Cerca

Schiaffo dell'Ue a De Magistris "Napoli è una vergogna"

Il commissario europeo all'ambiente: "Ci vorranno 20 anni per smaltire i rifiuti a Napoli". Ma De Magistris nega l'evidenza

Schiaffo dell'Ue a De Magistris "Napoli è una vergogna"
Meno male che Luigi De Magistris aveva dichiarato che "l'emergenza rifiuti è ufficilamente finita", osannando i suoi meriti nella risoluzione dell'annosa vicenda. Perché quanto sentenziato dal commissario Ue all'ambiente Janez Potocnik davanti alla commissione petizioni dell'Europarlamento, è tutt'altro che rassicurante: "La situazione in Campania è una vergogna che va avanti da anni e per cui non ci saranno soluzioni veloci". Ora, dato che le due tesi sono pressochè opposte, quì c'è qualcuno che mente. Su chi camuffi la realtà non ha dubbi Potocnik che non tarda a dar ragione del fallimento: "C'è stata una malagestione" nel procedimento di smaltimento dei rifiuti che ha fatto sì che "i problemi si sono accumulati" al punto che "nessuno può essere fiero di quello che è successo nella città e ci vorranno almeno 20 anni per smaltire i rifiuti ammassati. E' spaventoso".

"Non ci sono scuse" - "Io non penso che ci saranno soluzioni veloci", ha ribadito Potocnik davanti alla commissione dell'Europarlamento presieduta dall’eurodeputata pdl Erminia Mazzoni. Poi avverte: "Bruxelles ha già inviato all'Italia una notifica formale nell'ambito della procedura d'infrazione ma posso garantire che continueremo a seguire la situazione da vicino". D'altra parte, però, "anche se si dovrà trovare una soluzione complessiva e che richiede tempo al problema della gestione dei rifiuti", non si possono comunque tralasciare le misure più elementari, come la raccolta differenziata, "soluzioni che devono essere messe in atto e in fretta, non ci sono scuse per i ritardi".

Giggino nega l'evidenza -
Eppure, anche di fronte all'evidenza delle dichiarazioni, l'ex pm De Magistris non molla e passa al contrattacco: "Tutto quello che il Comune doveva fare in tema di rifiuti lo sta facendo e, anzi, fa di più". Poi precisa: "Quello che dovevamo fare lo stiamo facendo in collaborazione con la Regione e la Provincia, ma per quanto riguarda il piano lo si deve chiedere al presidente Caldoro che intrattiene i rapporti direttamente con Bruxelles, avendo ritenuto di intrattenerli direttamente come presidente della Regione Campania".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Martino43

    23 Novembre 2011 - 14:02

    Mi dispiace che Napoli abbia, come al solito, un rappresentante non degno di una città che riverbera tutto il suo splendore nel mondo! Purtroppo anche per l'immondizia, che pare che a GIGGINO non ne freghi niente. Che pezzo di m...da sei? Sei un disonore Italiano!

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    23 Novembre 2011 - 09:09

    E' strano come il problema era nazionale quando al governo c'era Berlusconi e adesso, con il sinistrorso De magistris i media da parecchio tempo non ti tempestano di immagini con camion, contestatori, quantità di tonnellate, ecc. ecc.. Non è semplicemente vergognoso tutto questo? non è che i napoletani un po' alla volta si stiano mangiando le loro schifezze dal momento che de Magistris è un loro eletto? Bella questa Italia di.............!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    23 Novembre 2011 - 09:09

    E' strano come il problema era nazionale quando al governo c'era Berlusconi e adesso, con il sinistrorso De magistris i media da parecchio tempo non ti tempestano di immagini con camion, contestatori, quantità di tonnellate, ecc. ecc.. Non è semplicemente vergognoso tutto questo? non è che i napoletani un po' alla volta si stiano mangiando le loro schifezze dal momento che de Magistris è un loro eletto? Bella questa Italia di.............!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    22 Novembre 2011 - 22:10

    Mo so izzac tua....Berlusconi non è piu capo del governo.Mo che fai?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog