Cerca

E' nato il governo del Nord Peccato non ci sia il Carroccio

I ministri sono quasi tutti di Torino e di Milano, ma paradossalmente la Lega Nord non lo appoggerà. Mistero sul programma

E' nato il governo del Nord Peccato non ci sia il Carroccio
E’ il governo più nordista di sempre, ma paradossalmente il Carroccio non lo appoggerà. L’esecutivo ricorda quelli post-unitari, carichi di tecnici e intellettuali provenienti dall’asse Milano-Torino. Dal capoluogo torinese arrivano infatti Elsa Fornero, vicepresidente di Intesa Sanpaolo e neo ministro del Lavoro delle Politiche sociali, e Francesco Profumo, rettore del Politecnico torinese e nuovo responsabile di Università e Istruzione. Dall’ambiente milanese invece provengono - oltre al varesino Mario Monti,  premier e con l’interim dell’Economia -  il super ministro allo Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera, consigliere delegato uscente di Intesa Sanpaolo, e il professor Piero Giarda, super consulente e docente nato e cresciuto all’università Cattolica. Lo stesso ateneo che esprime il neo responsabile alla Cultura, ovvero il rettore Lorenzo Ornaghi che, paradossalmente, è stato allievo di Gianfranco Miglio. Di Voghera  è Renato Balduzzi (Salute), di Bergamo è invece Giulio Maria Terzi di Sant’Agata (Esteri).

Ovviamente non mancano i romani, come Anna Maria Cancellieri (Interni), Andrea Riccardi (Cooperazione internazionale) e Mario Catania (Agricoltura). Di certo, questo esecutivo è un governo del Nord-Ovest. Nessun ministro viene dal Nordest e salvo il neo responsabile della Difesa, Gianpaolo di Paola nato a Torre Annunziata, o il futuro sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà (Catanzaro), da Roma in giù il governo non c’è più.
Chissà, a questo punto, se anche il programma sarà nordista e chissà se la Lega cambierà idea. In fin dei conti i sacrifici alla spesa pubblica faranno più male al Mezzogiorno che non alla Padania...



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rocco libero

    18 Novembre 2011 - 22:10

    Nessun Ministro dell'Italia del Sud. Non citate Catricalà per favore: è nato a Catanzaro ma non è calabrese. Piccolo quiz: 1) Il Venerdì sera, esausto per una dura settimana di lavoro, dove torna a casa il sottosegretario Catricalà? A) prende l'aereo e vola a Catanzaro; B) vive a Roma 2) Di dov'è la moglie del sottosegretario Catricalà? A) calabrese; B) non calabrese 3) dove sono nate le figlie del sottosegretario Catricalà? A) Al Pugliese di Catanzaro; B) non in Calabria 4) dove trascorre, con la sua famiglia, le vacanze il sottosegretario Catricalà? A) A Tropea in Calabria; B) A Punta Ala in Toscana è un eccellente persona, per l'amore di Dio. Ma non dite che è calabrese. dite che è nato in Calabria ma la sua vita, le sue aspirazioni, il suo futuro è altrove. Rispetto le sue scelte di vita e sono sicuro che farà bene ma NON È CALABRESE. Basta prendere la sua carta d'identità: è di ROMA (come altri Ministri). Sul Ministro Di Paola non saprei dire se vive a Napoli, non direi.

    Report

    Rispondi

  • Clauppi

    17 Novembre 2011 - 11:11

    Tutti commentano la vita privata di Berlusconi. Nessuno piu` si ricorda di Marrazzo e Sircana............. Caro Berlusconi governare l`Italia non e` impossibile, e` inutile dovresti rendertene conto. Io me ne sono reso conto e come ho gia` detto sono scappato da questo paese anche se con sofferenza. Mi manca la famiglia , il cibo e gli amici ma comunque non rimpiango la scelta

    Report

    Rispondi

  • alvit

    17 Novembre 2011 - 08:08

    staremo a vedere il comportamento a breve. Quello che hanno detto i sinistri sul governo votato dagli elettori e' sempre stato dall'inizio dell'insediamento, una "ciaculatoria" offensiva e una critica distruttiva. Ora, colui che risiede al colle e che con la demenza senile si e' permesso di fare il golpe in stile sovietico, ha promosso una nuova compagine. Non sono d'accordo con l'atteggiamento della Lega sulla bocciatura senza neppure sentire le proposte che faranno e che vorranno attuare, ma trovo disdicevole che la stessa Lega, non abbia reagito violentemente per la cacciata dei vincitori dal consiglio dei ministri. Penso che ci potranno essere delle grandi sorprese alle prossime approvazioni di decreti in aula, perche', o Monti chiederà la fiducia, metodo Berlusconi, o a scrutinio segreto nell'urna troverà le sorpresine. Qualcuno ha ragionato su una eventuale caduta di questo nuovo governo?Basta una "non fiducia"?

    Report

    Rispondi

  • Ale1960

    17 Novembre 2011 - 07:07

    Cortesemente chiedo al ministro degli interni di far chiudere tutte quelle attivita', compreso il parlamento padano, e l'arresto dei dirigenti del partito della lega nord per attentato alla costituzione italiana. Cordialmente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog