Cerca

Solita Casta: a Palazzo Chigi gli aumenti più alti del 2010

Secondo l'Istat sono i dipendenti della presidenza del Consiglio quelli con il rialzo maggiore di stipendio: +15,2% dal 2009

Solita Casta: a Palazzo Chigi  gli aumenti più alti del 2010

Sono i dipendenti della presidenza del Consiglio a vincere il premio dell'aumento di stipendio più alto nel 2010. Rispetto al 2009 i 'fortunati' si sono guadagnati il 15,2% in più. Una vera e propria impennata  se si considera il rialzo medio, pari al 2,1%. Il dato emerge dalle tabelle dell'Istat sulle retribuzioni contenute nell'annuario statistico pubblicato oggi, venerdì 16 dicembre.

Chi su e chi giù -
Dai dati risulta che i dipendenti di Palazzo Chigi, tra il 2009 e il 2010, hanno visto aumentare la loro retribuzioni contrattuali del 15,2% (+9,9% se si tiene conto delle retribuzioni orarie), staccando di gran lunga tutte le altre categorie, sia pubbliche che private. Al secondo posto i servizi a terra negli aeroporti (+5,2%), seguiti dai giornalisti, per i quali l'incremento è stato del 4,7%. Sotto il 4% gli aumenti delle retribuzioni di categorie come i portuali, gli impiegati nel settore delle tlc e nella ricerca (+3,7% per tutti). Ma la musica cambia in altri settori del pubblico impiego: ad esempio, nei ministeri, l'aumento tra il 2009 e il 2010 rilevato dall'Istat è stato solamente dello 0,7%, come anche nelle agenzie fiscali e nei monopoli. Per le Forze dell'ordine l'aumento è stato dello 0,9%, nella Pubblica Istruzione dello 0,6% mentre per i Vigili del fuoco l'aumento delle retribuzioni non è andato oltre lo 0,4%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    17 Dicembre 2011 - 11:11

    Confuti pure, ma non si astenga dalle notizie che arrivano dal Sud, se le riesce. Ovviamente mi attendo da lei, che va riconosciuto non offende con epiteti volgari ma controbatte con argomentazioni, che non si adegui alla moda corrente (tutta roba televisiva a quanto so) che dice che il Sud è intelligentissimo e che noi del Nord siamo incapaci mentalmente, inquadrati rigidamente in schemi, e insomma tutta la variegata descrizione che il Sud ha inventato per far risaltare sé stesso. Ricordi però che, a conti fatti, il Sud è sempre deficitario (e non solo economicamente) e il Nord si deve caricare sulle spalle le inettitudini terroniche.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    17 Dicembre 2011 - 10:10

    esattamente come ha fatto lei nell'articolo a fianco ed in molte altre occasioni. "Insomma terroni si nasce e non si va contro la propria natura. Non c'è da aspettarsi nulla da un terrone, neanche se di destra. Polverini è l'ennesima prova. Blues, Blues!!!

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    17 Dicembre 2011 - 10:10

    Che noi avessimo un Parlamento esorbitante di "occupanti" (vedi anglo-americani)...ce ne accorgiamo in un periodo di crisi ? Ragionandoci, poi, si vorrebbe, che questa dieta generale venisse applicata in un periodo di "tranquillità" economica...che certo la gente, comunque, non avrebbe "capito". Questa sarebbe stata "sobrietà". E' una realtà, la forbice sociale andrà ad aprirsi sempre più. Le colpe di quelli come Berlusconi che dicono : "Non ho colpe : non devo chiedere scusa all'Italia". Napolitano : "Sacrifici per tutti, anche i ceti meno abbienti". Un Paese ed una classe governante, che con le povere risorse naturali che abbiamo...aveva deciso, con i suoi appannaggi ed apparati statali, di vivere da...sceicchi del petrolio, prima o poi, non poteva che portare a questo..."debito pubblico". (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    17 Dicembre 2011 - 10:10

    Una irresponsabilità che, chiaramente, arriva da lontano. Nonostante il piglio "salva Italia", il carattere dimostrato nella "multa" a Bill Gates ed il machete da disboscamento...Mario Monti continua ad apparire carente dell'approccio di quei "consigli" che avrebbero reso la manovra più accettabile. Perchè NO ad ICI alla Chiesa ? Saranno pure aspetti irrilevanti (e forse scarsamente informato), ma la tassazione (sul "monte manovra") dei libretti di risparmio, che spesso vengono aperti ai ragazzi per avviarli alla conoscenza del risparmio ; tabacco...attaccarsi a quello sciolto (trinciato), quello dei "meno abbienti"; ICI (con qualche dubbio)...ma i figli di famiglie benestanti, con max 26 anni (chissà perchè 26 ?), godono anch'essi di 50 € di franchigia, oltre quella base (non potrebbe risultare un'anomalia)? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog