Cerca

Malinconico, scandalo da dimissioni

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio: non è indagato ma la sua posizione è troppo oscura

16
Malinconico, scandalo da dimissioni

Carlo Malinconico, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega all'Editoria è stato tirato in ballo dall'imprenditore Francesco De Vito Pisciscelli (quello che la notte del terremoto dell'Aquila scoppiò a ridere). Questi, parlando ai magistrati nell'inchiesta sulla cricca, disse di aver pagato a Carlo Malinconico, nel 2007, all'epoca dei fatti segretario generale della presidenza del Consiglio, un soggiorno nell'esclusivo albergo Il Pellicano, di Porto Errcole.  all'Argentario: una sistemazione da 1500 euro al notte. Libero ne aveva dato notizia un anno fa, con un articolo del 17 febbraio 2010. Uno scandalo su cui il vice di Monti deve fare chiarezza. Troppo confuse le spiegazioni che ha dato finora. Ha detto di non sapere chi sia il suo benefattore, ha ammesso di averlo chiesto all'albergatore che, per ragioni di privacy non gli ha dato risposta. Il punto è che poi l'anno successivo alla prima vacanza  Malinconico  - secondo la ricostruzione del Fatto, è tornato in quell'albergo. Malinconico non è indagato, ma la sua posizione è troppo oscura, così diversa dall'immagine che dei suoi ministri vuol dare Monti.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • peroperi

    09 Gennaio 2012 - 13:01

    Lo togòlieranno dall'incarico e lo promuoveranno altrove con mansioni meno visibili ma piu' remunerate.

    Report

    Rispondi

  • gippi04

    09 Gennaio 2012 - 13:01

    TAGLI !!!! della testa.

    Report

    Rispondi

  • feltronzi

    09 Gennaio 2012 - 13:01

    Uno non sapeva chi gli avesse pagato la casa al Colosseo. Ora questo non sa chi ha pagato una camera da 1500 euro a notte. Sono così abituati a fare quello che vogliono che possono dire quello che c. gli pare...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media