Cerca

Berlusconi è pronto al rientro Vede Aznar e pensa al Ppe

Silvio: Sarò l'imprenditore politco del Pdl e il 'padre nobile' di una costituente moderata. Io? Più elegante di Monti"

Berlusconi è pronto al rientro Vede Aznar e pensa al Ppe
Silvio Berlusconi rientra a Roma di giovedì e si rende conto di una cosa: è un lusso che non può permettersi. Ha mollato un attimino la presa - impegnato a Milano tra famiglia, aziende, processi e stadio - e al ritorno si ritrova il partito in preda agli scontri. Due le questioni che fanno litigare: il sostegno al governo Monti (con la delicata partita dei sottosegretari affrontata da un vertice notturno “segreto” tra Monti, Alfano, Cesa e Bersani) e la stagione congressuale alle porte. Berlusconi sta delegando via via le vicende organizzative al segretario del Pdl, ma non può smettere di esercitare la sua leadership. Non ancora. A pranzo, nella sua residenza-ufficio di Palazzo Grazioli, Silvio ospita i vertici del Pdl. La ferita tra  fazioni (gli “elezioni subito” e i “forza Monti”) ancora brucia. E si sposta sul terreno dei contenuti. Gli ex An,  rappresentati da La Russa e Gasparri, temono le misure contenute nella manovra che ha in testa il presidente del Consiglio. Il ritorno all’Ici (che si chiamerà Imu) e il raddoppio degli estimi catastali, tanto per cominciare.

 «E noi dovremmo votare questa roba qui?»  Silvio? Invita tutti alla calma. Fa presente che, durante il vertice a tre con Merkel e Sarkozy, Monti si è limitato entro il perimetro della lettera all’Ue spedita dal suo governo: «La cancelliera tedesca ha parlato di misure impressionanti. Bah... Al momento a me sembra che non ci sia nulla di nuovo. Aspettiamo». Certo, a Berlusconi ha dato non poco fastidio il fatto che adesso il governo italiano, guidato da Monti, sieda nel direttorio che guida l’Europa. Che partecipi ai tavoli che contano. Dura un attimo. Il Cavaliere assapora anche la leggerezza di non avere più responsabilità di governo divenute insostenibili nelle ultime settimane: «Ora sto bene», confida, gioiendo nel constatare che la morsa dei media s’è attenuata: «Adesso i giornali mi attaccano di meno». È offeso dai paragoni, questo sì. «Monti è bravo», gonfia il petto, «ma io sono il migliore».

Eppoi Berlusconi non accetta lezioni di stile. Dicono che il nuovo premier sia sobrio e composto, mentre lui sguaiato e casinista. «Sono una persona  elegante, io», il resto sono chiacchiere. Berlusconi riflette anche sul suo rientro in scena. Ha annunciato che sarà l’imprenditore politico del Pdl e il «padre nobile» della costituente moderata che intende lanciare da qui a brevissimo. Silvio ieri ha ricevuto Josè Maria Aznar a Palazzo Grazioli e sarà a Marsiglia il 7 e 8 dicembre, invitato tra i leader politici che interverranno al congresso del Partito popolare europeo. In quella sede ci saranno tutti i protagonisti di quella che fu il Polo delle Libertà: Casini per l’Udc e Fini, all’esordio nella famiglia del popolarismo europeo, per Fli. Torneranno a parlarsi?  Nel frattempo il Cavaliere ha un altro appuntamento in agenda. Parlerà domani a Verona, alla convention dei popolari liberali di Carlo Giovanardi: la prima uscita da ex presidente del Consiglio.

di Salvatre Dama



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frankie stein

    26 Novembre 2011 - 13:01

    Mi stuzzichi? Domandina semplice semplice: la ' CONCLUSIONE DI UN IPERBOLE POLITICA ' cui accenni nel tuo sciagurato post, cosa e'? Ti chiedo: ' legittimata l' IPERBOLE per quello che puo' significare, accostata obiettivamente a toni esagerativi nell'esprimersi, anche in buona fede, quando poi questa benedetta IPERBOLE me l'appiccichi alla POLITICA, what does that mean???' SPIEGALO!!! E' un tuo dovere!!! Si dice parabola, PARABOLA , PA-RA-BO-LA politica !!! E non ti offendo, semmai ti commenti da solo.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    26 Novembre 2011 - 10:10

    L' unico rientro che ci attendiamo da Burlesque è quello nelle aule dei tribunali, da imputato! E poi contiamo di NON vederlo uscire, ma tradotto direttamente in prigione!

    Report

    Rispondi

  • marcopcnn

    26 Novembre 2011 - 07:07

    Per dimenticare la realtà e riacquistare la fiducia in se stesso ! Una settimana tranquilla, circondato dai suoi adulatori preferiti che gli ripetono all'infinito quanto è bravo unico, insostituibile. Una settimana con le sue ragazzine prezzolate, che gli ripetono quanto è bello virile, instancabile. Si accontenta di poco il nostro Ex Premier, e le monetine, gli insulti, le manifestazioni di piazza di un paese che non lo sopporta più sono dimenticate. Speriamo solo che resti nel suo mondo di sogni, che s'incontri con i suoi ex amici ed ormai ex politici come Aznar, Busch Junior....... L'ultima cosa di cui l'Italia ha bisogno è un riporto del vecchietto con manie da diciottenne !

    Report

    Rispondi

  • Borgofosco

    26 Novembre 2011 - 00:12

    Penso che prima di insultare bisognerebbe capire ciò che si legge o si scrive. Certo neppure pensava d'essere paragonato nientemeno che al grande Giuliano. Comunque lo avevo gia spiegato in altro post aggiungendo anche la definizione matematica di iperbole. Per sua comprensione, vista la sua cocciutaggine degna dei muli o dei fratelli poveri gli asini, lo rispiego invitandola a tenere gli epiteti rivolti alla sua persona : -"Dagli studiosi è stato messo in luce che l'iperbole presuppone la "buona fede" di chi la usa: non si tratta infatti di un'alterazione della realtà al fine di ingannare ma, al contrario, allo scopo di dare credibilità al messaggio, attraverso un eccesso nella frase che imprima nel destinatario il concetto che si vuole esprimere."- Aggiungo che raglio d'asino finisce in m....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog