Cerca

Scippati Il trucchetto di Monti da 1,3 miliardi Non si possono più cambiare le lire in euro

Altra furbata di Super Mario: uno scippo da 1,3 miliardi. Non sarà più possibile cambiarle in euro

Scippati Il trucchetto di Monti da 1,3 miliardi Non si possono più cambiare le lire in euro

Finisce l’era della lira. Non sarà più possibile   cambiarle in euro. La manovra stabilisce la prescrizione anticipata delle lire in circolazione.  Le banconote e le monete in lire ancora in circolazione si prescrivono a favore dell’Erario con decorrenza immediata per essere riassegnate al Fondo ammortamento dei titoli di Stato. Per chi possiede ancora monete o banconote  in lire una fregatura, per lo Stato un bel guadagno. Infatti, secondo gli ultimi dati, aggiornati a fine agosto, ci sono ancora 300 milioni di banconote in circolazione equivalenti a ben 2.500 miliardi di lire. Cioè, circa 1 miliardo e 300 milioni di euro. Fra tutti i tagli di banconote in lire sono decisamente al primo posto quelle da mille con 196,2 milioni di pezzi equivalenti a ben 196 miliardi di lire, seguite dai circa 12 milioni di pezzi dei biglietti da 100 mila per un totale di 1.190 miliardi di lire.  Se da oggi qualcuno ne trova qualcuna in un vecchio baule o nel cappotto della nonna non può cambiarle più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcello Pistilli

    18 Gennaio 2012 - 17:05

    Si sta parlando di lire non cambiate per ben 1 MILIARDO E 300 MILIONI DI EURO. A tal proposito, Vi informo che unitamente a Federcontribuenti stiamo predisponendo un’iniziativa giudiziaria che mira al ripristino del diritto dei legittimi possessori di lire di poter cambiare le stesse entro l’originale termine del 28 febbraio 2012. Senza entrare nel merito della nostra strategia processuale, Vi informo che punteremo sul riconoscimento della violazione del principio (costituzionalmente rilevante) del legittimo affidamento. La presenza della Federcontribuenti abbatterà al minimo i costi di partecipazione all’azione giudiziaria a tutela dei suoi diritti. Per i dettagli relativi ai costi dell’operazione,Vi invito a chiamare/scrivere direttamente alla Federcontribuenti (a mio nome) o direttamente il sottoscritto al n. 02.97374068 o avvocatomarcellopistilli@gmail.com e Vi daremo tutte le info del caso.

    Report

    Rispondi

  • catone_ilcensore

    07 Dicembre 2011 - 21:09

    che fingete di non vedere l'ovvio: se esiste una scadenza precisa (febbraio 2012) e la si anticipa a sorpresa con un articolo di un decreto ad effetto immediato è solo per fregare la gente e farla restare con il cerino (le lire) in mano. E' un atto da gangster, da rapinatori di poveri vecchi! VERGOGNA!

    Report

    Rispondi

    • imahfu

      10 Luglio 2014 - 18:06

      Si sono incamerati quattrini che molta gente pensava di cambiare ma non voleva ''apparire'' e presentava poco alla volta, forse tramite terze persone. La sorpresa, come dice qualcuno,. é dubbia dal profilo di legittimità poiché ''non é ammessa ignoranza di legge''

      Report

      Rispondi

    • imahfu

      10 Luglio 2014 - 18:06

      Si sono incamerati quattrini che molta gente pensava di cambiare ma non voleva ''apparire'' e presentava poco alla volta, forse tramite terze persone. La sorpresa, come dice qualcuno,. é dubbia dal profilo di legittimità poiché ''non é ammessa ignoranza di legge''

      Report

      Rispondi

  • lulinho

    06 Dicembre 2011 - 22:10

    Ma che minchia di notizie ci propinate. ?? Ma fate le persone serie

    Report

    Rispondi

  • Ang558

    06 Dicembre 2011 - 10:10

    Mah, francamente i giornalisti fatico proprio a capirli: perché mai trucchetto? A me pare mossa intelligente: 1,3 miliardi che erano "contabilizzati" e probabilmente non più esistenti. Certo, comprensibile chiedersi, al di là delle banconote da lit 1.000, che fine abbiano fatto 12 milioni di pezzi di biglietti da 100 mila (per un totale di 1.190 miliardi di lire). Rapine/rapimenti? Abbandonate in cassette di sicurezza? Distrutte?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog