Cerca

Casini ora grida al miracolo: "Evviva, è tornata la Dc"

Il leader Udc apprezza il nuovo esecutivo con spiccata componente cattolica e poi esulta: "Tutti assieme a sostenere Monti"

Casini ora grida al miracolo: "Evviva, è tornata la Dc"
Pier Ferdi ha gli occhi lucidi. Casini si lecca i baffi. "Io credo che questo governo sia un miracolo. Il fatto di aver trovato un’intesa tra le varie forze politiche è qualcosa di miracoloso". Così il leader dell'Udc intervenendo alla presentazione del libro di Bruno Vespa a Roma. "Credo che duri - aggiunge il leader centrista - e arrivi fino a fine legislatura". Su una composizione tecnica o politica della nuova squadra Casini afferma che non è certo questo il problema. "Credo  che l’importante sia fare il governo al più presto per risolvere i problemi. Tutto il resto è gossip politico". Quindi il leader centrista spende parole al miele per tutti in pieno stile democristiano. Parole d'elogio sia per Bersani sia per Alfanno, che "si sono veramente comportati con straordinaria intelligenza politica, lungimiranza, sapendo fare dei sacrifici e dimostrare che i leader politici sono quelli che sanno anche fare un passo indietro, se necessario, per privilegiare gli interessi del Paese".

Aiuto, è tornata la Dc? - Insomma Cassini non riesce a nascondere l'esultanza per un governo "ottimo, l’avremmo votato anche a scatola chiusa ma dopo aver visto i nomi siamo ancora più convinti che è quello che serve al Paese". Una squadra dove la componente cattolica è molto rappresentata non poteva che piacere al leader centristo. Per Casini ora "bisogna lavorare per salvare il Paese. Credo - ha aggiunto - che da domani nulla sarà come prima: c'è un governo di larga convergenza", sottolinea ancora e parla di un primo effetto immediato: la "fine della diaspora Dc. Siamo tutti assieme a sostenere il governo".   E' la fine del bipolarismo? chiedono i cronisti e la risposta che arriva è soltanto: "Una cosa alla volta". Che sia la fine del bipolarismo è improbabile. Che siano tutti assieme a sostenere il governo, invece, è vero: aiuto, la vecchia Dc sembra tornata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    17 Novembre 2011 - 11:11

    e chi se ne frega dell'Italia, basta che mangia lui.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    17 Novembre 2011 - 10:10

    La democrazia Cristiana..si è presentata nella storia con due facce..assai diverse e quasi contrapposte..Una (la prima)..basata su soggetti (sia pur assai diversi da loro,..ma uniti nella comune dignità intellettiva/intellettuale)..contrassegnata dalle leadership di Don Sturzoe e soprattutto di De Gasperi..Partito ..estremamente lucido, corretto, dignitoso, efficace..e l'altra,..a partire dagli anni '60,..dei Moro, De Mita, Andreotti ecc..partito..incerto, intellettualmente disonesto, untuoso, incapace, balbettante, inaffidabile, intrallazzatore...Mr. Pierfurby..appartiene a pieno titolo alla seconda D.C...e anche peggio..L'unica speranza è che costui abbia preso un abbaglio visionario di apparente resuscitazione..oppure che la D.C. da lui intravista..somigli..stranamente..alla prima fase.. Degasperiana..Altrimenti..saremmo proprio..del gatto..

    Report

    Rispondi

  • dbell56

    17 Novembre 2011 - 10:10

    Abbiamo cioè toccato proprio il fondo. La merda della merda all'ennesima potenza! Complimenti a Casini & Co.

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    17 Novembre 2011 - 09:09

    Ha perfettamente ragione,ma che fosse proprio Napolitano a dissotterare il compromesso storico,non ce lo aspettavamo.Misteri della politica.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog