Cerca

Senatori, menù è troppo caro: licenziano i camerieri

Il ristorante di Palazzo Giustiniani aumenta i prezzi e gli onorevoli disertano: -70% degli incassi. Pagano i dipendenti

Senatori, menù è troppo caro: licenziano i camerieri

Ora che anche i senatori hanno toccato con mano il costo della vita, sotto forma di un ristorante a prezzo di mercato, la crisi si fa sentire a Palazzo Madama, O meglio, la sentono soprattutto i dipendenti del suddetto ristorante. Cuochi e camerieri di palazzo Giustiniani, dove alloggia il presidente Renato Schifani e fino all'estate andavano a pranzare e cenare onorevoli a frotte, sono stati messi in cassa integrazione. Il motivo è semplice: dopo lo scandalo dei menù a prezzo di saldo (2,6 euro appena per una bistecca di manzo, 2,76 uno squisito carpaccio di filetto), la direzione ha dovuto "aggiustare" le tariffe. Oggi un pasto medio costa circa 30 euro. Un adeguamento alla vita reale che non è andato giù ai senatori: il calo del 70% degli incassi ha obbligato i questori a rivedere il parco dipendenti, inviando a 9 di loro una lettera di licenziamento. Immediata la protesta, con i lavoratori che hanno occupato il ristorante in pieno stile metalmeccanico. Forse anche in reazione alla ormai celebre lamentela del sottosegretario Riccardo Villari (dei Responsabili) a La Zanzara su Radio24: "Ormai il pesce non è fresco e i cibi sono spesso precotti". Una mensa in piena regola, anche se i prezzi, sia pur in rialzo, rimangono di favore: il 50% per le pietanze normali, 75% per quelle di fascia superiore. Troppo, per le tasche dei senatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    22 Dicembre 2011 - 10:10

    a normali prezzi ,nientemeno siamo tanto con i CONTI NON A POSTO,da dover licenziare,CON LO SPERPERO di somme per tutto?Ma mi chiedo anche,QUANTO prendevano questi camerieri? Magari 11.000 euro,come i barbieri? certo,vedremo i signori politici,forse più in linea! e allineati!!!

    Report

    Rispondi

  • galaphille

    22 Dicembre 2011 - 09:09

    Erano sempre li a mangiare a 4 ganasce,pagando una cazzata,ora che gli presentano uno scontrino appena appena come si deve fanno come Pannella "la fame"?poverini... il sottosegretario Riccardo Villari si lamenta?poverino... gli abbassano poco poco gli stipendi?poverini... gli leveranno MAI i vitalizzi presenti passati e futuri?poverini... ma scusate e agli italiani che dite "di amare così tanto",dopo che ci avete di novo pelato come pecore cosa volete dire?poverini?e tardi quello lo siamo gia' o lo stiamo diventandi veramente,e voi vi lamentate? MA GRANDISSIME CAROGNE,solo l'uomo politico puo' avere una faccia simile dopo che ci avete riempito si tasse,dalla benzina all'assicurazione della macchina e non dite di no perche' l'ho pagata ieri,vi lamentate se vi fanno pagare? FATE SCHIFO!!!!,SIETE ESSERI INDEGNI E IMMORALI,GENTE CHE ANDREBBE PRESA A FRUSTATE SOTTO I PIEDI E COSTRETTA A CAMMINARE SUL SALE!!!!

    Report

    Rispondi

  • katrina2005

    21 Dicembre 2011 - 23:11

    Ma come non hanno diritto anche ai buoni pasto ??????

    Report

    Rispondi

  • marco burzio

    21 Dicembre 2011 - 18:06

    Come velersi dire,prima che' era gratis,tuuto buono,adesso troppo caro,sa di mensa,che provino a mangiare al freddo in un baracchino od in una mensa aziendale,mi fanno sempre piu' schifo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog