Cerca

Tutte le 50 tasse di Monti A pagare sono gli onesti

L'elenco di tutti i balzelli del governo tecnico. Dall'Iva al canone, dalla benzina alle rendite: non vengono colpiti i privilegi della Casta

Tutte le 50 tasse di Monti A pagare sono gli onesti
Pdl, Pd e Terzo Polo forse non lo sapevano, ma con il loro voto di fiducia hanno detto sì a 50 tasse. La «salva Italia», il Milleproroghe e gli aumenti accordati da governo o Authority nelle ultime ore hanno fatto salire il conto degli italiani. Tra una salassata e l’altra i contribuenti perderanno uno stipendio. Massacrati gli onesti e risparmiati i parassiti e la Casta. Sulla carta gli aumenti sono 28,  in realtà sono più di cinquanta. Ecco i rincari,  da oggi in vigore.

1) CASA - Da quest’anno scatta l’Imu, l’imposta municipale sugli immobili. Due le aliquote: 0,4 per mille sulla prima abitazione, 0,76 per mille sulle altre case di proprietà.
2) RENDITE - L’Imu  garantirà un maggior gettito rispetto alla vecchia Ici, grazie all’ampliamento della base imponibile attraverso l’aumento fino al 60% dei moltiplicatori previsti per i fabbricati iscritti al Catasto.
3) IRPEF - Il governo ha bloccato l’aumento delle aliquote, ma ha concesso alle Regioni la possibilità di aumentare l’addizionale dallo 0,9% all’1,23%.
4) IMMOBILI ALL’ESTERO - Introdotta un’imposta ordinaria sul valore delle abitazioni detenute all’estero dalle persone fisiche. Il costo? Pari a quella dovuta sugli immobili tenuti in Italia. Previsto comunque un credito d’imposta per le eventuali imposte patrimoniali dovute nel Paese in cui gli immobili sono situati.
5) BOLLO SUI CONTI - Scatta l’imposta di bollo per le comunicazioni relative a strumenti e prodotti finanziari: sarà dell’1 per mille nel 2012 e dell’1,5 per mille a partire dal 2013. L’applicazione dell’aliquota proporzionale è estesa:
5-a) alle gestioni patrimoniale
5-b) alle quote di fondi di investimento italiani ed esteri
5-c) alle polizze vita
5-d) ai buoni fruttiferi postali per i quali, tuttavia, è stabilita una soglia di esenzione qualora il valore non superi i 5mila euro
6) ESTRATTI CONTO - Il bollo sugli estratti conto e i rendiconti dei libretti di risparmio resta a 34,2 euro per le persone fisiche. Sale invece a 100 euro se il cliente non è una persona fisica.
7) IMPOSTA SULL’ESTERO - Introdotta un’imposta sulle attività finanziarie detenute all’estero dalle persone fisiche. Si applica con le stesse aliquote della nuova imposta di bollo sulle attività detenute in Italia.
8) IMPOSTA SULLO SCUDO - Nuova imposta di bollo sulle attività finanziarie “scudate” per continuare a mantenere l’anonimato col Fisco italiano: l’imposta è fissata al 10 per mille per quest’anno, al 13,5 per mille per il 2013 e al 4 per mille a partire dal 2014
9) UNA TANTUM SULLO SCUDO - Solo per quest’anno è istituita un’imposta straordinaria del 10 per mille sulle attività finanziarie “scudate” che, alla data del 6 dicembre 2011, sono state prelevate o liquidate.
10) TASSA SULL’AUTO - Addizionale erariale alla tassa automobilistica regionale, da versare allo Stato, sulle auto di potenza superiore ai 185 Kw: sono 20 euro per ogni chilowatt che supera il limite.
11) TASSA SULLA BARCA - Prevista un balzello sullo stazionamento, navigazione, ancoraggio e rimestaggio per le unità da diporto che stazionano nei porti nazionali o navighino nelle acque italiane: si va dai 5 euro al giorno per le piccole imbarcazioni, fino a 703 euro per le navi superiori ai 64 metri.
12) TASSA SUGLI AEREI - Nasce un’imposta erariale sugli aeromobili:  si va da 1,5 euro al chilo (per gli aerei fino a mille chili) a 7,55 euro al chilo (per gli aerei superiori a 10000 chili).
13) ACCISA BENZINA - Aumenta l’accisa sulla benzina (con inevitabile rincaro dell’Iva e quindi del prezzo finale) di 8,2 centesimi al litro
13-a) Da ieri rincaro dell’accisa sui carburanti in Piemonte: 5 centesimi, che diventano 6,1 col rincaro l’Iva
13-b) Aumenta l’accisa in Liguria: 5 cent, quindi 6,1 cent (contando pure l’Iva)
13-c) Rincara di 7,6 centesimi l’accisa nelle Marche: il prezzo finale sale così di 9,1 centesimi.
13-d) Carburante più caro anche in Toscana: +5 cent,  +6,1 considerando la solita  Iva.
13-e) Accisa più consistente pure in Umbria: +3,4 cent, prezzo finale +4,1 centesimi.
13-f) Rincari legati ai carburanti anche in Lazio: l’accisa fa un balzo di 2,6 cent, aumentando il pieno di altri 3,1 cent al litro.
14) ACCISA GASOLIO - L’accisa sul gasolio è già aumentata di 11,2 centesimi al litro.
15) ACCISA GPL - Non si salva nemmeno il gpl, la cui accisa sale di 2,6 centesimi.
16) PIÙ IVA/1 - Dal 1° ottobre è disposto un incremento di due percentuali dell’aliquota Iva ridotta, che salirà dal 10 al 12%.
17) PIÙ IVA/2  - Sempre dal  1° ottobre rincarerà (dopo l’aumento dello scorso settembre) l’aliquota ordinaria dell’Iva: passerà dal 21 al 23%.
18) TASSA SUI RIFIUTI - Alla tariffa per il servizio rifiuti si applica una maggiorazione pari a 0,3 euro per metro quadrato di superficie (elevabile dal Comune fino a 0,4 euro). Il tributo dovrebbe comunque scattare nel 2013.
19) MENO PENSIONE - Saranno indicizzate all’inflazione solo le pensioni fino a 1.400 euro. Di fatto, gli assegni superiori subiranno una specie di tassazione, ovvero il mancato adeguamento del trattamento all’aumento del costo della vita.
20) CONTRIBUTI AUTONOMI - Salgono le aliquote contributive per coltivatori diretti, artigiani, commercianti e autonomi: aumenteranno dell’1,3% quest’anno, poi l’incremento sarà dello 0,45% fino ad arrivare ad un’aliquota del 24%.
21) AUTONOMI SEPARATI - Aumentano di uno 0,3% l’anno (fino a raggiungere un’aliquota del 22%) i contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps.
22) TASSA SUL TFR - Per la quota superiore al milione di euro del trattamento di fine rapporto si applicherà l’aliquota massima Irpef del 43%.
23) PENSIONI D’ORO - Arriva un prelievo del 15% sugli assegni previdenziali che superano i 200mila euro.
24) CARO TABACCO - Nessun aumento del prezzo delle sigarette. Aumentano le accise solo sul tabacco trinciato ovvero quello venduto in buste per preparare manualmente le sigarette.
25) CANONE RAI - Il canone Rai aumenta anche quest’anno. Entro il 31 gennaio bisognerà versare la somma di 112 euro: 1,5 euro in più rispetto al 2011. 
26) PEDAGGI - L’ultimo giorno dell’anno sono stati decisi gli aumenti dei pedaggi autostradali in vigore già da ieri. Ecco i rincari tratta per tratta:
26-a) Autostrade Meridionali: +0,31%
26-b) Autostrade del Brennero: +1,22%
26-c) Torino-Savona: +1,47%
26-d) Milano-Serravalle: +1,85%
26-e) Tangenziale di Napoli: +3,49%
26-f) Autostrade per l’Italia: +3,51%
26-g) (Sitaf) barriera di Bruere +4,15%; barriera di Salbertrand +5,12%; barriere di Avigliana +5,62%
26-h) Società autostrada Tirrenica: +4,82%
26-i) Autostrada dei Fiori: +5,22%
26-l) Autostrade Centro Padane: +5,62%
26-m) Società autostradale Ligure Toscana: +5,68%
26-n) Autostrade Torino-Ivrea: +6,66%)
26-o) (Satap) Torino-Novara Est +6,32%; Novara est-Milano +6,8%
26-p) Strada dei Parchi: +8,06%
26-q) Brescia-Padova: +7,45%
26-r) Autocamionale della Cisa: +8,17%
26-s) Satap, tronco A21: +9,7%
26-t) Società autostrade valdostane: +11,75%
26-u) Autovie Venete: +12,93%
26-v) Raccordo autostradale della Valle d’Aosta: +14,17%
27) BOLLETTE GAS - L’Autorità per l’energia (e il governo non l’ha fermata, come invece è successo in Spagna) ha deciso un rincaro del 2,7% per la tariffa del gas
28) BOLLETTE LUCE - Sempre l’Authority ha aumentato del 4,9% la tariffa elettrica.

di Giuliano Zulin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giaset

    07 Gennaio 2012 - 13:01

    Mi chiedo dove sono i fan di monti? Dove siete? Uscite vi prego, voglio sentire il vostro parere. Sapete: quelli "lasciamolo lavorare", quelli "si ma berlusconi era impresentabile", quelli "vedrai lo spread..." Io ho cambiato idea invece: bravissimo! Falli pagare tutti sti coglioni. Tanto qualcuno dei suoi fan ti verrà presto a contestare in piazza.

    Report

    Rispondi

  • Gia44

    04 Gennaio 2012 - 11:11

    Desidero far notare che dal 1 gennaio la tassa sui futuri recuperi delle perdite di borsa diventa del 27,5% Esempio se al 31-12-2011 il mio saldo e' -100000 euro scadenza 2015 se recupero 100000 euro 62.500 saranno esenti ma su 37500 mi verra' applicata una tassa di 7500. In buona sostanza una tassazione su un'operazione che sarebbe stata chiusa in pareggio per non contare gli eventuali interessi mancati. Viene da chiedersi se questo non sia un provvedimento incostituzionale e che credibilita' possa avere un governo che tassa i guadagni al 100% e detrae le perdite solo del 62,5% Da notare altresi' che il 24 ore, visto come appoggia il governo, ha accettato in toto tutti i provvedimenti: vergognoso quello che fa' pagare l'ici anche alle coppie che hanno un mutuo:tasso variabile,e reddito catastale piu' ici evviva!

    Report

    Rispondi

  • sdavids

    03 Gennaio 2012 - 10:10

    Così non si può più andare avanti, mi viene in mente lo spot televisivo di equitalia che trovo ridicolo, ci dovrebbero dare più servizi ma per un dopler si aspetta oltre 400 giorni, una vera follia. Come folle è questo sistema vecchio e corruttivo ove non è assolutamente immaginabile che gli imprenditori si tolgono la vita per onestà aziendale. Se la politica avesse un briciolo di onestà dovrebbero tutti suicidarsi per come stanno costringendo il Paese a una rivolta insurrezionale. Mi chiedo come mai Monti non vede la Alemanno del catasto romano che spende oltre un MILIONE di euro con la carta aziendale tra cene e regali e altre fetocchie ingiustificate? E' questa l'equità di questo maledetto uomo che non capisce nulla di ciò che sta facendo col beneplacito della politica? Allora riformiamo il sistema paese e partiamo da qui o sarà la nostra condanna, se sacrifici dovremo fare li faremo per noi e non per la finanza sporca e corrotta della UE dove ReGiorgio ci ha venduti.

    Report

    Rispondi

  • InenascioPadidio

    03 Gennaio 2012 - 01:01

    Monti appartiene alla Massoneria, è un burattino che non conosce i suoi superiori registi burattinai. Egli è convinto, in tutta buona fede, di operare x SALVARE l’Italia e di farla CRESCERE. Idem, il PDL di Berlusconi, oggi passato al giovane Alfano. Idem, il PD di Bersani. Idem, tutte le altre espressioni politiche minori + la troika sindacale. I Burattinai ai vertici della piramide massonica, hanno come TRAGUARDO sostituirsi a DIO e proclamarsi PADRONI del MONDO in assoluto, per dominare circa 7 miliardi di persone, proponendosi, con ogni mezzo, di ridurre a 500 milioni. Ma DIO, il vero e unico PADRONE del MONDO, che ama indistintamente, senza limiti e condizioni, carnefici e vittime, si è rivelato nella mia persona sin dal 01/01/2001. Purtroppo, da oltre 10 anni, tra credenti, atei, agnostici e scettici, non ho ancora trovato una sola persona disponibile a verificarlo. Fino a quando sarà così, VALE l’aforisma leibniziano che: “Viviamo nel migliore dei mondi possibili”. Auguri :-D

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog