Cerca

Non si commuove nessuno Italiani irritati dalla Fornero

Il sondaggio di Via Solferino: le lacrime del ministro hanno urtato tutti. Su Libero di domani, l'articolo di Selvaggia Lucarelli

Non si commuove nessuno  Italiani irritati dalla Fornero

Francamente ci ha lasciato tutti per un attimo senza parole. Letteralmente. Perché, vedere un ministro che - mentre cerca di spiegare agli italiani quali "sacrifici" dovranno affrontare - scoppia a piangere, lascia davvero sconcertati. Poi lo stupore svanisce e rimane la domanda, anche un po' stizzita: ma perché diavolo piange la Fornero? Le risposte - come ci dimostrano i commenti dei nostri lettori-  sono tra le più disparate. Chi si arrabbia, chi se ne frega, chi prova tenerezza. Eppure c'è un sentimento che si ripete in continuazione: lo sconforto. Che si rimanga inteneriti o incavolati neri, c'è uno scoramento di fondo perché: se nemmeno chi detta una via d'uscita crede in essa, dove vogliamo andare? Se proprio chi chiede agli italiani di fare sacrifici, lo fa senza speranza, vien da chiedersi: ma a chi siamo in mano? E, sporattutto, che fine faranno i nostri soldi? E questo fa arrabbiare praticamente tutti.

Il sondaggio - Questa mattina il Corriere della Sera ha fatto un sondaggio: "E il ministro piange, via ha commosso o irritato?". Inizialmente il risultato mostrava una certa solidarietà verso il 'ministro sofferente': circa il 60% dei votanti si dichiarava commosso. Eppure, questa volta, nemmeno i lettori del Corriere hanno resistito a lungo. Così persino lo sponsor ufficiale del governo Monti è riuscito a difendere l'indifendibile e il risultato si è letteralmente ribaltato nel giro di poche ore. Ora segna circa il 60% di irritati contro circa il 40% dei commossi. Domani interverrà sul tema Selvaggia Lucarelli con un articolo sul quotidiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberopensiero77

    06 Dicembre 2011 - 15:03

    Riporto quello che oggi ha scritto il Financial Times "Il Paese è entrato ora nell'era di «Salva Italia». Particolare elogio merita la riforma delle pensioni introdotta dal nuovo ministro del Welfare, Elsa Fornero, aggiunge il quotidiano della City, spiegando che passando ad un sistema contributivo si abbattono quelle regole che permettevano di andare in pensione molto presto. «È stata fatta la cosa giusta», afferma il giornale, sottolineando che la riforma del ministro Fornero dimostra che «l'Italia ha tutto da guadagnare nell'avere al governo donne competenti al posto di ex veline da calendario»". Penso che il commento sia superfluo: perchè non la smettete di denigrarla stupidamente? Oggi su Il Giornale viene fatta una bella biografia della Fornero, molto più utile e obiettiva dei vostri articoli!

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    06 Dicembre 2011 - 15:03

    #6 Gloria Cinti,quelli che realmente piangeranno,saranno migliaia di famiglie che per il Santo Natale, non avranno né lavoro né da mangiare! A questi Banchieri, mascherati da politici,interessa solo il loro tornaconto,infischiandosi delle famiglie che forse a Natale non avranno da mangiare! In Italia le cose si aggiusteranno solo se tutto il popolo scenderà in piazza con i Forconi!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • wall

    06 Dicembre 2011 - 14:02

    .in altre occasioni ho valutato in negativo la sua tesi sulle pensioni e come ho visto mi ha dato ragione in quanto nel suo amor proprio che quanto professato negli studi finanziari nelle forme di calcolo le stesse impattano nell' applicarle sul serio con notevole disagio umano. Tengo si a precisare che purtroppo questi giovani ragazzi e ragazze non vengono indirizzate fin dalla tenere eta' nelle scuole superiori a determinarsi alla loro scelta e conoscenze del mondo del lavoro. Se si entra tardi nel mondo del lavoro si rimane poi fino ad 80 anni ancora a lavorare per il calcolo delle pensione. Dico ciò in quanto nessuna delle ISTITUZIONI DI STATO richiama i GIOVANI a non PERDERE TEMPO NELLE PIAZZE DELLA MOVIDA AD UBRIACARSI perché poi ci si troverà essere delle larve umane nella vecchiaia Dovete incitare i GIOVANI ha essere puntigliosi a fare qualsiasi lavoro di sorta ; ha essere come dei rapaci per carpire ogni possibilità che li possa aiutare nel futuro dell' ITALIA

    Report

    Rispondi

  • pierfabro

    06 Dicembre 2011 - 09:09

    l'italia non ha sicuramente bisogno di un ministro coccodrillo e monti che cerca di sdrammatizzare sembra più un commediante del coccodrillo....... la sceneggiata non ha sortito l'effetto che i due si aspettavano, ma più un sintomo di vomito per le istituzioni a partire dal ribaltone fatto dal napoletano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog