Cerca

L'Idv Barbato spia i deputati per La7. Mussolini furibonda

Il dipietrista con una microcamera tra gli onorevoli. L'ira della Mussolini: "Fini intervenga". Ma lui non alza un dito

L'Idv Barbato spia i deputati per La7. Mussolini furibonda

Alta tensione tra le stanze della politica. Alla Camera era altissimo il livello di guardia. Il deputato-ultrà dell'Idv, Francesco Barbato, pare fosse attivissimo, quasi frenetico, incredibilmente interessato e loquace nel chiacchierare con i suoi colleghi a Montecitorio. Poi qualcuno si è accorto delle motivazioni che muovevano il dipietrista. O meglio, qualcuno si è accorto del mezzo tecnologico di cui l'onorevole disponeva: una microtelecamera incastonata nell'occhiello della giacca. Quando i deputati hanno capito di essere spiati, è montata la rivolta. Il dipietrista, infatti, è "inviato speciale" del programma di Gianluigi Nuzzi, Gli Intoccabili, e a Montecitorio va alla caccia di scoop e confessioni dei politici.

La protesta della Mussolini - Tra le più piccate Alessandra Mussolini, che ha chiesto al presidente della Camera, gianfranco Fini, di intervenire "nei confronti di un deputato" che ha filmato i colleghi durante la seduta in aula. Chi fosse il deputato in questione è stato poi svelato da Andrea Sarubbi (Pd) su Twitter: Barbato, appunto. "Mi è stato detto - ha denunciato la Mussolini - che andranno in onda in una televisione tutti i filmati illegali fatti da questo deputato. Bisogna restituire fiducia nei cittadini, fiducia e rispetto nelle istituzioni cui tutti noi apparteniamo, e non è questo il modo. Forse così - ha proseguito - si può essere protagonisti per un giorno e mi auguro che il collega non abbia percepito un pagamento per i filmati. Ora - ha concluso - mi auguro che il presidente Fini possa censurare questo comportamento per tutti noi, per il lavoro che svolgiamo in questa Aula". Inutile stare a sottolineare che Fini non ha mosso un dito...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emilioq

    15 Dicembre 2011 - 08:08

    Non è nuovo alle porcate! Questo è uno dei tanti che ci ruba i soldi per andare in Parlamento a giocherellare!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    14 Dicembre 2011 - 21:09

    Se si è vietato ai fotografi di riprendere è perchè qualcosa da nascondere ce l'hanno, si sono già visti in passato i loro giochini al posto di presenziare seriamente. Se qualcuno cerca di diffondere notizie....fa bene, gli italiani vogliono continuare a vedere cosa succede nel Parlamento. Mi chiedo se questo divieto l'avesse fatto Berlusconi cosa sarebbe successo? Bavaglio ai giornalisti!!!! E invece no, per un biglietto inviato da Letta a Monti che abbiamo visto in molti si blocca tutto. Questa non è più una Repubblica Democratica è diventato un Regime dove si vuole controllare tutto e tutti. E questo agli Italiani non piace.

    Report

    Rispondi

  • ingenuo39

    14 Dicembre 2011 - 20:08

    In un parlamento "serio" tutte le cose dette divrebbero essere coerenti con le loro idee e pertanto anche se venissero divulgate non dovrebbe succedere nulla, magari a qualcuno, onesto, farebbe anche piacere. Mentre , messa così la cosa, da la conferma agli Italiani che li anno votati che non sono degni di rappresentarli. Consiglio pertanto, agli elettori, la prossima volta che verranno chiamati a scegliere di rammentarsi di costoro e anche se saranno ai vertici delle loro liste di non votarli. Solo per toglierci questa soddisfazione. Scusate la mia ingenuità

    Report

    Rispondi

blog