Cerca

Paga netta: 14mila euro più trasporti e telefono... E gli onorevoli piangono

I politici italiani hanno la busta più gonfia d'Europa: guadagnano il doppio dei colleghi tedeschi e inglesi, senza parlare dei benefit

Paga netta: 14mila euro più trasporti e telefono... E gli onorevoli piangono
Abbiamo la casta più cara d’Europa. A dimostrarlo può bastare la sola voce dell’indennità, che in Italia arriva a 140 mila euro lordi l’anno per ogni parlamentare, ovvero 11.275 euro lordi mensili per i deputati e 12.000 euro per i senatori. Contro i 91.764 euro dei parlamentari tedeschi, gli 85.202 dei francesi e 76.913 degli inglesi. Insomma, una bella cifra. Corredata anche dal fatto di avere un numero di parlamentari più alto: 945 contro i 925 della Francia, i 691 della Germania, i 650 del Regno Unito, i 558 della Spagna e i 179 della Danimarca.

Ma la busta paga dei parlamentari non è composta solo dalle indennità. I deputati dispongono anche della diaria, ovvero una sorta di rimborso spese per il soggiorno a Roma pari a 3.503 euro mensili, somma che viene decurtata di 206,58 euro per ogni giorno di assenza dalle sedute dell’Assemblea (è considerato presente chi partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni). A questo si aggiunge un altro rimborso forfettario per la gestione del rapporto con gli elettori pari a 3.690 euro, erogati tramite il gruppo parlamentare di appartenenza. I deputati, poi, oltre a viaggiare gratis su tutti i mezzi di trasporto in tutta Italia (treni, aerei, pedaggi autostradali, traghetti), godono anche di un altro rimborso pari a 3.323 euro a trimestre per i trasferimenti da e per l’aeroporto più vicino al luogo di residenza e da Fiumicino al centro di Roma (se poi deve fare più di cento chilometri per prendere l’aereo, allora la cifra arriva a 3.995 euro). Infine, visto che Montecitorio non fornisce telefoni cellulari, ai deputati vengono elargiti 3.098 euro l’anno per le spese telefoniche.

Passando ai senatori, oltre all’indennità, anche qui è presente la diaria, pari a 3.500 euro mensili. Anche qui c’è un contributo per l’attività di senatore pari a 4.180 euro al mese (1680 direttamente al parlamentare, 2.500 al gruppo di appartenenza). Infine, gli inquilini di Palazzo Madama percepiscono un rimborso forfettario mensile di 1.650 euro per spese di viaggio e telefoniche.  

di Gian Luca Roselli

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco burzio

    13 Dicembre 2011 - 08:08

    Non c'e' piu' nulla da dire,sta' arrivando l'ora di agire e tirargli un bel,ma bello forte calcio in culo a questo governo di ladri e deliquenti,avrei tante idee,per loro,tipo fargli pulire i fossi e gli argini dei fiumi,cosi' imparano cosa vuol dire lavorare,con la catena ed una palla al piene e capiscono cosa significa la schiavitu'.

    Report

    Rispondi

  • dadorso65

    12 Dicembre 2011 - 09:09

    NOI CHIEDIAMO IN CAMBIO: 1. di arrestare tutti i politici ... corrotti , di allontanare dai pubblici uffici tutti quelli condannati in via definitiva perché in EUROPA tutti lo fanno, o si dimettono da soli per evitare imbarazzanti figure. NOI CHIEDIAMO 2. di dimezzare il numero di parlamentari perché’ in EUROPA nessun paese ha così tanti politici !! NOI CHIEDIAMO 3. di diminuire in modo drastico gli stipendi e i privilegi a parlamentari e senatori, perché in EUROPA nessuno guadagna come loro. NOI CHIEDIAMO 4. di poter esercitare il “mestiere” di politico al massimo per 2 legislature come in EUROPA tutti fanno !! NOI CHIEDIAMO 5. di mettere un tetto massimo all’importo delle pensioni erogate dallo stato (anche retroattive), max. 5.000, 00 euro al mese di chiunque, politici e non, poiché’ in EUROPA nessuno percepisce 15/20 oppure 37.000,00 euro al mese di pensione come avviene in ITALIA NOI CHIEDIAMO 6. di far pagare i medicinali visite specialistiche e cure mediche ai familiari dei politici poiché’ in EUROPA nessun familiare dei politici ne usufruisce come avviene invece in ITALIA dove con la scusa dell’immagine vengono addirittura messi a carico dello stato anche gli interventi di chirurgia estetica, cure balneo-termali ed elioterapiche dei familiari dei nostri politici !! CARI MINISTRI non ci paragonate alla GERMANIA dove non si pagano le autostrade, i libri di testo per le scuole sono a carico dello stato sino al 18° anno d’età, il 90 % degli gli asili e nido sono aziendali e gratuiti e non ti chiedono 400/450 euro come gli asili statali italiani !! IN FRANCIA le donne possono evitare di andare a lavorare part time per racimolare qualche soldo indispensabile in famiglia e percepiscono dallo stato un assegno di 500,00 euro al mese come casalinghe più altri bonus in base al numero di figli . IN FRANCIA non pagano le accise sui carburanti delle campagne di napoleone, noi le paghiamo ancora per la guerra d’Abissinia!! NOI CHIEDIAMO A VOI POLITICI che la smettiate di offendere la nostra intelligenza, il popolo italiano chiude 1 occhio, a volte 2, un orecchio e pure l’altro ma la corda che state tirando da troppo tempo si sta’ spezzando.

    Report

    Rispondi

  • gigigi

    11 Dicembre 2011 - 18:06

    Emblematico il comportamento dei parlamentari, che si sentono defraudati, se qualcuno preposto, chiede loro di partecipare ai sacrifici per il bene dell'Italia. E che loro, sono messi in Parlamento per il bene degli Italiani? Ma non ci pensate proprio. Essi, gozzovigliano sistematicamente per 365 giorni l'anno sul territorio nazionale e non, mostrando il perbenismo che caratterizza la figura di parlamentare, ma in realta' covano esclusivamente desideri di accaparramento continuo. Ogni tanto qualcuno viene scoperto con le mani nella marmellata, ma tanti, anzi la maggior parte sa' come fare per nascondersi e nascondere gli amici e gli amici degli amici. Perche' stanno a Montecitorio e Palazzo Madama ,solamente per questo: arricchirsi e far arricchire le proprie famiglie. Quindi, figuriamoci se possono accettare cosi supinamente quello che il Paese chiede loro. Per anni, io, la mia famiglia, i miei amici e colleghi, abbiamo sempre pensato di essere rappresentati. Poveri noi, veri fessi!!

    Report

    Rispondi

  • carla11

    11 Dicembre 2011 - 18:06

    magari avessi io lo stipendio in linea con l'Europa......e loro sempre a frignare...ma andate a casa che di sicuro gente più competente e soprattutto più RESPONSABILE ne troviamo anche a "paghetta ridotta" A CASA!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog