Cerca

Gradimento al 14%: partiti mai così male

Una ricerca Ipsos rivela: fiducia nella politica inferiore ai tempi di Tangentopoli. Ecco come Pdl, Pd e Udc si stanno riorganizzando

Gradimento al 14%: partiti mai così male

Gli italiani si dicono disposti a sopportare ogni sacrificio, a patto che li facciano tutti. E già questa è una notizia. L'altra, ancora più grossa, è che gli italiani accettano i sacrifici perché a chiedergleli non sono i partiti, ma i cosiddetti "tecnici". Come scrive Francesco Verderami sul Corriere della Sera, la fiducia degli elettori nei politici è ai minimi storici: secondo la ricerca Ipsos è al 14%, molto meno del 20% toccato nel periodo buio di Tangentopoli, quando spesso il modo più gentile per salutare un onorevole era gettargli una monetina o agitargli un cappio in faccia. Forse è vero quanto detto da Alessandra Mussolini: "Se ci portassimo la pensione a 1.000 euro, gli italiani vorrebbero che scendessero a 500". Ecco perché all'alba della Terza Repubblica i partiti della Seconda temono di non passare la nottata. L'unico modo per scamparla è fare le riforme, in primis quella elettorale, e ricreare un modello che superi il bipolarismo per ridare vita, in qualche modo, alla Prima Repubblica. Decenni in cui i governi si facevano (e disfacevano) non alle urne ma in Parlamento. Pd e Pdl nicchiano, Pier Ferdinando Casini e l'Udc premono, perché in quel modo diventerebbero il vero centro della politica italiana, altro che Terzo Polo. Il confronto su testi e ipotesi, già invocato da Silvio Berlusconi, è ormai cominciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    11 Dicembre 2011 - 11:11

    ammazzarli di botte non meritano altro.. mi promettessero anche la luna (logico che poi non mantengano) non vivrebbero abbastanza a lungo senza scontare le loro malefatte degli ultimi 15 anni! per godere dei loro privilegi in modo sempre piu' sfacciato hano fatto ricorso al terrorismo fiscale.. chi non si è accotos prima adesso è tuto chiaro lampante sono LORO e soltanto LORO i responsabili dello sfascio.. privilegi e libertà anzi libertinaggio sfacciato per pochi eletti , miseria e peripezie burocratiche per altri.. l'italia dei 150 anni non merita di avere questa gente a comandare.. iniziamo il 2012 nel migliore dei modi . eliminiamo la politica facciamo come le aziende >: SIAMO GLI AZIONISTI NOMINIAMO NOI I DIRIGENTI E GLI AMMINISTRATORI CHE POI RISPONDERANNO DEL LORO OPERATO. i politici sono solo dei buoni a nulla , sanno gestire solo poltronifici e nient'altro.

    Report

    Rispondi

  • alfredido1

    11 Dicembre 2011 - 09:09

    Credo che il gradimento ai partiti sia solo quello dei famigliari diretti e degli altri su cui ricade parte dell'opulenza dei Politici. La frattura fra Italiani e Politica mi sembra profondissima ed insanabile con l'attuale classe politica . Beninteso tutta la classe politica destra,sinistra,centro etc. Non rimane che la necessità impellente di un radicale rinnovamento dei poilitici

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    10 Dicembre 2011 - 20:08

    Semplicemente vergognosi, ipocriti, squallidi esseri, e noi dobbiamo lasciarci governare da gente simile?? Povera gente, tiriamogli addosso monetine ma... seppelliamoli!

    Report

    Rispondi

  • Armadillo

    10 Dicembre 2011 - 20:08

    dopo tutto tutti gli spettacoli pietosi a cui ci hanno sottoposto gli abusivi che occupano parlamento e senato, trovo sorprendete che qualche italiano ancora creda a partiti che sono diretta espressione degli uomini politici che li guidano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog