Cerca

La Lega annuncia barricate: alleanza coi falchi azzurri?

Bossi e i suoi diranno un no deciso alla manovra di Monti. Il peso "elettorale" peserà tutto sulle spalle di Berlusconi e Bersani

La Lega annuncia barricate: alleanza coi falchi azzurri?

La Lega non molla, anzi: contro Mario Monti sarà opposizione durissima. C'è da fermare la manovra, o almeno provare a cambiarla. In ogni caso dimostrare agli elettori del Nord che il Carroccio è sempre lo stesso partito: di lotta. E allora su casa, tracciabilità dei pagamenti, patrimonio e pensioni sarà guerriglia a Montecitorio, con una pioggia di emendamenti che metteranno al muro il premier, certo, ma soprattutto la sinistra e gli ex alleati del Pdl. Solo su di loro peserà la responsabilità di dire sì a misure impopolari e, probabilmente, anche inique. Proprio nel partito di Berlusconi il Carroccio punta a trovare degli appoggi parlamentari. Magari tra gli ex An, i "falchi" che hanno mal digerito l'avvento del governo tecnico e che si sono turati il naso al momento della fiducia. Probabile che in un clima di "libertà di coscienza", soprattutto con un occhio agli elettori, ci scappi qualche sorpresa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guidoboc

    06 Dicembre 2011 - 20:08

    Ha scelto la via piu' facile , fare opposizione.

    Report

    Rispondi

  • gmario52

    06 Dicembre 2011 - 17:05

    Non solo la Lega deve fare fuoco e fiamme per far modificare soprattutto la manovra sulle pensioni e l'ici sulla prima casa , ma deve sapere che da quello che si sente in giro potra'contare su un bel gruzzolo di voti in piu' quando ci saranno le elezioni a discapito di pdl pd e terzo polo o meglio terzo pollo. Forza Lega visto che tutti si stanno sfracellando giu' dal Monti , pero' lasciatemi dire al caro Bossi che bisogna dare spazio ai " giovani " del partito che non sia pero' suo figlio Renzo se no addio voti.

    Report

    Rispondi

  • anna teresa

    06 Dicembre 2011 - 17:05

    Emendamenti a raffica... soprattutto: perchè per i lavoratori e i cittadini le misure scattano subito e per i parlamentari dalla prossima legislatura? Se la crisi è così drammatica dovrebbe essere la classe dirigente la prima a sentirsi in dovere di fare sacrifici! Ma Monti sa che non è così. Sta solo regalando il Paese ai suoi amici Tedeschi e Francesi che ci compreranno a prezzi di saldo. Ora vuole che i politici ci mettano la faccia? Stupidi quelli che lo faranno.Fa bene la Lega (e Tonino) a chiamarsi fuori e a lucrare sulla pochezza ed acquiescenza di Bersani e Berlusconi.

    Report

    Rispondi

  • batty

    06 Dicembre 2011 - 14:02

    Attenzione il nostro caro ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi, che ho sempre sostenuto, sta dicendo cose che stanno allontanando gli elettori del PDL verso la Lega Nord. La Lega è l'unico partito che sta tenendo la barra del timone sulla giusta rotta, in difesa di quelli che hanno sempre pagato e pagheranno per tutti e sempre di più. La sensazione di tanti elettori del PDL è quella di essere stati abbandonati in balia del mare in burrasca, persino il PD sta facendo, anche se per pura scena, una sorta di resistenza sul blocco della rivalutazione sulla pensione oltre € 900,00. Come si può pensare di non rivalutare pensioni da € 1500/2000 come se si parlasse di redditi alti, in due anni tra mancata rivalutazione della pensione e aumento delle tasse ici, iva, irpef.. un povero diavolo vede ridotto il suo potere d?acquisto del 30% forse di più. Mentre i soliti ignoti continuano a godere con il sudore degli altri. Poveri italiani , per fortuna è rimasta la Lega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog