Cerca

Oggi Libero in edicola con un'edizione straordinaria Tutti gli approfondimenti sulla stangata di Mario Monti

Lunedì 5 dicembre il quotidiano in edicola, domenica segui gli aggiornamenti in tempo reale sul nostro sito

Oggi Libero in edicola con un'edizione straordinaria  Tutti gli approfondimenti sulla stangata di Mario Monti

Lunedì 5 dicembre Libero sarà in edicola con un edizione straordinaria. Domenica è l'ultima giornata di consultazioni del premier Mario Monti, che incontra le parti sociali, e già in serata potrebbe tenersi il Consiglio dei ministri che varerà il pacchetto con le misure anti-crisi. Il CdM era previsto per lunedì, e potrebbe essere anticipato per arrivare alla riapertura settimanale dei mercati con la manovra già nero su bianco. Restano ancore le incognite su come sarà articolata la mazzata che pare essere già lievitata fino ai 25 miliardi di euro. Si continua a trattare sull'innalzamento delle aliquote Irpef e sulla reintroduzione dell'Ici. Previste novità e strette sulle pensioni. C'è puzza di patrimoniale e di grande fratello fiscale. Segui le mosse e le decisioni del governo tecnico nell'edizione straordinaria di lunedì 5 dicembre. Domenica 4 dicembre segui gli aggiornamenti in tempo reale sul nostro sito, www.liberoquotidiano.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piero1950

    03 Dicembre 2011 - 16:04

    sono un pubblico dipendente delle agenzie fiscali e prossimo (sino ad oggi ma domani chi lo sa) alla pensione, il luogo comune dei lavoratori pubblici scansafatiche, perditempo, scalda poltrone e chi più ne ha ne metta finalmente avrà un fondo di verità. Mi domando e chiedo: con quale spirito ed abnegazione alla volontà montiana si andrà sul luogo di lavoro? a produrre che cosa e con quale entusiasmo se il traguardo si allontana sempre più e la premiante medaglia forse sarà di latta? Ricordo la mia strada percorsa da Visentini a Formica passando attraverso le varie Bassanini, Visco, TPS, Tremonti e Brunetta sino a Monti e non ritengo che adesso debba io pagare insieme a tanti altri poveri ed onesti lavoratori le loro colpe. dmostrino di avere le "palle" e paghino loro una volta tanto.

    Report

    Rispondi

  • piero1950

    03 Dicembre 2011 - 16:04

    sono un pubblico dipendente delle agenzie fiscali e prossimo (sino ad oggi ma domani chi lo sa) alla pensione, il luogo comune dei lavoratori pubblici scansafatiche, perditempo, scalda poltrone e chi più ne ha ne metta finalmente avrà un fondo di verità. Mi domando e chiedo: con quale spirito ed abnegazione alla volontà montiana si andrà sul luogo di lavoro? a produrre che cosa e con quale entusiasmo se il traguardo si allontana sempre più e la premiante medaglia forse sarà di latta? Ricordo la mia strada percorsa da Visentini a Formica passando attraverso le varie Bassanini, Visco, TPS, Tremonti e Brunetta sino a Monti e non ritengo che adesso debba io pagare insieme a tanti altri poveri ed onesti lavoratori le loro colpe. dmostrino di avere le "palle" e paghino loro una volta tanto.

    Report

    Rispondi

  • frapette

    03 Dicembre 2011 - 11:11

    Se il governo del Preside Monti riuscisse a fare in tre settimane le riforme (giuste o sbagliate che siano) che 960 tra deputati e senatori non sono stati in grado di fare in vent'anni mi dite a cosa servono ? Se devono essere pagati esclusivamente per schiacciare a comando il pulsante "approvo" conviene mandarli tutti a casa , e far votare direttamente gli italiani tramite il telecomando TV . Sarebbe democrazia diretta e risparmieremmo un mucchio di soldi !

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    02 Dicembre 2011 - 19:07

    ...il sole impedisce di vedere l'orizzonte!? Mi sa che le cose non si mettono mica tanto bene...mi sono preso una brutta gatta da spelacchiare...Eh...Già!

    Report

    Rispondi

blog