Cerca

Lo sciopero dei sindacati: vogliono la patrimoniale

Dopo 2 ore di incontro Monti non cede sulla manovra. Cgil, Cisl e Uil confermano la protesta

Lo sciopero dei sindacati: vogliono la patrimoniale

Nessuna retromarcia, nessun ritocco al decreto "salva Italia". Mario Monti, che ieri sera, domenica 11 dicembre,  ha ricevuto per oltre due ore a Palazzo Chigi, non ha ceduto alle richieste di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Per questo per lunedì 12 dicembre è stato confermato lo sciopero generale.  Mario Monti, Elsa Fornero, Vittorio Grilli, Piero Giarda e Antonio Catricalà, nell’ordine, hanno chiuso la porta alle proposte delle sigle sindacali. Monti, secondo quanto si è appreso, ha battuto soprattutto sul tasto dell’emergenza economica: "I mercati ci guardano. L’Italia deve collocare i suoi titoli di Stato, tentando di abbassare la spesa per gli interessi". Il Governo ha anche chiesto ai sindacati di dare una priorità alle loro richieste su indicizzazione delle pensioni, Imu ed età pensionabile. I sindacati, in assenza di un vero tavolo di confronto, non avrebbero dato, secondo quanto si è appreso, una lista di priorità alle loro richieste.

"Presidieremo la Camera" - "Hanno difeso la loro impostazione a oltranza, non ci hanno dato nessuna risposta di merito, non sono riusciti a convinverci" ha detto al termine dell'incontro la leader della Cgil Susanna Camusso. E annuncia battaglia: "Presidieremo la Camera per tutta la dutata della E in un'intervista su Repubblica, la Camusso dice che la manovra taratassa lavoratori e pensionati sostanziamente perché Silvio Berlusconi non vuole la patrimoniale. "Il governo è sordo sull'equità", ha detto. I sindacati non nutrono grandi speranze sulla possibilità di alleggerire i sacrifici per famiglie,lavoratori e pensionati. Il governo dà una lettura meno drastica, sostiene che "in corsa" ci saranno "piccole correzioni" che con ogni probabilità riguarderà soprattutto l'indicizzazione delle pensioni. "Terremo cono delle vostre osservazioni e poi decideremo", ha detto Monti. Ma Luigi Angeletti non si fa nessuna illusione e liquida così la posizione del premier: "Non ci sembra foriera di grandi cambiamenti". Il premier ha confermato la situazione di estrema emergenza finanziaria in cui si trova l'Italia. "L'iomperativo è di manternere i saldi invariati, la composizione e la natura strutturale dei provvedimenti". Raffaele Bonanni prevede che l'iter parlamentare sarà un percorso di guerra.Si comincia oggi con lo sciopero generale delle tre sigle per tre ore.

I cortei -Così, come annunciato, lunedì cortei e presidi si sono tenuti in moltissime città italiane per lo sciopero di tre ore indetto da Cgil, Cisl e Uil. La protesta segna il ritorno all'unità della triplice dopo circa sei anni. I sindacati premono soprattutto contro la deindicizzazione delle pensioni e per una maggiore gradualità nella fascia di esenzione dell'imposta sugli immobili. Cortei a Milano e Roma: in Lombardia per le 16 è previsto un presidio davanti alla Prefettura. Simili manifestazioni a Torino, Napoli, Salerno, Benevento, Avellino e Caserta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilbillograsso

    12 Dicembre 2011 - 21:09

    ma (ma dopo le stronzate) rispondi, quanti danni ha fatto?

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    12 Dicembre 2011 - 20:08

    L'altezzosità arrogante..semintimidatoria dei compoagni..non scompare mai..Mr..Illograsso,..aduso a votare..ad occhi chiusi.. chi esaltava (e..volentieri avrebbe voluto anche qui..) quei vergognosi..regimi totalitari, autoritaritirannici.. rossi,..presume..ovviamente..che tutti coloro che la pensano (..per fortuna) diversamente..siano della stessa sua pasta...o pazzi..o farabutti...Si sbaglia..alla grande..Mr. Illograsso..Voi siete..e resterete..sempre UNICI,,nella vostra solenne, cinica,n prepotente ..idiozia..all'amatriciana...

    Report

    Rispondi

  • ilbillograsso

    12 Dicembre 2011 - 20:08

    E quel farabutto che voti da anni, quanti danni ha fatto?

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    12 Dicembre 2011 - 20:08

    Mr Ibillograsso,..non entro nel merito degli introiti dei dipendenti CGIL,..i quali.. poi sovente..finiscono la loro carriera in ambiti posticini caldi..adeguati ed ottimamente retribuiti,..(mantenuti dai contribuenti, dalle Coop, dalle partecipate ecc ecc.)..Una cosa però è certa..I danni prodotti da costoro.. al Paese..sono immensi.. incommensurabili..Certamente molto superiori agli stipendi percepiti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog