Cerca

Gli onorevoli fannulloni: Parlamento ai raggi x

Lo studio di openpolis. L'assenteismo tra il 15,4 e l'11,8%. La Lombardia la regione più 'pesante'. Carlucci, la stakanovista del ddl

Gli onorevoli fannulloni:  Parlamento ai raggi x

Per il secondo anno il sito openpolis.it presenta il suo rapporto Camere aperte sul funzionamento e la produttività del Parlamento italiano. Tra classifiche, diagrammi ed anlisi la nostra classe politica viene passata ai raggi x. Tra le prime storuture che saltano agli occhi quella relativa alla trasparenza dei nostri onorevoli. In un paniere composto da Italia, Spagna, Germania, Austria, Francia, Inghilterra, Canada e Stati Uniti, si scopre che i nostri parlamentari (ci si riferisce al periodo che va dal 2008 al 31 dicembre 2010) sono gli unici a non dover comunicare nè fonti di reddito, nè l'ammontare del reddito, nè i resoconti in commissione, nè i voti in commissione. Alto inoltre l'indice di assenteismo complessivo: alla Camera per i deputati è pari al 15,4%, per le deputati è del 13,6%; a Palazzo Madama per i senatori è dell'11,6%, per le senatrici è dell'11,8 per cento.

I più improduttivi - Succulenta poi la classifica degli "improduttivi". L'indice di produttività elaborato da Openpolis tiene in considerazione la presentazione e i voti a ddl, mozioni, risoluzioni, ordini del giorno, interroganze, interpellanze ed emendamenti. Si scopre così che il più fannullone di tutti gli onorevoli, che certo sarà stato in altre faccende affacendando, è Niccolò Ghedini del Pdl, con un indice di produttività pari a 11,33. Il più produttivo in assoluto, invece, risulta il dipietrista Antonio borghesi. Tra i dieci più 'inattivi', inoltre, l'eminenza grigia del Partito Democratico, baffetto D'Alema.

Domina la Lombardia - Spulciando tra i meandri della ricerca si scopre anche che fino al dicembre del 2010 il tema più affrontato in Parlamento è stato il diritto penale, fanalino di coda invece la disoccupazione. La Regione più 'pesante' in aula (il calcolo del valore è stato ottenuto sommando tutti gli atti che trattano della Regione come tale, più tutti gli atti che si occupano delle città e dei Paesi compresi nella Regione) è risultata la Lombardia, seguita dalla Campania, dal Lazio e dall'Abruzzo schizzata in alto nella graduatoria per le conseugenze del sisma.

Carlucci stakanovista - E ancora, per quel che concerne l'indice di attività dei gruppi parlamentari considerati nel complesso, il più attivo risulta l'Idv sia alla Camera sia al Senato, seguito dalla Lega e poi dall'Udc. Il meno attivo di tutti, invece, il Gruppo Misto, che svetta invece per il numero di assenze in entrambi i rami del Parlamento. Alla Camera il gruppo più presente è stato quello della Lega, mentre al Senato quello del Pdl. Volete sapere chi è invece la stakanovista nel presentare leggi, la 'legifomane' per eccellenza? Si tratta di Gabriella Carlucci, che ha presentato ben 95 progetti legislativi alla Camera, dei quali sono 1 si è trasformato in legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • thorglobal

    03 Gennaio 2012 - 23:11

    C'è una pubblicità ad effetto in tv per far pagare le tasse con vari tipi di parassiti e i politici,dato che dicono che siamo su l'orlo di un burrone,non ci sentono ad abbassarsi le prebende.Che tipo di parassiti sono?

    Report

    Rispondi

  • marmolada

    03 Gennaio 2012 - 21:09

    Bisogna cacciarli via tutti a calci nel di dietro. Si sono sempre fronteggiati incapaci di trovare accordi, tranne quelli che riguardavano i loro compensi: in quei casi l'unanimità era plenaria. Non ne voterò più nemmeno uno di questi, ma anche questa è un'illusione perchè saranno capaci di trovare sempre una soluzione a loro favore. Monti, se ci sei, batti un colpo.

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    03 Gennaio 2012 - 15:03

    nello spot/progresso che inquadra i parassiti di ogni genere, il primo posto va occupato dal parlamento, così come inquadrato nella foto con la didascalia: IL PARASSITA DEGLI ITALIANI

    Report

    Rispondi

  • camuleon

    03 Gennaio 2012 - 15:03

    I politici non cambieranno mai. Li possiamo far cambiare noi. Non andando più a votare. Ed io d'ora innanzi lo farò.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog