Cerca

Patrimoniale no, supertassa sì

Monti prepara la manovra: supererà i 25 miliardi, avanti con pensioni e Ici. Contributo solidarietà oltre i 300mila euro

Patrimoniale no, supertassa sì

Fatta la squadra, ora Monti deve fare la manovra. E il premier, che oggi ricomincia il suo tour in Europa, sta già pensando ai soldoni perché oltre alla crisi attuale c'è da affrontare anche la recessione prevista per il 2012. Si andrà avanti su casa e pensioni con una certezza: l'importo delle misure da prendere crescerà ancora rispetto ai 25 miliardi di euro in due anni. E' stato già firmato il decreto sul contributo di solidarietà del 3% sui redditi superiori a 300mila euro. Sì alla supertassa, no (per ora) alla patrimoniale. Secondo il neoviceministro Grilli sarebbe difficile da applicare e potrebbe trovare il veto di parti importanti del parlamento. Confermate la riforma delle pensioni e la tassazione sulla casa. E'è poi il capitolo della dismissione del patrimonio pubblico: in ballo ci sono immobili per 15 miliardi di euro, somma da incassare nei prossimi tre anni.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcello75

    29 Novembre 2011 - 23:11

    Ho letto alcuni articoli inerenti la tassazione degli immobili e l'ipotetica introduzione della patrimoniale. Ho anche seguito il discorso di Monti prima del voto di fiducia alla Camera nel quale lo stesso motivava l'intoduzione delle predette imposte al fine di finanziare sgravi fiscali a favore degli imprenditori che investono e creano occupazione. Da imprenditore ma anche da comune cittadino penso che sia più equo premiare chi si scommette, chi crea occupazione al posto di chi si gratta la pancia e vive di rendita o di speculazioni varie..(finanziarie ecc). Mi risulta difficile essere in sintonia dunque con chi si oppone strenuamente ad una patrimoniale. Occore che gli italiani ritrovino il loro spirito imprenditoriale ma occorre anche che questo spirito venga stimolato incoraggiando i "self made men" e scoraggiando i "dinosauri" a rimanere tali.

    Report

    Rispondi

  • nick1990

    29 Novembre 2011 - 20:08

    La patrimoniale, bisogna toccare chi ha i milioni di euro quello è giusto.

    Report

    Rispondi

  • 1968marco

    29 Novembre 2011 - 19:07

    facciamo una manovra da 20 mil.di. va bene il problema dove sta? nei rinnovo dei titoli di stato. se rinnoviamo titoli per complessivi 400 mil.di nel 2012 al tasso del 7% (se va bene) anzichè del 3/4% abbbiamo un costo annuo aggiuntivo di 15 mil.di. Manovra già andata a farsi benedire. allora? probabilmente la bufala del f.m.i che ci sostiene con 600 miliardi se i tassi di interesse italiani non rientrano entro dicembre diverrà una cruda realtà perchè non potremo continuare a fare manovre ogni 3 mesi per ripagare gli interessi..... a meno che questa manovra presenti aspetti che mirino a rilanciare la crescita: tasserei i risparmi esportanti in svizzera e con 15 miliardi direi alle piccole imprese di assumere degli apprendisti senza pagare per 4 anni i contributi. tanto se stanno a casa i contributi non li versano ma almeno se vanno a lavorare e prendono 800/900 euro almeno li spendono e rilanciano i consumi forse. e naturalmente per incentivarle c'è da ridurre il cuneo fiscale

    Report

    Rispondi

  • fui

    29 Novembre 2011 - 18:06

    io avrei fatto il solito lavoro di monti per molto meno...tanto per sistemare le cose basta aumentare le tasse... o tagliare i servizi ....mi viene da ridere quando penso all'acconto irpef rimandato per aiutare le imprese è una coglionata, mi sa tanto di burla. Si parla di crescita, di risorse per riavviare il ciclo produttivo, ma dove le prenderanno? forse con altre tasse...hihihihihi se non metteranno mano ad armonizzare io costi produzione a livello mondiale noi occidentali e dico tutti gli occidentali se non è alle cinque è alle sei chiudiamo bottega...prima toccherà ai i più piccoli e poi ad i più grandi...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog