Cerca

Il vero piano di Napolitano: vuole governare su tutto

Ma i diritti degli immigrati che c'entrano con l'emergenza? Dietro la sostituzione del Cav non economia ma piano politico

Il vero piano di Napolitano: vuole governare su tutto
Nel suo editoriale di oggi, mercoledì 23 novembre, il direttore di Libero Maurizio Belpietro parla dell'intevento del presidente della Repubblica, il "vero comandante in capo dell'esecutivo appena nominato", mirato a dare la cittadinanza ai figli degli immigrati (un modello del quale, come ricorda Andrea Morigi in un suo articolo, olandesi e tedeschi si sono già pentiti). "Ora - scrive il direttore - si può essere favorevoli o contrari alla tesi del Capo dello Stato, ma su una cosa si può convenire e cioè che mai come oggi l'argomento pare escluso dall'ordine del giorno". Belpietro poi si chiede come possono "una Camera e un Senato commissariati, che solo la crisi ha costretto a dire sì al governo tecnico, discutere di una riforma chiave come quella della cittadinanza?". Il direttore evidenzia anche un altro tema: si chiede perché un uomo misurato come il presidente Napolitano si è messo a discettare di libertà religiosa e diritti degli immigrati. La sensazione, col passare del tempo, è che l'urgenza che ha portato Mario Monti a Palazzo Chigi sia più politica che economica. E che gli interventi sulla riforma elettorale prima e sulla cittadinanza ai figli degli immigrati siano solo i primi due. Leggete l'editoriale di Maurizio Belpietro su Libero quotidiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    26 Novembre 2011 - 17:05

    anche oggi ci siamo sorbiti l'espressione amimica del sopra detto e, la domanda che mi faccio è questa: " ma è possibile che tutti questi dotti abbiano l'espressione di Prodi? o, nella migliore delle ipotesi di Ciampi?" Ci deve essere un limite alla nostra sopportazione perchè per lo meno Berlusconi aveva l'espressione sorridente e, lasciatemelo dire, intelligente ma, questo illuminato ci fà venire il "latte ai gomiti" quando parla e ,come il suo "illustre pre-predecessore prodi" NON DICE NIENTE. Non si potrebbe prevedere la fucilazione per gli inetti? dei politici se ne salverebbero pochi e sarebbe un bene. Caro Benito pensaci tu.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    24 Novembre 2011 - 10:10

    Il sig. napoletano PDR deve rispettare anche lui la costituzione, (detta dai sinistri la più bella del mondo ) visto che ce l'ha sempre in bocca. Per chi non lo sapesse, la costituzione sacra ed inviolabile solo quando fa comodo, dice che lo straniero acquista la cittadinanza solo dopo dieci anni di permanenza ininterrotta sul suolo Italiano e non deve aver avuto condanne penali. Quindi le chiacchiere napolitane stanno a zero, se vuole cambiare la costituzione bene, tenendo conto che lo decide il Parlamento e non lui, però allora la si cambi anche in altre parti diventate oramai anacronistiche ed obsolete, cito il vincolo di mandato per i deputati e la soppressione di una delle due camere ad esempio, ma ce ne sono molti altri di punti da cambiare per rendere questo paese veramente moderno e liberale.

    Report

    Rispondi

  • PIETROARC

    24 Novembre 2011 - 07:07

    E' vero, poichè chi era stato eletto per fare Politica ha fatto ben altro. Oltre 3 anni di legislatura - anche con 100 deputati inpiu- senza fare nulla. Doversi comprare scilipoti per continuare a governare e non fare nulla per il Paese. VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA Pietro DI PAOLA - ROMA

    Report

    Rispondi

  • ileana47

    23 Novembre 2011 - 23:11

    Perchè non è possibile chiedere le dimissioni di napolitano? Ha già fatto tantoi danni al paese, non è giusto che uno rovini una intera nazione solo per accontentare una minoranza comunista. Il suo posto è una casa di riposo non una nazione. Le sue sono idee di una esigua minoranza: se ne vada...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog