Cerca

Monti zittisce i ministri: "Fase 2, parlo solo io"

Crescita, bocche cucite dopo tre ore di CdM. Il premier: "Consenso unanime". Domani mattina la verità, rivolta Pdl: "Serve un break"

Monti zittisce i ministri: "Fase 2, parlo solo io"

Tre ore di consiglio dei ministri, poi bocche cucite. "Parlo solo io", ha detto ai suoi ministri il premier Mario Monti, ben consapevole che una parola in più in questo momento può far franare tutto il suo fragilissimo castello. "Il Consiglio ha unanimemente condiviso quanto proposto dal Presidente", si limita a recitare il comunicato di Palazzo Chigi al termine dell'ultimo CdM del 2011, finito intorno alle 18.10. Ed è stato complicato, perché su tavolo di Passera, Fornero % Co. c'era un complesso pacchetto di riforme e misure per la crescita. La Fase 2, così, comincia con la museruola. Lo ammette lo stesso ministo per la Cooperazione Andrea Riccardi, uno dei più attivi quando c'è da presentarsi davanti a microfoni e taccuini: "Domani sarà molto interessante sentire la lettura che Monti darà dell'azione di governo finora e della prospettiva - elude così i giornalisti in attesa -. Ora potrei dire solo spezzoni, aspettiamo di sentire Monti domani". Appuntamento, allora, a domani mattina, giovedì 29 dicembre, per la conferenza di fine anno del premier in cui si sveleranno i punti salienti dell'azione di governo. Da Palazzo Chigi trapela solo soddisfazione per l'andamento dell'asta odierna dei Bot.
Sussurri e voci - Finora si è ragionato per soffiate, intuizioni, mezze ammissioni. L'ultima, il possibile ritocco verso l'alto dei pedaggi autostradali. Sulla carta, rientrerebbe tutto nella politica di liberalizzazioni che dovrebbe intaccare i privilegi di categorie 'protette', dai tassisti ai farmacisti fino, appunto, ai gestori delle autostrade. In pratica, però, continuerebbero a pagare i contribuenti già colpiti duramente dalla Fase 1 del governo, la manovra di sole tasse. E anche sulla già annunciata riforma degli estimi catastali (a costo zero per il governo, il contrario per Confedilizia) la situazione è nebulosa.

I maldipancia - Riforma del welfare, liberalizzazioni, smantellamento degli ordini: per le misure concrete bisognerà aspettare qualche ora. Nel frattempo, mentre l'ex segretario Walter Veltroni invita il Pd a non tirarsi indietro ("Se il Pd è intelligente e ha coraggio, sosterrà questo governo. Il Pd deve stare con Monti con autonomia e convinzione. Anche correggendo e migliorando provvedimenti come ha fatto con la manovra", avverte Veltroni in un'intervista a L'Espresso), nel Pdl continua a montare un certo malumore. "L'Italia rischia di essere spacciata a causa delle politiche fiscali e di bilancio messe in atto da chi è stato chiamato al governo per salvarla", incalza il presidente del gruppo azzurro alla Camera Osvaldo Napoli, chiedendo poi a Monti un "break" . Deve, cioè, 'fermare le macchine' e incontrare le forze politiche che lo sostengono per rivedere la politica fiscale. "Il Pdl non può rendersi responsabile di un fallimento", sottolinea Napoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    29 Dicembre 2011 - 11:11

    Pdl dei miei coglioni, vergonatevi di averci lasciati in queste mani!!! Altro che la buffonata dell'Europa!!! Siete degli incapaci !!! A noi dell'Europa che ci ha reso dei pezzenti non ce ne frega un cazzo!!! Burocrati e ciarlatani ecco cosa siete!!! Schiavi della Germania e della Francia!!! Siete un branco di cacasotto!!! Oppure semlicemente dei fottuti opportunisti legati alla poltrona!!! Ma quato e' vero Dio ve la toglieremo da sotto le chiappe !!! Vergognatevi , fatevi la plastica facciale che ci fate veramente schifo!! Ciao branco di ciarlatani non vediamo l'ora di andare a votare per mandarvi tutti a fare in culo, ciao vigliacchi!! M.G.orb

    Report

    Rispondi

  • steu60

    29 Dicembre 2011 - 09:09

    la serietà non è necessariamente a muso duro! Ma coerenza,correttezza ,equità..... non equitalia.

    Report

    Rispondi

  • steu60

    29 Dicembre 2011 - 08:08

    Adesso si scopre che il catasto ha valutazioni di immobili troppo basse,ciò prelude a una nuova bordata sugli immobili,o meglio sulla piccola proprietà perché non vorremo mica che ci si scontri con i potenti palazzinari;e poi via con le liberalizzazioni,e cioè avanti con gli aumenti selvaggi di di polizze assicurative,commissioni bancarie prezzo dei carburanti:non bisogna essere dottoroni per capire che dove il mercato è governato da un oligopolio non c'è concorrenza,ma cartello.Per contro i lacchè di palazzo continuano a essere pagati a peso d'oro i funzionzri non si sa di che cosa visto come funziona la macchina statale a centinaia di migliaia di euro l'anno.Non potrebbe mica iniziare con l'adeguamento degli stipedi al resto dell'italia a dare una mazzata a quelle sperequazioni che nonostante la cortina fumogena sono sotto gli occhi di tutti?Oppure il sig.monti è solo un mercenario che esegue ordini di una regia in ombra??

    Report

    Rispondi

  • v důchodu

    28 Dicembre 2011 - 21:09

    Avete mai visto un professore universitario piantare un chiodo ? Prima teorizza sulla lunghezza del chiodo poi sul peso del martello poi calcola la forza cinetica necessaria a creare la penetrazione del chiodo nel muro,applica tre o quattro formule che tengono conto della temperatura del muro della consistenza dell'intonaco e della velocità che riesce ad imprimere al martello rapportata agli anni che ha........finalmente impugna il chiodo e cala con forza il martello che gli colpisce prima il dito e poi torce il chiodo:)))) .......meditate gente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog