Cerca

Vendola, no al governo Monti: "La sua bussola è Berlusconi"

Nichi 'vota la sfiducia' al premier: "Buona la scelta dei ministri, ma il discorso ci ha deluso. Inaccettabile l'attacco al lavoro"

Vendola, no al governo Monti: "La sua bussola è Berlusconi"
Lo stile e la forma vanno bene, la sostanza no. Fosse in parlamento, Nichi Vendola e Sel voterebbero un no convinto alla fiducia di Mario Monti e del suo nuovo governo (prevista al Senato giovedì sera alle 21), con buona pace degli alleati Bersani e Pd, convinti (più per obbligo che per convinzione) sostenitori del nuovo corso di Palazzo Chigi. "E la fortuna di non esserci più", ha svicolato. Intendiamoci, spiega Vendola in conferenza stampa dopo il discorso di Monti a Palazzo Madama - festeggiamo oggi la fine di uno stile, quello stile commercial-pornografico che ha segnato la stagione berlusconiana, però non festeggiamo la fine di una politica. Avevamo aperto credito nei confronti del governo Monti apprezzandone il livello e la scelta di alcuni ministri. Le sue dichiarazioni programmatiche ci hanno invece delusi". A non andar giù al leader di Sinistra Ecologia e Libertà nonchè governatore delala Puglia è l'annunciata riforma del lavoro. "La bussola che guida Monti - sottolinea Vendola - è la lettera di Berlusconi alla Bce che si richiamà ad ulteriori tagli della spesa sociale. Non c'è invece nessun accenno al monitoraggio delle ricchezze in un paese dove c'è una crescita spaventosa della povertà anche nei ceti medi". "E' inaccettabile - ha concluso Nichi - l'idea che si possa intervenire ancora sulle vicende drammatiche del lavoro smantellando la contrattazione collettiva". Monti è avvisato. D'altronde, già gli scontri di oggi in tutta Italia messi in atto da studenti e indignados parlano chiaro: i governi cambiano, le opposizioni no.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bastacorruzione

    18 Novembre 2011 - 10:10

    1. Leggi come negli usa per chi evade. 2. Da 10 a 25 anni di galera per i corrotti del pubblico impiego. In un anno da queste 2 leggi, fra quello risparmiato nelle opere pubbliche e quello che entra dall'evasione si ripiana tutto. Andra' speso almeno il 3% del ricavato per costruire nuove carceri, ma avremmo il doppio guadagno di ridurre il debito e vedere finalmente in galera l'80% dei nostri politici E poi tutti a votare B.C.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    18 Novembre 2011 - 09:09

    Aumenterò l'IVA, applichero' la nuova imposta sulla casa l'IMU, tasserò tutti i lavoratori che sputeranno sangue, daremo il via al Ponte sullo stretto, costruiremo la TAV , amplieremo il Dal Molin, continueremo orgogliosi al completamento del FEDERALISMO fiscale, proibiremo le manifestazioni di piazza e i danni li faremo pagare ai partiti di riferimento (quelli di sinistra s'intende). Azzarola, ma questo non era il programma del CDX e della Lega? vuoi veder che i partiti forti sono loro e tengono Monti per i cosidetti? Ma i buffoni dei sinistri, ora approveranno tutto ciò? Vuoi veder che sotto sotto, i sinistri sono peggio dei jolly del mazzo di carte, ridanciani, o del circo bantu'? Sembra vogliano proibire i rapporti omosessuali, ventolo, dovrai emigrare.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    18 Novembre 2011 - 09:09

    Vuoi vedere che la notizia e' vera. Monti vuole mettere una tassa sulle checche e proibire matrimoni gay e bandire e tassare amori licenziosi fra persone dello stesso sesso. La richiesta viene dai poteri ecclesiastici. Tasseranno anche i somari di nome mauro e faranno pagare le tasse ai terricoli e ai rom (capito osti(amo)bene).

    Report

    Rispondi

blog