Cerca

L'anno tra politica e avvenimenti

Si festeggiano i 150 anni di unità d'Italia, Berlusconi si dimette lasciando l'esecutivo nelle mani di Monti

L'anno tra politica e avvenimenti

Le celebrazioni per i 150 anni   dell’unità d’Italia; la fine del governo e forse del ciclo politico   di Silvio Berlusconi; la nascita dell’esecutivo tecnico guidato da   Mario Monti e sostenuto da Pdl, Pd e Terzo polo, con il varo del   cosiddetto decreto 'salva Italià per superare la crisi dell’euro e i   pesanti effetti da essa determinati sul nostro Paese. Così si snoda   il 2011 della politica italiana.

GENNAIO - L’anno si apre sulla scia del voto che il 14 dicembre precedente ha sancito la vittoria dell’esecutivo Berlusconi, che alla   Camera, dopo il passaggio dei finiani all’opposizione, ha visto   respinte le mozioni di sfiducia con 314 voti a 311. Per il   centrodestra inizia una navigazione tempestosa, con la maggioranza   appesa sempre ad un filo, mentre il Cavaliere deve fare i conti anche   con nuove vicissitudini giudiziarie. La Procura di Milano apre infatti un procedimento contro di lui   per concussione e prostituzione minorile, vicenda che passa alla   cronaca come caso Ruby, dal nome di una ragazza che frequentava le   feste ad Arcore e a favore della quale l’allora premier sarebbe   intervenuto in occasione di un fermo in Questura, spiegando di voler   evitare un incidente diplomatico in quanto nipote del presidente   egiziano Hosni Mubarak.
Dell’inchiesta è chiamata ad occuparsi anche la   Camera, in quanto i magistrati chiedono l’autorizzazione a perquisire   uffici di Berlusconi a Milano. Il 27 La Giunta respinge la richiesta,   sottolineando che la competenza spetta al Tribunale dei ministri. Sul   piano politico la maggioranza il 26 supera indenne una prima verifica,  con la bocciatura alla Camera, 314 a 292, della mozione di sfiducia   nei confronti del ministro per i Beni culturali Sandro Bondi.
 
FEBBRAIO - Ancora il caso Ruby alla ribalta. Il 3 l’Aula della   Camera conferma, con 315 voti a favore e 298 contrari, la decisione   della Giunta di rinviare gli atti alla Procura di Milano. Il 13 manifestazione delle donne con lo slogan 'se non ora quando?', "per   chiedere più rispetto per la libertà e i diritti al femminile". Sempre il 3, dopo il passaggio di Futuro e libertà all’opposizione, nella commissione bicamerale per l’attuazione del   federalismo fiscale finisce in parità, 15 a 15, il voto relativo al   parere sul decreto legislativo riguardante il fisco municipale. Il  governo decide di procedere con l’approvazione, ma il giorno dopo il   Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dice no   all’emanazione del provvedimento, sottolineando la necessità di un   voto del Parlamento. Intanto scoppia la cosiddetta primavera araba, con  le rivolte contro i regimi in Tunisia, Egitto e Libia. Proprio la   situazione in quest’ultimo Paese determina effetti sulla politica   interna italiana, e il 19 suscita polemiche una risposta ai   giornalisti di Berlusconi che su Muammar Gheddafi dice: "la situazione  è in evoluzione, non mi permeto di disturbare nessuno". Dal premier   poi la preoccupazione per gli effetti che potrebbero determinarsi con   la caduta del colonnello.

MARZO - "Viva l’Italia unita". Il Presidente della Repubblica   Giorgio Napolitano conclude così il suo intervento di fronte al   Parlamento riunito in seduta comune il 17, per celebrare i 150 della   proclamazione del Regno d’Italia. Polemiche per diverse assenze dei   parlamentari della Lega, ma Umberto Bossi è regolarmente presente. Intanto il 2 il governo ha superato una nuova prova: alla   Camera, con 314 sì, 291 no e 2 astenuti passa la fiducia sul decreto   legislativo sul fisco municipale. Il 23 Giancarlo Galan sostituisce il  dimissionario Sandro Bondi al ministero dei Beni culturali e lascia a   Saverio Romano il dicastero delle Politiche agricole. Riserve   sull'"opportunità politico-istituzionale" della nomina da parte del   Capo dello Stato, visto che il Gip ha respinto la richiesta di   archiviazione avanzata dalla Procura di Palermo nei confronti di   Romano.

APRILE -Il 5 la Camera, con 314 sì e 302 no,   chiede di sollevare il conflitto di attribuzioni di fronte alla Corte   costituzionale nei confronti della Procura di Milano, che ha deciso di  proseguire il procedimento nei confronti di Berlusconi per il caso   Ruby, nonostante le precedenti pronunce dell’Assemblea di   Montecitorio.  Il 13 la maggioranza supera un’altra prova alla Camera: viene   approvata, 314 sì e 296 no, la proposta di legge che introduce la   cosiddetta prescrizione breve, una norma, protesta l’opposizione,   varata per consentire di chiudere il cosiddetto processo Mills che   vede imputato Berlusconi. Intanto all’interno del centrodestra è polemica tra Pdl e Lega   sull'intervento dell’Italia in Libia a fianco della coalizione   internazionale schierata contro Gheddafi.

MAGGIO - Il 5 viene formalizzato l’ingresso nel   governo dei 'Responsabilì, con la nomina di nove nuovi   sottosegretari. Una circostanza che certifica un "cambio di   maggioranza", secondo Napolitano, che il giorno dopo chiede che il   Parlamento si pronunci sulla nuova situazione. Ma al di là dei numeri in Parlamento, il centrodestra è   costretto ad incassare una pesante sconfitta alle amministrative: a   Milano il candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia sconfigge il   sindaco uscente Letizia Moratti, mentre a Napoli Luigi De Magistris,  dell’Idv, prevale sul candidato del Pdl Gianni Lettieri nella corsa   per la poltrona di primo cittadino. Polemiche il 26 per una frase rivolta da Berlusconi al  presidente degli Stati Uniti Barack Obama durante il G8: "in Italia  abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra".

GIUGNO - Il 12 e 13 dopo 16 anni viene raggiunto   il quorum per la validità dei referendum. Dalle urne escono il no al   nucleare, alla privatizazzione dell’acqua, al legittimo impedimento e   il sì all’abrogazione di norme sui servizi pubblici locali.  Il 19 al raduno di Pontida la Lega conferma l’appoggio al   governo, anche se Umberto Bossi non si sbilancia sulla possibilità   che la maggioranza vada avanti fino al 2013. Intanto nascono polemiche  interne dopo l’esposizione dello striscione che inneggia a Roberto   Maroni premier. 

LUGLIO - Il 1 il Consiglio nazionale del Pdl elegge Angelino   Alfano segretario, nuova figura nell’organigramma interno. Il 27   lascerà a Nitto Palma l’incarico di ministro della Giustizia.Sempre a luglio, il 20, la Camera dà il via   libera all’arresto del deputato del Pdl Alfonso Papa, coinvolto   nell’inchiesta sulla cosiddetta P4. La Lega vota sì. "Una vergogna,   parlerò con Bossi" commenta Berlusconi.  Il 23 i ministri Umberto Bossi, Roberto Calderoli e Giulio   Tremonti inaugurano a Monza sedi distaccate dei ministeri della   Semplificazione, delle Riforme e dell’Economia. Il 26 Napolitano   scrive a Berlusconi per manifestare "rilievi e preoccupazioni" e   ricordare che è "inimagginabile una capitale diffusa, c'è Roma". Intanto la bufera che si abbatte sull'euro investe l’Italia, che  vara una manovra approvata in pochi giorni dal Parlamento. "Un   miracolo", commenta il Capo dello Stato.

AGOSTO - L’attacco della speculazione   internazionale non si ferma e alla vigilia di ferragosto, il 12, il   governo è chiamato a varare una nuova manovra, seguendo le   indicazioni contenute in una lettera della Bce. Per tutto il mese si   susseguono riunioni all’interno della maggioranza per inserire   correzioni su aumento dell’Iva, pensioni, contributo di solidarietà,   lotta all’evasione, eliminazione di Province e Comuni.

SETTEMBRE - Come già accaduto a luglio, il Parlamento in pochi   giorni approva la manovra economica del governo. Intanto tengono banco  nuove vicende giudiziarie: è scontro tra Berlusconi e la Procura di   Napoli, che vuole sentirlo nell’ambito di un’indagine che chiama in   causa Giampaolo Tarantini e Valter Lavitola per somme di danaro che   avrebbero ricevuto dal Cavaliere. La Camera boccia con 312 voti a 306   la richiesta di arresto avanzata nei confronti di Marco Milanese,   deputato del Pdl e già consigliere politico del ministro   dell’Economia Giulio Tremonti.

OTTOBRE - Per il governo all’orizzonte inizia a profilarsi la   crisi. All’interno del Pdl vari esponenti, a cominciare da Claudio   Scajola e Giuseppe Pisanu, invitano il presidente del Consiglio Silvio  Berlusconi a compiere un passo indietro. L’11 il governo alla Camera   viene battutto in una votazione sul rendiconto generale dello Stato,   che si conclude 290 a 290, un voto in meno rispetto alla maggioranza   richiesta. Il 14 il governo ottiene la fiducia con 316 sì. Vengono raccolte e depositate in Cassazione oltre   un milione di firme per il referendum che punta ad abrogare la legge   elettorale vigente e a reintrodurre il 'Mattarellum'. Polemiche il 23 ottobre, quando in occasione del Consiglio   europeo il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera   tedesca Angela Merkel ironizzano sulle assicurazioni fornite da   Berlusconi relativamente alla capacità dell’Italia di mantenere gli   impegni presi a livello europeo. Il 26 parte la lettera del governo   italiano all’Ue, dove vengono messi nero su bianco i provvedimenti che  si intendono prendere per superare la difficile situazione economica.

NOVEMBRE - L’8, la nuova votazione sul rendiconto generale dello  Stato alla Camera vede il governo fermarsi a quota 308, mentre in 321   non votano. Berlusconi si reca dal Capo dello Stato e annuncia la   volontà di dimettersi una volta approvata la legge di stabilità. Il   9 Napolitano nomina Mario Monti senatore a vita. La situazione dei mercati peggiora, lo spread tra   i titoli italiani e quelli tedeschi sale a livelli preoccupanti, il   Parlamento decide di accelerare sull'approvazione della legge di   stabilità. Il 12 Berlusconi si dimette, il 13, dopo rapide   consultazioni del Capo dello Stato, Monti riceve l’incarico per   formare il nuovo governo. Il nuovo esecutivo, formato interamente da esponenti non   parlamentari, giura il 16 novembre, il giorno dopo si presenta in   Parlamento. "Un governo di impegno nazionale", lo definisce Monti, che  ottiene la fiducia al Senato con 281 sì e 25 no. Alla Camera i   favorevoli saranno 556, i contrari 61.

DICEMBRE - Il 4, domenica, il governo vara la manovra anticrisi   , contenuta in un decreto legge definito 'salva Italià: viene   reintrodotta l’Ici sulla prima casa che si chiamerà Imu, vengono   inseriti interventi di riforma delle pensioni che allungano l’età   necessaria per lasciare il lavoro. Dopo un iter parlamentare che introduce modifiche   che confermano comunque l’impianto del provvedimento, il testo il 16   passa con la fiducia alla Camera (495 sì) e il 22 al Senato (con 257   sì). Nel Pdl e nel Pd, che appoggiano il governo insieme al Terzo   polo, cominciano a serpeggiare malumori, ma le forze politiche   assicurano che continueranno a sostenere l’esecutivo. "Vorrei dire a tutti i cittadini -sottolinea Monti parlando al   Senato - che l’apporto che questo governo sta ricevendo dai partiti   che lo sostengono è molto più grande di quello che i partiti stessi   a volte lasciano credere. Andiamo avanti così, se ciò è utile, e   sappiate che ogni modo, strutturato con le modalità che possono   essere gradite ai partiti, che ci consenta di consultarvi di più e di  ascoltarvi di più, anche in anticipo, agevola la nostra non   semplicissima azione, nell’interesse del Paese". E a palazzo Chigi il premier vede il suo predecessore   Berlusconi, il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, quello del Pdl   Angelino Alfano; Pier Ferdinando Casini e Francesco Rutelli. Alla vigilia di Natale lo spread però è sempre a quota 500.

 

Tutti i fatti del 2011, mese per mese, giorno per giorno

GENNAIO
1 - Ad Alessandria d'Egitto, un attentato alla chiesa dei Santi alla fine della messa di Capodanno alimenta la tensione tra i gruppi religiosi: 21 i cristiani uccisi.
9 Le proteste in Nord Africa contagiano la Tunisia.
13 - Referendum a Mirafiori. Si vota sul nuovo contratto di lavoro. Passa la linea Marchionne: il sì vince con il 54% dei voti.
14 - Ben Alì, leader della Tunisia, spinto dalle crescenti proteste popolari lascia il potere dopo 24 anni. Dilaga la Primavera araba.
25 - viene misteriosamente trafugata dal cimitero di Dagnente la bara di Mike Bongiorno

FEBBRAIO
6 - Quattro bambini muoiono nell'incendio della loro baracca in un campo rom a Roma.
11 - Hosni Mubarak, presidente dell'Egitto, è il secondo leader travolto dalla Primavera Araba. Dopo 30 anni si dimette e si consegna ad un processo. Il Paese è in festa.
13 - Le donne italiane scendono in piazza contro Silvio Berlusconi: l'happening si chiama "Se non ora quando?"
23 - Uno scandalo travolge il ministro della Difesa tedesco Karl-Theodor zu Guttenberg. L'uomo è accusato di aver copiato la tesi di dottorato.
25 - In Libia è guerra civile e l'Occidente si muove contro Gheddafi, accusato dall'Onu di crimini contro l'umanità.
26 - Viene ritrovato il corpo senza vita di Yara Gambirasio, la ragazzina di 13 anni scomparsa da Brembate il 26 novembre 2010.

MARZO
4 - Tre carabinieri e un agente di polizia sono indagati a Roma per violenza sessuale su una ragazza arrestata.
11 - Un terremoto di magnitudo 9.0 scuote il Giappone e provoca uno tsunami che colpisce la centrale nucleare di Fukushima. Le fuoriuscite di materiale radioattivo contaminano la zona nel raggio di 100 chilometri.
17 marzo - In Italia si celebrano i 150 anni dell'Unità, avvenuta nel 1861.
19 - Parte "Odyssey Down" per il rispetto della no-fly zone in Libia decisa dall'Onu. L'Italia dà prima le basi militari, poi i jet.

APRILE
6 - Inizia il processo all'allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per lo scandalo  Rubygate.
15 - Il volontario italiano Vittorio Arrigoni viene ucciso a Gaza da un gruppo islamico salafita poco dopo il sequestro.
16 - Berlusconi attacca i magistrati durante una convention a Roma: "Eversivi, serve una commissione d'inchiesta".
17 - La Francia chiude la frontiera di Ventimiglia e ferma i treni dall'Italia per impedire  l'accesso degli extracomunitari.
19 - Fidel Castro dà le dimissioni dal Comitato Centrale del Partito COmunista Cubano, dando inizio a un graduale ritiro dal potere.
20 Melania Rea, 29 anni, vien trovata morta in un bosco del teramano. Indagato il marito Salvatore Parolisi.
22 Strage in Siria durante le manifestazioni per la democrazia. Il presiente Assad ordina di sparara sui contestatori.
29 - Il principe erede al trono d'Inghilterra William sposa Kate Middleton nell'abbazia di Westminster a Londra. Le nozze sono state viste in diretta mondovisione da due miliardi di spettatori.

MAGGIO
1- Roma è invasa da oltre un milione di fedeli per la beatificazione di Karol Wojtyla proclamata da papa Benedetto XVI.
2 - Il capo di Al Qaeda Osama bin Laden viene ucciso in un blitz notturno dalle forze Usa in Pakistan nella tranquilla cittadina di Abbottabad
8 Il Milan, grazie al pareggio all'Olimpico contro la Roma, vince in anticipo di due giornate lo scudetto. E' il 18° della sua storia.
11 Parte la corsa di Mario Draghi verso la Banca Centrale Europea. Succederà a Jean-Claude Trichet il 1° Novembre.
14 - Dominique Strauss Kahn viene arrestato a New York con l'accusa di tentata violenza sessuale di una cameriera d'albergo. Quattro giorni dopo si dimette dal fondo monetario Internazionale
30 - Il centro destra subisce una sconfitta alle amministrative. Giuliano Pisapia diventa sindaco di Milano battendo al ballottaggio Letizia Moratti. A Milano vince Luigi de Magistris.

GIUGNO
1 - Berlusconi annuncia che Angelino Alfano guiderà il Pdl
8 - I giudici della Corte suprema brasiliana ordinano la scarcerazione dell'ex terrorista rosso Cesare Battisti.
10 - Dopo gli scandali delle "dark arts" (le intercettazioni utilizzate per procacciarsi le notizie) Murdoch è costretto a chiudere News of the world
13 - I quattro referendum su acqua, servizi pubblici, nucleare e legittimo impedimento, passano con ampia maggioranza di sì. Dopo Fukushima l'Italia abbandona il ritorno al nucleare.
Arrestato Luigi Bisignani per aver messo in piedi un sistema segreto di dossier e ricatti per condizionare la politica (P4).
23 - Napoli è sommersa dai rifiuti. Il sindaco De Magistris: "A rischio la salute".


LUGLIO
2 Il principe Alberto di Monaco sposa l'ex nuotatrice Charlene Wittstock
3 Scontri in Val di Susa: i comitati contro l'alta velocità entrano nel cantiere della Tav. Le forze dell'Ordine sparano lacrimogeni, i manifestanti rispondono con le pietre: feriti 188 agenti.
8 - La Nasa manda in pensione lo Shuttle entrato in servizio e in orbita il 12 aprile del 1981. A molti appare il declino della potenza americana.
9 - Finivest condannata dai giudici di appello a pagare 560 milioni di risarcimento alla Cir di De Benedetti per il Lodo Mondadori.
20 Filippo Penati, Ped, ex presidente della Provincia di Milano è indagato per un giro di tangenti nel recupero dell'ex area Falck.
20 La Camera autorizza, con i voti della LEga, l'arresto del deputato del Pdl Alfonso Papa, al centro dell'inchiesta sulla P4.
22 - Il fondamentalista cristiano Anders Breivik con una bomba a Oslo e una sparatoria sull'isola di Utoya uccide 77 persone.
23 - La cantante Amy Winehouse muore per abuso di alcol e droga. Aveva 27 anni.

AGOSTO
1 - A Lampedusa 25 profughi vengono trovati cadaveri su un barcone partito dalla Libia.
3 - Inizia il processo a Mubarak. L'ex rais egiziano deve rispondere della mortedi 850 manifestanti e di corruzione.
6 - Le periferie di Londra sono sconvolte da disordini e razzie compiuti da bande di ragazzi. Ad accendere la miccia la morte di un ragazzo nero. Sono i riot londinesi, cui lo Stato risponde con pene esemplari.
12 - Presentata la manovra anticrisi di Silvio Berlusconi: sono 45.5 i miliardi da recuperare per arrivare nel 2013 al pareggio di bilancio.
17 - Merkel e Sarkozy propongono che l'Ue sospenda agli aiuti ai Paesi che non mettono in regola i conti pubblici.
21 - Cade il regime di Gheddafi: i ribelli libici entrano a Tripoli. E' festa per le strade, ma si continua a combattere.
25 - Salta la prima giornata del campionato di serie A per la mancata intesa tra Lega Calcio e Assocalciatori.
29 - L'Italia è sotto attacco speculativo, la borsa crolla e lo spread Btp/Bund tocca livelli storici. Le misure risultano insufficienti.

SETTEMBRE
2 - Wikileaks pubblica l'archivio segreto della diplomazia Usa: oltre 250 mila documenti.
11 - A New York si celebrano i 10 anni dell'attentato che distrutto le Torri Gemelle. Obama parla da Ground Zero. Applausi anche per Bush.
14 - Passa alla Camera la manovra economica del governo Berlusconi che incassa la fiducia. Fuori da Montecitorio esplode la protesta.
20 - Standard &Poor taglia il rating dell'Italia: "Crescita più debole e governo fragile".
21 A Lampedusa scoppia la guerriglia tra tunisini, forze dell'ordine e lampedusani dopo un incendio al centro di accoglienzs.
23 - Esperimento al Cern di Ginevra: la materia con i nutrini può superare la velocitù della luce. Se dimostrato si dovranno riscrivere tutti i libri di fisica.

OTTOBRE
1 - Sul ponte di Brooklyn a New York vengono arrestati circa 700 indignati del movimento "Occupy Wall Street".
3 - In appello Amanda Kox e Raffaele Sollecito vengono assolti per l'omicidio di Meredith Kercher avvenuto nel 2007
5 - Muore a Palo Alto Steve Jobs, fondatore della Apple, padre dell'Iphone e dell'Ipad
15 - Manifestazione mondiale degli Indignatos. Il movimento di protesta è nato in Spagna, si è diffuso in tutta Europa ed è sbarcato in Usa
18- Dopo cinque anni di prigionia viene liberato il soldato israeliano Gilad Shalit. In cambio Israele ha rilasciato 1027 prigionieri palestinesi
20 - Il colonnello Muammar Gheddafi viene uccise dalle forze dei ribelli libici. Il dittare, colpito dalle rivolta interne e bersagliato dalla Nato si era rifuggiato a Sirte. Muore senza essersi arreso.
25 - Una alluvione sommerge il Levante Ligure e la Lunigiana. Il bilancio finale è di 12 morti.

NOVEMBRE
4 - Una grande alluvione distrugge diversi quartieri a Genova. Perdono la vita quattro donne e due bambine: polemica sulla decisione di tenere aperte le scuole.
12 Silvio Berlusconi dopo 3 anni di governo dà le dimissioni da Presidente del Consiglio.
18 - Nasce il governo tecnico guidato dal professor Mario Monti.
19 Saif al Islam, il figlio di Gheddafi, viene catturato nel deserto libico.
20 - Batosta alle elezioni in Spagna per il partito socialista di Zapatero. Rajoy, del partito popolare vince le Politiche.
21- Fiat disdice gli accordi sindacali: modello "Pomigliano" in tutti gli stabilimenti del gruppo. Da gennaio e vecchie intese non saranno più valide.
22 - Un violento nubifragio devasta il messinese: muoiono tre persone e un bambino.

DICEMBRE
1 Si dimette da Finmeccanica Pier Francesco Guarguaglini travolto dall'inchiesta sulle frodi fiscali insieme alla moglie.
4 Il governo Monti vara la manovra da 20 miliardi: "Chiamatelo decreto salva Italia".
8 - Ritrovata la bara di Mike Bongiorno a Vittuone.
9 La Gran Bretagna dice non all'accordo intergovernativo della nuova Europa.
10 A Torino un gruppo di uomini incendia un campo rom dopo le accuse di stupro di una ragazzina che poi smentirà la violenza.
10 - Monta in Russia la protesta contro il primo ministro Vladimi Putin accusato di brogli nelle ultime elezioni
13 - A Firenze Gianluca Casseri, simpatizzante dell'estrema destra, spara e uccide tra senegalesi. Braccato dalla polizia si toglie la vita.
15 - Con una cerimonia solenne finisce ufficialmente la guerra in Iraq che durava dal 2003. Le truppe americane lasciano il Paese.
17 - Muore il dittatore della Corea del Nord, Kim Jong II al potere dal 1994.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog