Cerca

Casa, nel 2012 stop sfratti: mazzata per i proprietari

Bozza Milleproroghe: differimento al 31 dicembre 2012 dell'esecuzione. Chi conta sul reddito del mattone paga la super-Imu

Casa, nel 2012 stop sfratti: mazzata per i proprietari

La bozza del decreto Milleproroghe prevede il differimento al 31 dicembre 2012 dell'esecuzione degli sfratti "riguardanti particolari categorie sociali disagiate residenti nei comuni capoluoghi di provincia, nei comuni con essi confinanti con popolazione superiore a 10mila abitanti e nei comuni ad alta tensione abitativa". Analoga proroga (al 31 dicembre 2011) era stata stabilita lo scorso gennaio dal precedente ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Le tasse sul mattone - L'ultima decisione del governo Monti rischia di trasformarsi in un nuovo boomerang per i proprietari del mattone, che utilizzano un'eventuale seconda casa come fonte di reddito. La manovra, con l'Imu, picchia duro sulla prima abitazione. Ma la stangata è ancora più corposa per chi possiede una seconda casa: la revisione degli estimi catastali, in entrambi i casi, è del 60%, ma per la seconda casa l'Imu avrà una aliquota del 7,6 per mille, salvo la facoltà dei sindaci di aumentarla o di diminuirla di 3 punti (rispetto al 7 per mille pre manovra).

Il danno e la beffa - Con la proroga della sospensione degli sfratti, i proprietari di seconde case che affittano a nuclei morosi si vedranno servito su un unico piatto il danno e la beffa: il governo ha stabilito che continueranno fino al 31 dicembre del 2012 a non percepire le mensilità, mentre in parallelo dovranno pagare un conto salatissimo per il fatto di possedere un secondo immobile. Secondo una stima dell'Anci, l'associazione dei Comuni, oggi in Italia ci sarebbero oltre 50mila famiglie oggetto di sfratto per morosità che continueranno così a non pagare per altri 12 mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aio_puer

    29 Febbraio 2012 - 14:02

    Abbiamo un governo più autocrate e populista di quelli peggiori che sono saliti al potere nell'America Latina e nei Paesi levantini. Abbiamo un Conducator che, per fare cassa, non guarda in faccia a nessuno ma fa il populista per il timore che gli estremisti disposti a tutto lo vadano ad aspettare fuori della porta. Ma anche così...

    Report

    Rispondi

  • cebe40

    22 Dicembre 2011 - 09:09

    Mentre il governo premia coloro che non intendono pagare il canone di locazione colpendo i proprietari che restano senza reddito e con le tasse da pagare comunque, non ci si oppone alla demolizione di abusi di necessità fatti da cittadini che attraverso sacrifici si sono costruiti un alloggio abitato anche da bambini, da persone anziane o da disabili spazzate via dalle forze dell'ordine. Poi regaliamo le case agli zingari, poi assegniamo case di edilizia popolare agli amici, agli amici degli amici a stranieri utilizzando anche le risorse di chi mai ne usufruirà. Bisogna licenziare tutti coloro che ci hanno ridotto in questa condizioni, sequestrando a titolo risarcitorio tutti i loro averi. Questo è possibile solo attraverso una mobilitazione generale.

    Report

    Rispondi

  • liberalettera

    22 Dicembre 2011 - 00:12

    Non capisco....dovrei pagare le tasse su una casa di cui non prendo l'affitto e lo stato mi obbliga a tenere dentro l'inquilino moroso?? Allora le tasse su quella casa non le pago... e le spese condominiali le detraggo dalle tasse. Beata america dove basta chiamare la polizia e li sbattono fuori!

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    21 Dicembre 2011 - 22:10

    il berlusca e l' angelino dicono di essere in campagna elettorale. è meglio se se li risparmiano i soldi della campagna con questa manovra si sono mangiati i voti per almeno due elezioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog