Cerca

Io, Bossi, Monti e la Merkel Silvio si confessa su Facebook

Le risatine di Angela, i processi, il rapporto con Alfano e con Umberto: Berlusconi racconta la sua verità sul social network

Io, Bossi, Monti e la Merkel Silvio si confessa su Facebook

"A Monti regalerei un grande vaso pieno di pazienza. La pazienza è una virtù fondamentale quando si vuole cercare di governare l'Italia. L'ho imparato tante volte a mie spese". E' quanto scrive l'ex premier, Silvio Berlusconi, sul suo profilo Facebook, in una lunga confessione in cui tira in ballo anche la Cancelliera Angela Merkel, Sarkozy e l'amico-nemico Umberto Bossi (ha annunciato un pranzo con il Senatùr e ha bollato i dubbi espressi dal leader leghista sull'alleanza con il Pdl come un escamotage per racimolare voti). Poi (ma questa non è arrivata sul social network) una bacchettata al Professore di Varese: "Non conosco ancora tutte le modifiche alla manovra. Le stiamo valutando ma abbiamo molte, molte perplessità". Così il Cavaliere sul cosiddetto decreto "salva Italia" partorito da Mario Monti.

Le risatine della Merkel - "Non ho mai subito un voto di sfiducia e avrei potuto finire il mio mandato. Mi sono sacrificato per ridare serenità all'Italia", ribadisce l'ex presidente del Consiglio. Il Cav anticipa online anche alcuni passaggi dell'intervista rilasciata a Paris Match in edicola domani, giovedì 15 dicembre. Parla delle sue giornate da ormai ex premier, ma anche delle imbarazzante risatine della Merkel e di Sarkozy al vertice di Bruxelles: "Un ennesimo colpo montato dai media". "Se Merkel e Sarkozy si sono scambiati un sorriso - continua su Facebook - è perché c'è stato un momento di esitazione su chi dei due doveva rispondere per primo, quando la domanda è stata posta. Entrambi hanno tenuto a confermarmelo. In questo momento nessuno può dare lezioni a nessuno. Dobbiamo tutti rimboccarci le maniche con umiltà per uscire da una crisi che minaccia di uccidere l'euro e anche l'Unione europea".

L'impegno politico - Poi Berlusconi ci tiene a precisare sollecitando il "mi piace" di 550 persone: "Non ho mai lasciato passare una legge che potesse ridurre gli spazi di libertà dei cittadini e delle aziende. Nessun italiano potrà dire di aver subito un danno a causa delle decisioni del mio governo''. Riguardo al suo impegno politico il Cav è chiaro: "Smetterò quando l'Italia sarà veramente un Paese liberale, garante dei diritti fondamentali e della libertà dei cittadini. Visto che questo giorno non è ancora arrivato, credo che il mio impegno politico debba proseguire".

Evviva Alfano - "Non sono un leader in pantofole - continua la sua confession -. Le mie giornate dovrebbero avere 30 ore e non 24. Ho la fortuna di dormire poco. Mi alzo la mattina alle 7 e 30. In media, ho quindici appuntamenti al giorno e un numero infinito di conversazioni telefoniche. Oltre agli interventi pubblici. All'una di notte ricevo i giornali del giorno dopo: leggo, mi innervosisco e vado a dormire. Dopo cinque ore di sonno mi risveglio ottimista come sempre… L'Italia ha bisogno di un cambio di generazione. Per me, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, che ha 35 anni meno di me, sarà un notevole presidente del Consiglio. Saprà portare avanti la mia opera. Ha tutta la mia fiducia”.

I processi - Non manca neanche un accenno ai suoi guai giudiziari.  "Gli ultimi mesi sono stati un periodo faticoso e pesante. Sono rimasto soprattutto molto frustrato dal dover consacrare tanto tempo e attenzione per far fronte ad un'aggressione giudiziaria e mediatica indegna, che si basa sulle menzogne, quando avrei dovuto concentrare tutta la mia energia alla lotta contro la crisi".  Alla domanda dell'intervista di Paris Match anticipata sul social network se teme la condanna in uno dei cinque processi attualmente in corso contro di lui, l'ex premier risponde: "Questi processi riposano sul nulla, come gli altri ventisei processi che si sono conclusi con il mio proscioglimento dopo 2.590 udienze. Sono sicuro che verrò prosciolto, come sempre, nonostante l'accanimento. Una parte della magistratura italiana, minoritaria ma molto determinata ambisce ad esercitare un ruolo politico per cambiare l'Italia secondo la sua ideologia di sinistra".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dontfeedtheboss

    16 Dicembre 2011 - 11:11

    si è ulteriormente abbassato, e si che era già sotto la soglia della decenza. Ma non è tanto colpa degli utenti, è colpa della "redazione" che modera come gli pare, censurando tanti interventi educati e intelligenti che però mettono a nudo la pochezza del centrodestra e dei suoi accoliti e lascia passare invece ogni tipo di insulto, diffamazione e bassa grettezza. Giusto a sottolineare ancora una volta la vostra etica e deontologia

    Report

    Rispondi

  • IoSperiamoCheMeLaCavo

    16 Dicembre 2011 - 10:10

    Ha ancora il coraggio di parlare? Non ha proprio ritegno e senso del pudore. dopo il distratro a cui ha portato L'Italia ha ancora il coraggio di parlare. Che se ne vada in pensione e lasci stare le cose che non sa fara, come governare un paese.

    Report

    Rispondi

  • woody54

    16 Dicembre 2011 - 09:09

    Offendere gli altri è peccato!!! Subito 3 ave maria!! Non potevi essere che la consorte di un coglione!!! Affinità elettive... poveretta... Che coppia tristissima , spero tanto per voi che non abbiate figli

    Report

    Rispondi

  • uomo-qualunque

    16 Dicembre 2011 - 03:03

    Si puo' negare che l'attacco a Berlusconi da parte di stampa e giudici esista? Si puo' negare che gli Sx fanno di tutto per imporre il pensiero unico, il loro? e quindi Minzolini, Feltri, ed altri si vogliano eliminare o attutire? Guardate che sto' parlando di Feltri, sospeso temporaneamente dal suo mestiere di giornalista, in quale altro paese esistono queste azioni? Ah, si', esistevano nell'Italia fascista, nella Germania nazista e nella Russia paradiso terrenale, Oh, aggiungiamo Cuba a Korea del nord. Avanti popolo alla riscossa bandiera zozza...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog