Cerca

Sindaci della Lega in rivolta: "Boicotteremo l'Imu"

Il sindaco di Vittorio Veneto: "Un balzello assurdo, non lo faccio pagare. Non un euro resta ai Comuni". Zaia: "Interessante"

Sindaci della Lega in rivolta:  "Boicotteremo l'Imu"

Un "balzello assurdo", "quasi quasi non lo faccio pagare". La provocazione sull'Imu, ma nemmeno troppo, arriva dal sindaco leghista di Vittorio Veneto Gianantonio Da Re. Al termine di un incontro con l'ex ministro Roberto Maroni, il primo cittadino ha annunciato. "Se il governo-sanguisuga vuole tassare ulteriormente la casa frutto di sacrifici, faccia da solo". E al boicottaggio della nuova Ici invita tutti gli altri colleghi sindaci: "Non un euro di quello che raccoglieremmo resterebbe nelle casse comunali - ha sottolineato Da Re -. Si arrangi dunque Roma. In ogni caso, la mia obiezione si limita alla non raccolta del balzello: non ho personale da dedicare a questo nuovo impegno. Non ho un messo per gli accertamenti. Me lo paga Monti?. Questa è una misura che va contro il federalismo fiscale". Una proposta che il presidente del Veneto Luca Zaia fa subito sua: "E' assolutamente interessante, va nella direzione della difesa dei cittadini. Dobbiamo portare dentro a questa riforma, e penso lo faranno i sindaci visto che è una tassa che passa per i Comuni, elementi che tutelino fino in fondo il cittadino". Non ci sente, però, l'opposizione: "Chi crede di prendere in giro la Lega? Questo è il momento della responsabilità - attacca il responsabile Enti locali del Pd Davide Zoggia - ed è sinceramente stucchevole assistere a quotidiane dimostrazioni di intemperanza per riconquistare la credibilità perduta".

 



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    20 Dicembre 2011 - 15:03

    Come al solito non hai capito una mazza, la tassa ICI che confluirà nell'IMU non andrà ai comuni come previsto dalla legge sul federalismo, ma andrà per la quasi totalità allo stato, i comuni avranno solo l'onere di raccoglierla e poi di trasferirla nel calderone statale, vanificando e distorcendo l'impianto federalista. Capito mi hai o vuoi che te lo spieghi meglio ?

    Report

    Rispondi

  • biric

    20 Dicembre 2011 - 10:10

    Il momento della responsabilità è già passato. Ora è il momento del si salvi chi può.

    Report

    Rispondi

  • carpa1

    20 Dicembre 2011 - 09:09

    ed è già un'ingiustizia perchè la casa è un bene primario, una necessità come pane ed acqua, che almeno rimanga ai comuni altrimenti il federalismo va a farsi benedire. Soprattutto perchè, se lasciata in toto ai comuni, rimarrebbe comunque in Italia contribuendo al risanamento (laddove non venisse sperperata come spesso accade) e costringerebbe i comuni del sud a darsi una mossa nel beccare quelli che non pagano mai danneggiando gli onesti.

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    20 Dicembre 2011 - 09:09

    come se l'IMU non l'avessero inventata loro quando erano al governo. Come se negli ultimi 10 anni fossero stati su marte. Come se non fossero soldi che comunque rimangono al comune per dare servizi ai cittadini. Siete furbi come quel marito che per fare un dispetto alla moglie si tagliò le balle.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog