatizzazioni e un probanile rafforzamento delle misure contro l'evasioone fiscale. Inoltre, il prof vuole accerlerare la revisione della spesa storica di tutti i ministeri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Martino43

    16 Novembre 2011 - 09:09

    ICI per tutti? Bene! Spero, imploro, prego, pagheranno i Sindacati, le Coop, il Vaticano?

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    16 Novembre 2011 - 08:08

    ... a parte il fatto che questi nobili sacrifici si limiteranno a PEGGIORARE la situazione, ti invito a ragionare un attimo. La Costituzione, art. 54, afferma che TUTTI hanno il dovere di contribuire in ragione della propria CAPACITA' CONTRIBUTIVA secondo aliquote progressive. Quindi non puoi tasseare un ricco PERCHE' E' RICCO, ma solo in ragione della sua CAPACITA' CONTRIBUTIVA. Attento, non è unn sofisma: Se tassi uno perchè è ricco, crei DUE categorie, i "non ricchi" ed i "ricchi"con obblighi diversi, e questa è una bestialità. Non è un terreno facile, credimi, come non è facile stabilire cosa sia un "grande patrimonio". Molti confondono patrimonio con reddito, ma sono cosa completamente diverse: pensa uno può possedere un castello meraviglioso, che ha un valore teorico enorme, ma un valore effettivo molto basso (chi compra un meraviglioso castello da risistemare ?) ed un reddito nullo, o peggio negativo, uno un carrettino di gelati a Ischia,valore nullo, reddito alto ...

    Report

    Rispondi

  • ex finiano

    15 Novembre 2011 - 23:11

    Lacrime e sangue chi non riesce ad arrivare a fine mese, non chi ha tanto di quel denaro che trabocca dalle tasche! Sanguisughe! Devono prima iniziare a tagliare tutti i privilegi loro!!

    Report

    Rispondi

  • ex finiano

    15 Novembre 2011 - 23:11

    L'Ici sulla prima casa è un furto! Gli stessi soldi potrebbero prenderli se venissero tassate gradualmente le seconde, terze, quarte ....e così via!! Le pensioni di anzianità devono toccarle dopo aver tagliato le PENSIONI D'ORO!! Ditemi Voi se ad un pensionato da oltre 30.000 euro al mese gli dovessero decurtare 5.000 euro, non riuscirebbe forse a farcela lo stesso? Mentre se ad un dipendente che guadagna meno di 1.800 euro al mese gliene prendono anche 100 non sa se riesce ad arrivare a fine mese, nonostante i salti mortali, i sacrifici e le innumerevoli rinuncie!! Se mettono ancora mano alle pensioni d'anzianità è perchè voglio tutelare ancora i privilegi della CASTA!! Loro dopo qualche giorno di parlamentare possono già prendere oltre 3000 euro di pensione. Vedrete, tra di loro non si toccano, la casta è la casta!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog