Cerca

Silvio: Arriva un'altra manovra

Il Cav come Tremonti: "Non è da escludere un nuovo intervento". Tensione sui titoli di stato e recessione: il governo cerca 10 miliardi

Silvio: Arriva un'altra manovra

Il governo è alla disperata ricerca di soldi. Lo sanno tutti, anche se Monti e Passera smentiscono con una punta di sdegno. E' per questo che l'ombra di una manovra aggiuntiva, una "stangata di primavera" è sempre più incombente. Lo ha detto ieri l'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti ("Non è giusto, ma si farà", ha rivelato a In mezz'ora su Raitre), lo ha ribadito Silvio Berlusconi oggi. L'ex premier, a Milano per l'udienza del processo Mills, è stato laconico: "Forse servirà un'altra manovra, non è da escludere".

Solite resistenze - Poche parole, perché non ne servono di più. "Tutte le manovre economiche hanno questo difetto, inducono alla recessione". Troppe tasse, poca crescita e consumi frustrati. Berlusconi lancia l'allarme proprio come fatto su Libero da Franco Bechis, che ricordava come si fosse preferito tacere dei dati negativi sul Pil per il 2011 per non allarmare la popolazione. Ma a destare sospetti di altre mani nelle tasche degli italiani c'è la questione titoli di stato. Lo spread continua a salire, viaggiando pericolosamente intorno a quota 500 con rendimenti al 7 per cento. Numeri che tradotti in soldoni significano miliardi che l'Erario deve trovare per ripagare il debito nei prossimi mesi, se la tempesta europea (come sembra) non si placherà. Il governo ha messo in cantiere riforme strutturale importanti come liberalizzazioni e riforma del mercato del lavoro: tagliare i privilegi di molte categorie e dare respiro ad aziende e giovani lavoratori significherebbe racimolare 10 miliardi di euro. Ma saranno da vincere le resistenze di corporazioni e ordini da una parte e sindacati dall'altro. E se finirà come nelle ultime settimane, a pagare tra qualche mese potrebbero essere tutti gli italiani.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigigi

    19 Dicembre 2011 - 22:10

    La maggior parte dei commenti,tende a condannare questo e quell'altro Presidente del Consiglio,al solo scopo di far vedere quanto sia stato cattivo il primo e buono il secondo o viceversa. Qui,le chiacchiere,cari signori stanno a zero! Chiunque ci sia ora,sta' facendo il cattivo e lo fa' in tutti i sensi, tassando, tassando e tassando ancora. Cio' che e' stato tassato adesso,ancora non e' percepito se non "per decreto da convalidare". Quando,sara' approvata la manovra,questa manovraccia,verra' percepito sulla busta paga,pensione, borsa della spesa e compagnia bella (anzi, brutta). Con questo,non occorre iniziare a preoccuparsi di quella che verra' fatta a marzo prossimo! Dobbiamo tentare di vivere con meno soldi,per ora,da adesso a marzo p.v.. Poi,ci preoccuperemo di quell'altra fetenzia,che verra' stilata sempre e comunque per noi e solo a noi poveracci. Percio' piantiamola di litigare nella ricerca se Berlusconi e' stato piu' fetente di Monti o di Bersani: Fanno tutti, assoluta pena!

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    19 Dicembre 2011 - 20:08

    cosa c' entri l' Argentina con Weimar lo sai solo tu, ma ce lo spiegherai al volo, immagino. E mi vieni a parlare di iperinflazione e signoraggio (ti piace da pazzi la parola, vero ?) in un momento (lungo momento, ormai) di deflazione dura (guardati gli aggregati monetari M1 M2). Comunque rimetti in ordine il confuso post e facci capire il tuo pensiero. Non so chi ti abbia letto, ma io non ci ho capito nulla- Grazie

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    19 Dicembre 2011 - 20:08

    Con la scusa che il WWF ti ha dichiarato cogli@ne in via di estinzione,mi ha pregato ignorarti e non risponderti,potresti estinguerti prima del tempo!

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    19 Dicembre 2011 - 20:08

    La sfiga a questo paese la portano quelli come te,ritieniti fortunato che nei momenti peggiori avevamo al governo uno che ha saputo tenere le redini ben tese,se non l'hai capito ancora è stato eletto 4 volte alla presidenza del consiglio, ciò dimostra la saggezza della moltitudine degli elettori di cui tu non fai parte ovviamente! Adesso nonostante le tue insulse battute,che già avevo riproposte in maniera edulcorata qualche mese fa con grande senso di ironia,servono solo a dimostrarci quanto Silvio ti manchi,o vuoi farci credere che ti andava bene Prodi piuttosto che Monti? Berlusconi ha segnato una parentesi storica memorabile e irripetibile per l'Italia,come il periodo fascista,che a torto o a ragione sovente viene rimpianto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog