Cerca

Il vitalizio del Pd è cosa buona Quello del leghista è un furto

Gli assegni proletari sono molto più chic: se lo incassa la deputata democratica tutti sono con lei, se lo prendono quelli del Carroccio...

Il vitalizio del Pd è cosa buona Quello del leghista è un furto

I leghisti Ettore Pirovano e Luciano Dussin hanno annunciato di volersi dimettere da parlamentari per privilegiare i loro incarichi elettivi sul territorio. Apriti cielo. Tutti hanno pensato male: lo fanno solo per sottrarsi ai tagli dei vitalizi previsto per il 2012. Chissà. Forse era vero.  Ma quando la deputata-operaia del Pd, Lucia Codurelli, ha annunciato di volersi dimettere in polemica con la manovra di Monti (garantendosi un vitalizio di 1.700 euro),  tutti hanno solidarizzato con lei.  Il vitalizio proletario è molto più chic.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    28 Dicembre 2011 - 18:06

    se è a lei che ti riferisci, tontolo, ecco chi è LUCIA CODURELLI, DEPUTATA-OPERAIA: indice di produttività in Parlamento: 221,4, classifica: 140° su 630 deputati; Presenze 9.084 in 9515 votazioni elettroniche, pari al 95,74% - Bossi 63,0 al 516° e 4.754 presenze - Reguzzoni (che sembra faccia tutto lui) 78.28% (7448 presenze su 9515)

    Report

    Rispondi

  • nictriplo

    27 Dicembre 2011 - 18:06

    e ingrossano le file della sinistra mentre ingrassano i loro portafogli, se la godano finchè possono perchè è una facile profezia prevedere che tra poco il popolo del Nord li tirerà giù dalle loro soffici poltrone

    Report

    Rispondi

  • alvit

    27 Dicembre 2011 - 17:05

    Era logico che ci fosse l'alzata di scudi dei poveri proletari komunisti intoccabili. Se lo fanno loro e' per contestare, per rendere visibile la cosa, se lo fanno gli altri sono pronti a gettare fango e mer@@ a tutti. Vogliamo metterci bene in testa che i poveri decerebrati komunistoidi, hanno subito il lavaggio del cervello che i loro genitori, prima fascisti e poi rosso sangue, gli hanno fatto subire fin da piccoli? Erano in pochi al tempo del fascio i komunisti, per poi passare a sinistra per i soldi del soviet e la promessa del sole che sorge. poveri pirlotti, creduloni e boccaloni. Mangia pane a tradimento e occupatori di posti pubblici, per lavorare il meno possibile. In 40 anni di sinistra subdola hanno occupato i posti piu' ambiti, hanno messo le toghe rosse, le preture compiacenti, i dirigenti sindacali comperati, per non parlare per il sistema sovietico per ricevere danari che ora si e' trasformato in sistema penati, soru, tedesco. alla comunista si agli altri no.SECESSIONE

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    27 Dicembre 2011 - 16:04

    tutti chi?

    Report

    Rispondi

blog