Cerca

Il Corriere pizzica il premier: sarà mica comunista?

Finita la luna di miele, Alesina e Giavazzi picconano il prof: "Non c'è crescita e nemmeno equità. Puniti gli onesti". Ecco l'agenda

Il Corriere pizzica il premier: sarà mica comunista?

Da bella promessa a solito comunista. Parafrasando Arbasino, si potrebbe descrivere così la parabola di Mario Monti visto dal Corriere della Sera. Era il tardo autunno, e da via Solferino si levavano scudi a favore del professore e non passava giorno senza una spallatina al governo di Silvio Berlusconi. Quindi il cambio a Palazzo Chigi, lo spumante invadeva le redazioni ma con sobrietà, perché il momento era difficile. La luna di miele però passa in fretta, ma questa volta la sobrietà non c'entra. C'entrano, piuttosto, le tasse cui ricorre sempre più massicciamente il governo dei tecnici. Cinquanta tonde tonde, come scrive Libero in edicola oggi, lunedì 2 gennaio.

Crescita e equità zero - Troppe, anche per chi come il Corriere ha sempre sostenuto la causa del risanamento e dell'equilibrio dei conti. D'altronde, bisogna dargliene atto, gli economisti Alberto Alesina e Francesco Giavazzi da settimane stanno tirando la giacchetta al prof: più crescita, serve più crescita, dov'è la crescita? Insomma, ai guru di via Solferino la manovra non è piaciuta molto. E nemmeno la fase 2, la cosiddetta fase "cresci Italia" cambia il giudizio. Anzi. Nel fondo di oggi, Alesina e Giavazzi mettono in luce come "su cosa sia l'equità, c'è molta confusione". Nel governo, innanzitutto, e non è un caso che l'indice di fiducia delle famiglie a dicembre sia calato del 4,7%, minimi dall'inverno 2008 e ben al di sotto di quanto non fosse al momento della formazione di questo governo tecnico. Facile capire perché: pressione fiscale al 45%, il massimo storico. Il governo ha scelto di procedere contro la ricchezza, prelevando soldi da chi ce li ha. Equo? No, accusano dal Corriere, perché si fa di tutta un'erba un fascio. Si colpisce, cioè, chi la ricchezza l'ha accumulata lavorando nelle regole, rischiando in prima persona, sacrificandosi. Si colpiscono famiglie e imprese, molto meno chi evade e ha evaso. Il rischio è che imprenditori e capitali andranno altrove, insieme ai posti di lavoro. E addio crescita.

L'agenda del Corriere - Alesina e Giavazzi provano a dettare l'agenda a Monti, proclamato liberalista convinto ma che finora è andato in direzione opposta. Il premier dovrebbe trovare il coraggio di rivedere l'articolo 18, al di là delle minacce della Cgil. Servono retribuzioni meno legate all'anzianità e più alla produttività, di fatto tutto quello che non vogliono i sindacati. E ancora, occorre tagliare i sussidi statali alle imprese improduttive, riducendo così il cuneo fiscale, facilitare assunzioni e licenziamenti, dare la possibilità alle aziende di detrarre dal reddito una quota delle spese e riaprire la strada alle privatizzazioni. Così, dopo i conti in ordine, si potrà tornare a crescere. Era il programma con cui si era presentato alle Camere Monti, rimasto in gran parte lettera morta. Per diventare venerato maestro, la strada si fa lunga.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • privacy

    03 Gennaio 2012 - 10:10

    Tutti proni davanti a quest'uomo dall'aspetto di addetto alle pompe funebri. Se veramente è capace come dicono, provi il sig. Monti a vivere con 1.000/1.500 € al mese. Se non ci riesce lui, che è bravo, come posso riuscirci io? Viva la Lega tutta la vita!!!!

    Report

    Rispondi

  • 654321

    03 Gennaio 2012 - 10:10

    Quindi tutti i compagni che non arrivavano alla fine del mese, ora stappano bottiglie su bottiglie e brindano alla faccia del Silvio !! Grandi, loro si che lo sono!! L'importante e' che non ci sia il Silvio...poi pane ed acqua diventano caviale champagne..!!! Bene che Monti duri per l'eternita' !! E anche se fosse compagno e' un compagno mantide che mangia i suoi prossimi!! Che culo, meglio di cosi non poteva succedere!!! M.G.orb

    Report

    Rispondi

  • mimi47

    03 Gennaio 2012 - 09:09

    questo monti guardatelo in faccia,prende per il culo tutti,non capisce niente,altro che professore della bocconi e' un dritto

    Report

    Rispondi

  • longhma

    02 Gennaio 2012 - 21:09

    Finanziaria fai da te ??? Niente rispetto degli Italiani ???? Ahi, ahi, ahi ahi......!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog