Cerca

Dopo una settimana di tecnici: vola Pdl, in picchiata Sel e Idv

I primi effetti del governo Monti: bene chi appoggia l'esecutivo. Gli azzurri stritolano Vendola e Tonino

Dopo una settimana di tecnici: vola Pdl, in picchiata Sel e Idv
Primi effetti del governo Monti sui partiti italiani. Secondo il sondaggio di Masia commissionato per il Tg La7, vanno bene quelli che appoggiano l’esecutivo, come Pdl e Pd, male i contrari come Idv e Sel. Calano indecisi e astenuti. In particolare, il Pd è passato dal 26,8% al 27,5 in poco più di una settimana. Il Pdl riprende lo 0,4% e va al 25,6%. Anche la Lega riprende qualcosa e si attesta all’8,8%. L’Udc, nello stesso periodo, registra un +0,1% (è al 7,4). Idv invece è scesa dal 6,6 al 6,4%. Male Sel di Vendola: dall’8% al 7,1%. Per la sondaggista del Cav, Alessandra Ghisleri, il Pdl sarebbe già al 28% e la Lega all’8,8%.

Dunque il Pd sta festeggiando? Non proprio, visto che non trova  una linea comune sulla patrimoniale. «Chi ha di più deve dare più», dice il segretario Pier Luigi Bersani. «Non solo per una questione di equità, ma perché altrimenti il Paese non ce la fa». No a «pregiudizi, blocchi e condizioni». Non si sa bene però se Bersani parli più al suo partito, percorso da innumerevoli divisioni, o faccia come la pasionaria Rosy Bindi il controcanto alle parole dell’ex premier, Silvio Berlusconi. Bindi, ieri è partita in quarta all’attacco del Cavaliere: «Il sì condizionato a Monti è quasi più pericoloso di un no», ha risposto intervistata dall’Unità. E in quanto agli interventi sul mercato del lavoro, Bindi è decisa a scaricare le proposte dell’ex ministro Sacconi («adesso abbiamo un altro governo e un altro ministro del Welfare»), senza sapere che, forse tra il vecchio e il nuovo ministro, Elsa Fornero, una certa continuità nelle politiche del lavoro c’è. Ma al Pd interessa porsi come il leader di quel centrosinistra che appoggia l’esecutivo Monti senza se e senza ma.

I distinguo, perfino all’interno, non sono ammessi. Anche Piero Fassino invita a non litigare se sia meglio introdurre come misura prima l’Ici o la patrimoniale. Ieri si è rifatto vivo perfino Romano Prodi a dire che «con Berlusconi l’Italia ha perso credibilità, ma ce la faremo a uscire dalla crisi. Gli eurobond metterebbero a posto la politica europea». Ma proprio mentre Monti si appresta a partire per Bruxelles, dal responsabile Economia  del Pd, Stefano Fassina, arriva l’attacco a Olli Rehn, commissario economico europeo. Fassina parla di ricetta fallita, critica la Merkel e sostiene che nuovi tagli al lavoro mettono a rischio l’euro. Bersani glissa: da noi si discute, ma alla fine ci accordiamo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    25 Novembre 2011 - 16:04

    ...mentali,azzardate,in questo momento gli italiani sono così pieni di confusione in testa,dopo la bagarre politica,le falsità prodotte,le certezze sfumate che ora risaltano agli occhi,che non credo si siano già fatto un' idea precisa a chi darebbero il voto.Forse molto più avanti,sapranno esprimersi a ragion di fatto.Una cosa è certa,Il Cdx ha temporeggiato troppo nel...fare ciò che aveva promesso,causa litigi interni,deludendo di molto i suoi simpatizzanti.Le Sx e tutti gli altri,hanno fatto una tale demagogia imbrogliona ed i risultati ora,sono tutti chiari e allo scoperto. Non si può stravolgere il tutto in poche nottate di tempo,amenochè non si ritenga di avere a che fare con un popolo di mentecatti.

    Report

    Rispondi

  • igna08

    24 Novembre 2011 - 14:02

    Ma cosa festeggia quel buffone di Bersani , piuttosto vada a : --pettinare le bambole, oppure cantare la ninna nanna ai bambini dell'asilo....

    Report

    Rispondi

  • bobbon

    24 Novembre 2011 - 12:12

    Perché il caricaturista fa il Vendola più bello di quello che é?

    Report

    Rispondi

  • Aldo Succi

    24 Novembre 2011 - 06:06

    Notizia della notte: - VENDOLA dichiara a Rainews:”Il dissesto idrogeologico è emergenza nazionale”. Ma “caro” compagno (?) in quale Paese hai vissuto fino ad oggi? Sono 60 ANNI che i GEOLOGI ITALIANI quotidianamente lamentano il dissesto idrogeologico che attanaglia l’Italia e nessun Governo ha mai fatto niente, e ora te ne esci tu, tomo tomo cacchio cacchio, a dire che il dissesto idrogeologico è un’emergenza nazionale. VENDOLA……. MA VAFF.......... !!!! ……. anche se so che ti farebbe piacere !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog