Cerca

Le mani in tasca agli italiani da fannulloni e assenteisti

Non solo gli evasori: a danneggiarci sono gli sprechi senza limite della pubblica amministrazione e l'inerzia della politica

Le mani in tasca agli italiani da fannulloni e assenteisti

Gli evasori mettono le mani in tasca agli italiani, ha detto Monti. Ma ha raccontato una parte di verità, l'altra è più nascosta ma è fatta da un esercito di cittadini che tolgono agli altri: sono i fannulloni, gli assenteisti, quelli che guadagnano stipendi da capogiro senza far nulla,  poliitici che continuano a sguazzare nei privilegi: sprechi che brucianodai 120 ai 15o0 miliardi all'anno. Il Giornale elenca tutto quello che svuota le nostre tasche. I i 3,2 milioni di lavoratori della pubblica amministrazione (circa 300mila sono di troppo) e, se Monti, provvedesse a sfoltire uffici pubblici inutilmente sovraffollati e sistematicamente improduttivi, porterebbe in cassa un po' di soldi. Complessivamente è di 165 milioni il costo di tutti i dipendenti della Pubblica amministrazioni: i 300mila dipendenti pubblici in esubero ci costano 15 miliardi. Uno in meno, 14 miliardi, ci costano invece gli assenteisti dentro l'amministrazione. Anche il non fare ha dei costi: dal 2009 al 2024 rinunciare alle liberalizzazioni delle infrastrutture costerà al Paese 324 miliardi, 21,6 miliardi all'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    10 Gennaio 2012 - 11:11

    Come può operare il Prof Monti, nei campi dove portare in superficie tutto quanto può concorrere a creare cespite, quando da dietro c'è chi lo tiene a freno? Lo stesso ex premier ha spesso ricordato che l'Italia è un Paese ricco, soltanto si è, trascuratamente mantenuto le cose "in sonno", dove dalle dichiarazioni dei redditi sono, poco alla volta, spariti o velati cespiti atti a riconoscere il dichiarante, come il possesso di qualsiasi tipo di autovettura, in cui è rimasto un timido riferimento assicurativo legato al S.S.N. e forse per quei spariti dividendi azionari grazie all'attuale crisi...e così creando uno "strano" anonimato di facciata che pare mirare a proteggere chi sta meglio (secondo un'applicata filosofia del..dìvide et ìmpera?). Di qui anche la dichiarata ostilità alla patrimoniale che lega le mani. (segue) Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    10 Gennaio 2012 - 11:11

    Come non arrivare così a quei 1.900 miliardi di debito pubblico, senza nemmeno aver provato a volerlo diminuire? Qualcuno, poi, dovrebbe provare a chiarire se gli evasori fiscali sono da condannare o da proteggere (visto il recente doppio atteggiamento)? In questi ultimi anni la gente ha potuto conoscere le strane anomalie strutturali esistenti tra Regione e Regione, che ci hanno ancor più diviso, altro che 150esimo dell'Unità (ma... guai a metterci mano). Se poi sono gli Stati ad essere in crisi e non l'economia reale, perchè le manovre economiche non sono cominciate dalle ristrutturazioni delle Istituzioni ? O il campo è minato...come la Legge elettorale? Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • Dieguz99

    10 Gennaio 2012 - 11:11

    Dai vostri articoli nei quali minimizzate e ridicolizzate le misure del governo contro l’evasione, deduco che il cerchio cominci a stringersi intorno ai vostri protetti! Speriamo!- E’ vero che i dipendenti pubblici sono in esubero. Al sud probabilmente ce sono almeno 500mila più del necessario (al nord sono sotto organico). E’ pure vero che molti hanno ottenuto il lavoro grazie al clientelismo politico ed è altrettanto vero che fra di loro ci sono parecchi fannulloni. Però il vostro calcolo sui possibili risparmi è completamente sballato. Può funzionare per un’azienda privata, ma non per uno Stato. Il drastico licenziamento di mezzo milione di statali al sud comporterebbe due milioni di nuovi poveri, che graverebbero sul welfare, causerebbero una contrazione dei consumi, una diminuzione del PIL ed un’ulteriore perdita di posti di lavoro. Altro che 15 o 20 miliardi risparmiati! Se proprio vi preme di parlare di fannulloni e di super-stipendi (e baby pensioni), guardatevi un po’ a casa vostra. Anche voi giornalisti siete pagati dalla collettività!

    Report

    Rispondi

  • ferro942

    10 Gennaio 2012 - 11:11

    LE MANI NELLE NOSTRE TASCHE...... beh sono in tanti a mettercele, si stanno passando i limiti ovunque. Si dice che Mario Monti è un galantuomo perché ha rinunciaato agli stipendi di Presidente del consiglio e di Ministro dell'economia, Non ha detto però quanti ne CUMULA ancora senza batter ciglio!! Quì esistono personaggi con 3-4-5 palle!! Mi sapete dire quante ore uno dovrebbe dedicare ad un impiego per maturare il diritto ad uno stipendio giusto??? Ai miei tempi non bastavano 8-10 ore giornaliere per 6 giorni settimana con pochissime ferie annuali. Ma questi professoroni quando dormono?? ma chi vogliono prendere per i "fondelli" Se per fare più laVORI SI METTONO IN CASA BARBA DI CONSULENTI E TANTI PURE, MACHI PAGA QUIESTI STAFFS??? Dobbiamo pagare le tasse per ,TRA L'ALTRO, mantenere anche i vari privilegi dei Patroni Griffi dei vari Malinconico ecc. Ma la capite che dovete piantarla che ci siamo stufati davvero????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog